Cane in vacanza


partecipa al nostro quiz su: quanto conosci i cani?
quanto conosci i cani?

Fido in auto

Il Nuovo Codice della Strada, consente di trasportare in aiuto, liberamente, un solo cane; l'importante è che non costituisca pericolo o intralcio al conducente dell'auto che guida e deve stare comunque, sul sedile posteriore dell'auto. Si possono comunque trasportare più di un animale in auto, solo se questi vengono custoditi nel vano posteriore della macchina, appositamente diviso da una rete o da un'altro mezzo analogo; se invece, i cuccioli sono di piccola taglia, possono essere tenuti negli appositi contenitori da trasporto (box -ndr). Quello che è stato citato, è quello che afferma la normativa vigente. E' comunque indispensabile, prima di partire per un lungo viaggio con il cane, cercare di fare abituare l'animale a viaggiare in auto assieme al padrone (fare delle piccole gite, così che si abitua -ndr). Prima di partire, il cane deve essere a stomaco vuoto e non dimenticarsi di portare una ciotola e un'abbondante scorta di acqua. Durante il viaggio, lasciare sempre, il finestrino leggermente abbassato, così da far circolare l'aria interno alla macchina, ma non lasciar mettere la testa del cane fuori dal finestrino, perché potrebbe prendere un colpo d'aria e di conseguenza causargli una fastidiosa otite. Fare frequenti soste (ogni due ore -ndr), in modo che il cane possa sgranchirsi le zampe e fare i propri bisogni. Non lasciare mai il cane, in auto, da solo, durante una giornata calda, perché anche se i finestrini sono abbassati, basta molto poco che la temperatura dell'auto superi i 40 gradi all'ombra e i 60 gradi al sole. Quando si arriva alla destinazione della vacanza, ci potrebbero essere dei brevi spostamenti da effettuare con dei mezzi pubblici. Per i trasporti urbani comunali (autobus, metropolitana, taxi -ndr), i regolamenti variano tra i diversi Comuni. Se è consentito l'accesso del cane, si può aver bisogno del pagamento del biglietto e l'animale dovrà essere al guinzaglio e munito di museruola. In ogni case, se lo sono, possono essere ammessi nel trasporto pubblico, solo due animali contemporaneamente. Per quanto riguarda l'ammissione dell'animale in taxi, deve essere concesso dal conducente del mezzo ed esistono regole generali ben precise, ovvero si consiglia infatti, di segnalare la presenza di un animale a bordo al momento della telefonata con il centralino, in modo che la compagnia preveda di inviare un taxi che accetti di trasportare anche l'animale.
cane in vacanza

Schleich 13903 - Ragazzo con frisbee

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,98€


Fido in treno

In Italia, è consentito trasportare in treno i cani ma ci sono una serie di semplici regole legate anche al tipo di treno che si utilizza per il viaggio. Per quanto riguarda gli animali di piccole dimensioni, il trasporto è gratuito se il proprietario dell'animale viene custodito in appositi contenitori, che devono avere una dimensione ben precisa, e che non superino questa dimensione: 70 x 50 x 30. Nei treni a scompartimento, i cani di piccola taglia, possono viaggiare liberante accanto al proprio padrone,ovviamente dovranno sempre essere sorvegliati con attenzione e il padrone, dovrà avere il consenso degli altri passeggeri dello scompartimento. I cani di grossa taglia invece, sono ammessi solo se non recano disturbo e sono tenuti al guinzaglio e muniti di museruola. I cani di media e grossa taglia, non sono ammessi sui "pendolini", solo per una questione di spazio. Quelli di piccola taglia, sono ammessi, gratuitamente, se custoditi negli appositi box, collocati in appositi spazi. Nei treni Eurostar Italia, possono viaggiare solo i cani guida che accompagnano le persone non vedenti e quindi, a tutti gli altri animali sarà vietato l'accesso.

    Viaggiare con cane e gatto. Ristoranti, alberghi, itinerari, spiagge in tutta Italia per trascorrere le vacanze con i nostri amici a quattro zampe

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,3€
    (Risparmi 2,7€)


    Fido in nave

    Grazie alla tolleranza delle compagnie di navigazione, generalmente non è un problema far viaggiare a bordo di una nave o traghetto che sia, un animale: basta avere il certificato di buona salute del cane. Su alcune navi, esistono addirittura, apposite gabbie o "canili di bordo", dove sarà obbligatorio lasciare il proprio cane, se di taglia grande, all'interno di queste strutture, mentre se il cane è di piccola taglia, può passeggiare tranquillamente sul ponte, sempre tenuto al guinzaglio. Può anche dormire in cabina con il proprio padrone se prenotata per intero.


    Cane in vacanza: Fido in aereo

    Tutte le compagnie aeree consentono il trasporto di cani e altri piccoli animali, ma ciascuna adotta regole diverse. Al momento della prenotazione, si dovrà comunicare alla compagnia aerea la presenza dell'animale a bordo. Come regola generale, il cane dovrà essere vaccinato contro le principali malattie e portare sempre, per ogni evenienza, il libretto sanitario e il certificato che attesti lo stato di buona salute del cane. Tutte le compagnie aeree, consentono che i cani di taglia piccola viaggino al fianco del padrone, in cabina, purché siano custoditi in gabbie con fondo impermeabile (alcuni compagnie richiedono anche una certa dimensione del box -ndr). Se invece, il peso del cane supera i 10 kg, l'animale deve viaggiare obbligatoriamente nella stiva: verrà imbarcato dallo scalo merci e viaggerà all'interno di apposite gabbie che vengono messe a disposizione dalla compagnia aerea.



    commenti

    Nome:

    E-mail:

    Commento: