Vendo Cane

Chi vende e come

Per vendere un cane ci sono migliaia di modi , oggi si trovano navigando in rete tantissimi annunci da privati, allevatori, gente poco onesta che propone cuccioli di tutte le razze, vendita a rate e consegna ai caselli stradali. E’ possibile che si pensi di vendere un cucciolo come fosse un qualsiasi bene di consumo e non una creatura vivente con i suoi diritti e le sue esigenze? Purtroppo nella maggioranza di casi in cui si vende un cane si vuole ricavare il massimo profitto ai costi più bassi, è quindi importante ridurre all’estremo le spese (monta, controlli sanitari, alimentazione ecc) e liberarsi dei cuccioli al più presto, senza preoccuparsi del tipo di vita che faranno e con chi andranno.

Il cane si deve vendere munito di libretto sanitario che certifichi la buona salute ed indichi le vaccinazioni fatte ( almeno le prime tre ), deve essere esente dai parassiti intestinali, con il microchip già inserito e le relative iscrizioni all'anagrafe canina. Ogni cucciolo viene ceduto con il relativo contratto di compravendita, a tutela sia dell'acquirente ma anche del cane.

cane in vendita


Le vendite dei privati

cane in vendita Un privato, ha una cagnolina: perchè dovrebbe farla accoppiare, partorire per poi dare via i cuccioli a pagamento? E’ una cosa che chi ama i cani difficilmente fa, per svariati motivi: problemi in gravidanza, parto, migliaia di cuccioli nei canili, spese da affrontare per il veterinario ed infine i dubbi sui nuovi proprietari dei cuccioli. Forse chi lo fa pensa solo a lucrare e non al benessere dei futuri cuccioli, ipotizza che dopo il parto con 6 o 7 neonati può guadagnare un bel pò di euro, difatti un cucciolo di razza venduto da privati costa dai 400€ ai 900€ . E’ meglio certamente guadagnare soldi con un lavoro onesto e non sfruttando e forse facendo soffrire un cane, che dà tanto amore e fedeltà al padrone, chiedendo pochissimo, tanto si sa ai cani i soldi non interessano affatto.

Un privato che intende vendere la sua cucciolata deve cedere i cagnetti non prima dei 60 giorni di vita, per un buon imprinting (la forma di acquisizione di base, che si riscontra in un periodo della vita detto periodo critico quando si è predisposti biologicamente a quel tipo di apprendimento. I primi studi sull'imprinting vennero fatti da Konrad Lorenz su delle oche: egli studiò come esse subito dopo la nascita identificano la propria madre nel primo oggetto o persona in movimento che vedono). E’ perciò fondamentale che i piccoli restino un pò di tempo con i fratellini e con la madre, anche perché con il passare del tempo, la madre naturalmente si allontana sempre più dai cuccioli e non soffre come fa quando si deve staccare da loro molto presto.


  • Vendita Maltese

    maltese corto Il Maltese è stato sempre il cane dell’aristocrazia e dei nobili. Fu il prediletto delle matrone romane, come delle dame medioevali e rinascimentali e poi delle signore ottocentesche. come la duchessa...
  • Cerco Cane

    La presenza di un cane in casa cambia la vita di chi lo accoglie con sé. Questo animale riesce a comunicare con il proprio padrone e con i suoi cani con una tenerezza indescrivibile, ed in cambio chie...
  • Cerco Cani

    Labrador Per acquistare un cane non è sufficiente sapere che aspetto estetico abbia, quanto ci verrà a costare e quanto diventerà grosso una volta cresciuto. Bisogna essere in grado di capire anche, per quanto...
  • Cani da Caccia

    Cani da ricerca La selezione per ottenere cani di razza è cominciata moltissimi anni fa, ma è una costante che continua senza sosta anche in tempi odierni; c’è sotto tutta una serie di studi e di piccoli accorgiment...


Le vendite degli allevamenti

Se è l’allevamento a vendere il cane, prima di decidere l’acquisto si consiglia, di visitare più allevamenti, per poter comparare così i diversi metodi di selezione e per sentire opinioni diversi. In questo modo ci si può ancora rendere conto delle condizioni igienico sanitarie in cui vivono i genitori ed i cuccioli stessi ,e, cosa ancora più importante, si può verificare il tipo di legame che l'allevatore ha con i cani. Un buon allevatore cura con amore i suoi cani che ricambiano l’affetto, anche se i cani fossero tenuti in condizioni ottimali dal punto di vista igienico-sanitario, se non frequentano l'allevatore, non gli dimostrano affetto quando lo vedono o se(peggio che mai) mostrano di aver paura di lui, si può capire che non è un buon allevatore, e forse non lo sarà mai.

In genere l’allevatore segue molto volentieri la crescita dei suoi cuccioli anche dopo la vendita , sia per quanto riguarda l’alimentazione che per l’addestramento, è pronto a d affrontare qualsiasi problema genetico dei propri cani e consiglia i proprietari per gli eventuali accoppiamenti e cucciolate.

Uno dei compiti di chi alleva dovrebbe essere quello di dare il cucciolo giusto alla persona giusta, ecco perché un allevatore sceglie personalmente i cuccioli in base alla persona , alla vita che conduce, alle esigenze del cane e del nuovo proprietario confidando nella sua all’esperienza di allevatore. In genere nelle cucciolate si sceglie sempre il più grande, pensando fosse il più bello e il più sano ma in realtà non sempre è così, nella cucciolata i piccoli sono più o meno uguali, e non è detto che il cucciolo che piace meno, non sia più bello da grande.


Vendo Cane: Taglie, prezzi e consigli

E' molto importante che il futuro acquirente si aggiorni bene, leggendo libri o chiedendo consigli ad un veterinario di fiducia e valutare tutti i pro e i contro che riguardano l'acquisto del cucciolo, per non doversene poi pentire in futuro, soprattutto per il bene del cane.

il prezzo dei cuccioli della stessa cucciolata deve essere lo stesso per tutti i piccoli , costa meno solo se ha un difetto morfologico che non è ammesso nello standard di razza( mancanza di un dentino, una macchietta bianca non prevista ,ecc.).

Quando si vende un cane, bisogna rilasciare il pedigree se i cuccioli sono nati da genitori con pedigree, e secondo legge per il cucciolo con difetti non può essere rilasciato il pedigree . Se il venditore avvisa il compratore dei difetti del cucciolo e delle probabili conseguenze che questi possano causare in futuro al cane, può venderlo se trova l’acquirente che non tiene molto allo standard di razza perché non lo vuole per esposizione , mostra o quant’altro ,ma solo per compagnia. In una cucciolata di 1200€ ognuno ,il piccolo con difetto può essere venduto senza problemi legali a 500 € .

Ci sono negozi che vendono cani, senz’altro è il posto meno adatto per i cuccioli, che spesso vengono tolti alla madre troppo presto, passano la giornata in gabbia o in vetrina molto illuminata, in un luogo rumoroso e affollato, con tanta gente che li tocca, sono "messi in mostra" come qualsiasi bene alienabile. A volte ci si chiede la fine che fanno i cuccioli invenduti o quelli che poi presentando qualche difetto esono riportati indietro dalle persone che li hanno acquistati. La cosa più giusta sarebbe non andare per negozi ma prenderlo al canile così se nessuno cercasse più i cani lì , i negozianti si renderebbero conto che non è una "merce che tira" non li metterebbero più in vetrina come semplici oggetti.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


21:25:29 -
Gina - commento su Vendo Cane
io volio un cane che si chiama Maltese io sono in emilia romania e sono a crevalcore via pigozzi
14:17:08 -
luca - commento su Vendo Cane
vorrei adottare un cucciolo... di razza rotwailer o pitbull dove posso andare?? contattatemi grazie
20:57:13 -
Giorgio - commento su Vendo Cane
Vendo cucciolo semi adulto (un anno) di bouledogue francese. Bella presenza di colore bianco nero con zebrature Affabile socievole giocherellone soprattutto con i bambini Ama la compagnia dell£uomo.