Età antiparassitario cani

Domanda : Età antiparassitario cani

a che età posso mettere un antiparassita al mio cane?











foto zecca


Risposta : Età antiparassitario cani

immagini malattie cani La domanda è molto interessante e meriterebbe un’ampia risposta. Come prima cosa iniziamo col dire che bisogna differenziare l’età di inizio del trattamento in base al tipo di parassita che prendiamo in considerazione. Se intendiamo antiparassitari contro ectoparassiti, ovvero i parassiti della cute tipo pulci, pidocchi e zecche l’età minima per iniziare il trattamento sono le 8 settimane e per quanto riguarda i dosaggi le possiamo dire che negli appositi punti vendita si trovano confezioni di prodotti predosati, calcolati nel loro dosaggio in base al peso del cane.

Le zecche in particolare non vanno mai staccate manualmente dalla cute del nostro animale ma vanno eliminate applicando dell’alcol metilico rosa attraverso l’utilizzo di un batuffolo di cotone bagnato di alcol oppure con un metodo sicuramente più profumato e meno fastidioso per il nostro olfatto, ovvero con dell’olio da cucina. Con questi due metodi gli insetti si staccano dalla cute ma non muoiono immediatamente e quindi dovrete provvedere ad uccidere gli insetti manualmente una volta staccati. Le zecche vanno eliminate con questo metodo perché se venissero rimosse direttamente dalla cute ci sarebbe il rischio di incompleta rimozione perché potrebbe restare nella pelle una parte dell’insetto ed inoltre il rischio di trasmettere infezioni dall’insetto all’animale aumenta notevolmente se la rimozione avviene direttamente dalla pelle. Le uova di pulci sopravvivono a temperature minime di 15-18°C fino a 6 mesi quindi se queste riescono attraverso un cane infestato ad entrare in

casa, dove le temperature non scendono quasi mai al di sotto dei 18°C, il rischio di reinfestazione diventa piuttosto elevato. Un metodo utile per la rimozione delle uova in casa è l’utilizzo dell’aspirapolvere che permette la rimozione fisica delle uova molto meglio di altri prodotti chimici.

Comunque l’azione del farmaco spot-on che viene somministrato al cane garantisce sia la protezione dell’animale che dell’ambiente in cui questo vive.

Se invece per antiparassitari intendete i cosiddetti antielmintici, ovvero i prodotti contro i parassiti dell’apparato digerente dell’animale, la somministrazione può avere inizio già a 45-50 giorni dalla nascita ma è un trattamento che viene fatto presso l’ambulatorio di un medico veterinario. In genere il evetrinario somministra per via orale il farmaco anche se esistono dei medicinali “spot-on”, termine tecnico che indica l’applicazione di gocce del farmaco direttamente sulla cute. Ricordiamo comunque agli amanti dei cani che per l’eliminazione totale dei parassiti dell’apparato digerente non è sufficiente la sola applicazione di farmaci ma a questi trattamenti va associata una costante e quotidiana rimozione degli escrementi dell’animale. Questo va fatto perché le spore del parassita eliminate per via fecale dall’animale possono sopravvivere anche per diversi mesi nell’ambiente esterno costituendo quindi un potenziale rischio di nuove e recidue contaminazioni per l’animal e. Quindi avere la buona abitudine di raccogliere le feci del nostro cane non è solamente una questione di educazione civica ma è una norma basilare per salvaguardare l’igiene comune e prevenire le malattie assicurando così una buona salute ai nostri amici cani.

Infine due consigli: in caso di cani affetti da parassiti è buona norma non dare da mangiare all’animale carne cruda e spostare l’animale in un ricovero più facile da igienizzare attraverso il lavaggio (ideale è una pavimentazione cementata, più facile da lavare e da pulire dagli escrementi).


  • Norsk Lundehund

    foto norsk lundehund La storia di questo cane di media taglia norvegese è una storia di specializzazione canina più unica che rara. Il Norsk Lundehund infatti è un cane che nel corso dei secoli non solo si è specializzato...
  • Antipulci per cane

    Pulce del cane Le pulci sono degli insetti olometaboli, ne esistono circa duemila tipi, tra questi la Ctenocephalides canis è quella che infesta il cane.Questi insetti aggrediscono il cane dall'esterno, attaccando...
  • Pulci Gatto

    Le pulci sono insetti appartenenti alla famiglia dei Afanitteri (che, letteralmente significa privi di ali). La pulce più comune nel gatto è la Ctenocephalides felis. Si tratta di animali parassiti es...
  • antipulci gatti

    antipulci gatti Il gatto, come tutti gli animali domestici, nonostante il suo carattere libero ed indipendente, è un animale che richiede costanti attenzioni da parte dei propri padroni, soprattutto qualora sia abitu...



Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: