Vacanze con i cani

Consigli di viaggio per la tua vacanza con il cane

Il cane, al giorno d'oggi, è diventato un vero e proprio membro della famiglia. Una volta quando si andava in vacanza, si lasciava il proprio cane al vicino di casa o un familiare oppure veniva lasciato in qualche pensione specializzata, invece, adesso andrà anche lui in vacanza con la famiglia. Le vacanze con il proprio cane sono il modo ideale per trascorrere dei piacevoli soggiorni. Infatti, esistono case vacanze e appartamenti per le vacanze con il proprio cane: troverete informazioni sulle località vacanziere più visitate da turisti con i propri amici a quattro zampe nei vari paesi europei. Molti dei proprietari delle case vacanze sono felici di ospitare cani (purché siano educati e tenuti sempre sotto controllo dal padrone -ndr) e sono disponibili anche, a proporre itinerari per passeggiate con i propri cani nelle località circostanti. Si raccomanda di portare sempre con se', una museruole e un guinzaglio, perché non tutti gli ospiti possono gradire la presenza di un animale.
vacanze con i cani


Le località più amate per una vacanza con il cane

Le località più gettonate, per una vacanza insieme al vostro cane, sono in Italia, in Germania, in Francia, in Inghilterra, in Grecia, nei Paesi Bassi, in Austria e in Spagna.

In questi ultimi anni, le vacanze in Italia con il proprio cane, sono un po' più facili. La possibilità di portare con sè il proprio animale domestico (cane o gatto che sia -ndr), riduce il fenomeno dell'abbandono del cucciolo. La regione italiana, più attrezzata per le vacanze con il proprio animale, è l'Alto Adige, dove i cani possono entrare in alberghi, ristoranti, luoghi pubblici, negozi, ecc. Infatti, in questa regione, appena si entra in qualsiasi negozio o ristorante che sia, si offre al cane una ciotola di acqua, anche senza che il padrone lo chieda. Altre regioni che si stanno mettemmo al passo dell'Alto Adige, sono la Toscana, il Veneto, la Calabria, la Sardegna e l'Abruzzo. Per trascorrere queste vacanze in compagnia del proprio cane, in Italia arrivando però da un paese estero, l'animale deve essere munito di microchip e passaporto veterinario, dove ci deve essere la specificata vaccinazione contro la rabbia.

In Germania amano molto gli animali, tanto che potete trovare ciotole con acqua e crocchette, per i propri cani, anche fuori da autogrill. I cani, in Germania, sono ben accetti anche nei castelli, come ad esempio quelli della Baviera meridionale e anche nei musei. L'unico punto contrario è che può entrare un solo cane per gruppo. Trascorrendo la vacanza a Monaco di Baviera, l' Englischer Garten, è il luogo ideale dove poter passeggiare col proprio cane, dove in alcuni punti il cane può anche essere lasciato libero, per giocare e correre in massima tranquillità! Un altro punto molto importante, è quello di raccogliere sempre i bisogni dei propri animali con paletta e sacchettino.. perché come ben si sa, i tedeschi non transigono!

Anche in Francia è possibile portare il proprio cane con sè, in vacanza, a patto che il cane o gatto che sia, sia munito di microchip e passaporto veterinario. Il cane deve esse vaccinato contro la rabbia e non è possibile farlo entrare nel territorio francese, se è di età inferiore ai 3 mesi. La soluzione migliore, per l'alloggio in Francia con il proprio cane, è quello di affittare un appartamento (possibile in tutte le regioni francesi -ndr). Inoltre i cani saranno ammessi in ristoranti, negozi, uffici pubblici e spiagge. Alcune di queste spiagge famose, dove anche i cani sono ben accetti, sono i seguenti: Saintes - Maries de la Mer, Saint - Raphael (che sono spiagge libere -ndr) e Saint Tropez (al punto dell'attracco delle barche -ndr).

La procedura burocratica nel Regno Unito di Gran Bretagna e in Irlanda del Nord è più lunga rispetto agli altri stati dell'Unione Europea. Questa preparazione per le vacanze con il proprio cane, dura sei mesi. Nell'arco di questi sei mesi, gli animali devono essere vaccinati contro la rabbia, devono essere muniti di microchip e passaporto veterinario. Passato un mese, un campione dell'animale vien rinviato all'Istituto Zoo profilattico delle Tre Venezie. Esso certificherà che la vaccinazione è effettiva. Un a volta espletata tutta la lunga procedura burocratica, si potrà scegliere la campagna inglese per la famiglia e il proprio amico a quattro zampe.

Anche in Grecia è obbligatorio il passaporto veterinario, con tutte le vaccinazioni e microchip. Nei luoghi pubblici della Grecia, come spiagge, aree archeologiche, parchi, giardini, ecc. , l'animale dovrà sempre essere accompagnato con il guinzaglio, dal padrone. Per quanto riguarda le spiagge, è meglio portare il cane nelle prime ore del mattino, dato che c'è ancora una certa diffidenza nei cittadini della Grecia, nel portare in spiaggia il proprio cane. Per quanto riguarda le aree archeologiche, i cani, spesso, non sono ammessi.

In Olanda e nei Paesi Bassi occorrerà sempre il passaporto veterinario, microchip e vaccinazione contro la rabbia. Alcune razze, in questo paese, hanno delle restrizioni, come: i pitbull (devono sempre avere la museruola negli spazi pubblici -ndr), il rottweiler, il mastino napoletano, il dogo argentino. Per le altre razze canine non ci sarà alcun problema, ma bisogna tenere conto che non è molto frequente che alberghi o appartamenti in affitto, accettino i cani. Fortunatamente nelle spiagge e nei ristoranti sono più elastici e ai cani viene offerta anche una ciotola d'acqua.

In Austria sono molto meno rigidi e non creano molti problemi, in quanto molti alberghi o campeggi, sia in montagna che in città, accettano cani senza nessun tipo di problemi, anche di taglie grandi. Gli animali in Austria sono degli ottimi mediatori di comunicazione, in quanto i padroni, possono fermarsi a parlare tra loro e far socializzare i propri cani. Una destinazione ideale sono gli agriturismi, dove i cani possono giocare e correre per i prati. I cani, hanno anche accesso libero ai parchi nazionali, come quello del Tauri (al confine con l'Italia -ndr).

Anche in Spagna, il padrone deve portare con sè il passaporto veterinario del proprio cane e deve aver fatto il vaccino per la rabbia. Soggiornando in Hotel con il proprio cane, si dovrà pagare un supplemento, infatti si consiglia sempre, di affittare un appartamento. Le vacanze con il proprio cane, sono soprattutto ammesse nella regione della Catalogna. I cani, infatti, possono entrare in ristoranti, parchi e musei. Nei campeggi, si pagherà sempre un supplemento.


Vacanze con i cani: Viaggiare con animale

Se si vuole viaggiare e andare in vacanza con il proprio cane o gatto che sia, portare sempre con sè il libretto delle vaccinazioni e il passaporto veterinario, che permetterà al cane di viaggiare e circolare liberamente in tutta l'Unione Europea. Ogni compagnia aerea ha le sue regole per il trasporto di animali, ma occorre tenere presente che un aereo accetta solamente un solo animale. Se esso pesa meno di 10 kg, può viaggiare insieme al padrone nella rispettiva gabbietta (anch'esse devono avere una certa misura che viene prescritta dalla compagnia aerea -ndr). I cani più grandi e che pesano più di 10 kg, devono viaggiare nella stiva, a parte i cani guida che devono comunque essere muniti di museruola.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: