Frollatura della carne

Informazioni generali

Dopo la fase di macellazione, il muscolo dell'animale non è commestibile a causa della particolare durezza della carne stessa che la rende poco appetibile. La frollatura è un passaggio obbligatorio di tipo naturale dove la carne viene portata a temperatura costante nelle celle frigorifere o calorifere e tenuta in stallo per un tot specifico di giorni per far si che maturi e divenga pronta per essere venduta al pubblico.

Esistono due tipi di frollatura. Il primo tipo è quello che viene realizzato mettendo la carne in celle frigorifere a temperatura costante compresa fra gli zero e i quattro gradi. Il secondo tipo di frollatura, detta rapida, rappresenta un processo inverso rispetto al primo, in quanto la carne viene messa all'interno di alcune celle calorifere e tenuta a temperatura costante fra i 18 e i 20 gradi, nonché trattata con mezzi sterilizzanti come, ad esempio, le radiazioni ultraviolette. Nonostante l'ambiente venga umidificato per prevenire lo sviluppo di microorganismi e la conseguente putrefazione, questo tipo di frollatura rapida, sebbene sia economica per il produttore, rischia di essere un forte compromettente per la carne.

Frollatura della carne


I tempi

Frollatura della carne Esistono tempi molto diversi per quanto riguarda la frollatura, e ciò dipende soprattutto dall'età dell'animale, dalla razza, dalla taglia, dal tipo di alimentazione, ecc. Tutte queste variabili comportano un allungamento o una diminuzione dei tempi di frollatura delle carni, che in genere oscilla fra i 10 e i 20 giorni.

Alcune carni bovine pregiate, come ad esempio la Chianina IGP e la Romagnola, hanno tempi di frollatura di almeno 15 giorni, il che rende questo processo lungo e delicato, in quanto le celle dovranno mantenere sempre gradazione costante e un buon livello di areazione ed umidità.

Nonostante la carne bovina abbia bisogno di un lungo periodo di frollatura, quando si tratta di capi particolarmente giovani come i vitellini, allora il tempo potrà anche essere ridotto fino ad un massimo di 72 ore.

  • Mucche da carne

    Mucche da carne Le mucche da carne possono essere cresciute o in allevamento intensivo oppure tradizionale (estensivo). Nel primo caso, gli animali da carne vengono trattati al pari di oggetti, condizionati da una st
  • Tagli carne bovina

    Tagli carne bovina America La macellazione del bovino, sia esso maschio o femmina, comporta uno smembramento delle varie parti anatomiche dell'animale. E, proprio queste parti, assumono il nome di tagli di carne bovina, più spe
  • Bovini da carne

    Bovini in stalla Fra le tante catalogazioni bovine esistenti, vi è quella che definisce questi animali in funzione della propria attitudine. In generale, distinguiamo fra: 1 . razze a semplice attitudine: in quest


Frollatura della carne: Le fasi

Frollatura della carneDopo la macellazione dell'animale, possiamo distinguere tre diversi fasi dove la carne assume stadi biologico – fisici differenti:

- pre rigor: si tratta del periodo che intercorre da pochi minuti fino a mezz'ora dopo la morte del bovino, quando nelle cellule dell'animale rimane ancora un metabolismo di tipo anaerobico che porta alla trasformazione degli zuccheri in acido lattico ed a un conseguente abbassamento del ph che rende la carne coriacea e insipida;

- rigor mortis: è il periodo compreso fra le 3 e le 24 ore dopo la morte del bovino. In questo lasso di tempo atp, actina e miosina si legano fra loro e conducono all'accorciamento del muscolo, mentre la carne diventa ancora più dura;

- post rigor: è la fase in cui, passate le 24 ore, la carne comincia progressivamente a divenire tenera in quanto il ph aumenta di nuovo fino a divenire quasi neutro. È anche la fase più delicata in quanto si rischia che la carne vada in putrefazione.


Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: