Classificazione bovini

Classificazione secondo l'età

Esistono differenti tipi di classificazione dei bovini, ma sicuramente le più note sono quelle che distinguono questi animali in base all'attitudine, al sesso e all'età.

Per quanto riguarda la classificazione in base al sesso e all'età, sappiamo che a seconda di questi paramenti i bovini mutano il loro nome: dal vitellino si passa al bue e così via. Vediamo insieme la classificazione bovina operata in base al sesso e all'età dell'animale:

- Balliotto: viene definito così il vitello appena nato fino al compimento della prima settimana di vita;

- Vitello: fino ad un anno di età;

- Vitellone: da 1 a 4 anni di età;

- Manzo: da 1 a 4 anni di età ma castrato;

- Bue o Bove: maschio oltre i 4 anni di età e castrato;

- Toro: maschio adulto non castrato di età superiore ai 4 anni di età;

- Vitella: è la femmina fino ad un anno di età;

- Manza – Giovenca – Scottona: è la femmina da 1 a 3 anni di età;

- Vacca: è la femmina oltre i 3 anni di età oppure sotto i tre anni ma in stato di gravidanza;

- Mucca: termine dialettale toscano col quale si indica un bovino femmina di qualunque età.

Classificazione bovini

SCARPA ANTINFORTUNISTICA - LOTTO - SPRINT 501 BLUE (42)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,95€


Razze a singola attitudine

Classificazione boviniUn'altra efficace classificazione bovina distingue gli animali in base alla propensione verso una determinata funzione o più funzioni fra produzione di latte, produzione di carne o propensione al lavoro.

Le razze a singola attitudine sono tutte coloro che annoverano fra i propri esemplari ottimi produttori di carne, di latte oppure capi particolarmente adatti al lavoro. Se da una parte l'attitudine funzionale al lavoro è progressivamente scomparsa nei paesi più industrializzati, dall'altro lato restano sempre in voga le attitudini dedicate alla produzione di latte e carne.

Solitamente, i bovini a singola attitudine per la produzione di latte, hanno la parte addominale molto sviluppata, contraddistinta da mammelle vigorose e molto forti. Le maggiori produttrici possono fornire anche 60 – 70 litri di latte al giorno,

I bovini classificati a singola attitudine per la produzione di carne, hanno invece un corpo più armonico, sviluppato in maniera “cilindrica”.


  • Primo piano mucca Le mucche sono sicuramente gli animali da cortile per eccellenza e nessuna fattoria al mondo ne è sprovvista. Ciò accade per una serie ben precisa di motivi, in quanto le vacche sono animali polivalen...
  • Zebù Le origini dello zebù non sono molto ben definite. Secondo alcuni autori, questo animale discenderebbe direttamente dall'uro, animale ormai estinto, che è poi lo stesso progenitore di tutti i bovini. ...
  • Vacca bruna alpina La razza bruna alpina è il risultato di incroci di razza bovine autoctone provenienti dalla Svizzera, dall'Austria e dalla Bavaria. Grazie alla ottime doti di rusticità di questo animale, la razza bru...
  • Vacca Pinzgauer La vacca pinzgauer è originaria della zona alpina di Salisburgo, in Austria. Si tratta di una tipologia bovina molto antica, che ha da sempre accompagnato l'uomo nel lavoro dei campi ed ha fornito a q...


Classificazione bovini: Razze a duplice e triplice attitudine

Classificazione boviniLe razze a duplice attitudine sono tutte quelle che hanno ottima qualità e quantità sia nella produzione di latte che in quella di carne. Naturalmente, una razza a duplice attitudine non potrà ottenere gli stessi risultati quantitativi rispetto ad un bovino a singola attitudine e questo perché vi sono dei limiti fisiologici ed anatomici oggettivi. Fra le maggiori razze a duplice attitudine ricordiamo la Bianca Modenese, la Podolica e la Rendena.

Per quanto riguarda la triplice attitudine, possiamo dire che si tratta di una classificazione bovina superata soprattutto nelle zone occidentali, dove le macchine hanno preso il posto degli animali nel lavoro dei campi e nel trasporto.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: