Vacca Maremmana

Origini e storia

La vacca maremmana discende da alcune razze indoeuropee che, nei secoli scorsi, hanno attraversato l'Europa Orientale provenendo dall'Asia minore fino a valicare le Alpi e gli Appennini e a stabilirsi nelle regioni toccate dalla maremma, quindi Toscana e Lazio.

Frugale, robusta e molto resistente, la vacca maremmana venne ben presto adottata dai contadini locali per il lavoro dei campi, dei quali ben reggeva la fatica ed i pesi: famosi come testimonianza storica sono i quadri dei macchiaioli e dei post macchiaioli dove sono raffigurate proprio le maremmane al lavoro.

Ad oggi si contano circa 40.000 capi divisi fra Lazio e Toscana, anche se con la meccanizzazione dell'agricoltura le vacche maremmane sono state progressivamente dimenticate, soprattutto nel periodo post bellico, per poi essere rivalutate negli ultimi anni da allevatori meridionali, spagnoli e centro americani che hanno trovato nella vacca maremmana un animale molto robusto ed ideale per pascolare anche in zone dalle alte temperature.

Vacca Maremmana


La razza

Vacca MaremmanaAlcuni studi hanno appurato il fatto che all'interno del codice genetico della razza bovina maremmana vi siano anche alcuni tratti comuni alle vacche stanziatesi nella puszta ungherese, il che testimonia una discendenza comune fra i due ceppi.

Gli esemplari di questa razza sono particolarmente longevi e rustici, il che permette loro di adattarsi anche a pascoli ostili ed impervi e a trasformare in nutrimento foraggi molto scarsi come, ad esempio, la cannuccia palustre, tipico alimento delle vacche che abitano la maremma.

Nel 1935 venne stato istituito il primo libro genealogico della specie, mentre nel 1966, con la creazione dell'Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani Carne (A.N.A.B.I.C.), la vacca maremmana venne inserita all'interno dei libri genealogici delle razze bianche italiane di cui fanno parte la Chianina, la Romagnola, la Marchigiana, la Podolica e naturalmente la Maremmana.


  • Maremmano cavalcato da un Buttero Il cavallo Maremmano è originario della Maremma, la vasta zona che ingloba parte del litorale tirrenico che va dalla Toscana meridionale fino alla parte alta del Lazio. Le origini di questo cavallo si...
  • Murgese Il cavallo Murgese trova le sue origini nel Sud Italia, in Puglia, in una zona impervia chiamata Murge. Questa località è stata da sempre contraddistinta da clima difficile, con estati torride e inver...
  • Cavallo Salernitano Le origini del cavallo Salernitano si fanno risalire a tempi antichi, quando la zona oggi occupata dalla Piana del Sele e dai comuni di Eboli, Paestum e Battipaglia si trovava alla mercé degli invasor...
  • Sella Italiano in allenamento La razza del Sella Italiano è di origine relativamente recente, anche se l'Italia già a partire dal Medioevo poteva contare su ottimi cavalli da sella e da traino, animali molto richiesti in Europa pe...


Vacca Maremmana: Caratteristiche fisiche

Vacca Maremmana Pur essendo un animale imponente dal punto di vista estetico, la vacca maremmana è tardiva a livello economico, nel senso che raggiunti i 18 mesi pesa al massimo 440 chilogrammi, contro i 600 di tutte le altre razze che a questa stessa età possono già essere macellate. Invece è nell'età adulta che i tori raggiungo fino a 1200 chilogrammi di peso, mentre le femmine si attestano fra una media compresa fra i 600 e i 700 chilogrammi. In compenso, la carne è deliziosa, in quanto ha una sapidità spiccata e un elevato contenuto proteico con modesta presenza lipidica.

Il mantello è di colore bianco sporco tendente al grigio, il colore ideale per un animale abituato a pascolare allo stato brado nella maremma che non offre grandi ripari da sole.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: