Acquari tropicali

Come predisporre un acquario tropicale

Per prima cosa, quando si è deciso di allestire un acquario tropicale, devono essere scelti i pesci che vogliono essere inseriti nello stesso. Dobbiamo tenere presente che oggi è facilissimo acquistare pesci tropicali, anche di zone molto lontane, grazie all’enorme quantità di negozi online che promettono di inviarci, presso la nostra abitazione, i pesci tropicali a prezzi molto competitivi. Dopo aver scelto i pesci ed essersi accertati che le varie specie scelte possono vivere insieme, occorrerà procedere all’acquisto della struttura e alla sua sistemazione.

Per quanti riguarda la vasca, possiamo dire che la maggior parte dei pesci tropicali non hanno dimensioni particolarmente grosse: questo fa sì che, se non si acquista un numero di pesci eccessivo, si potrà anche acquistare una vasca dalle dimensioni non troppo grosse. Ovviamente, la qualità e la grandezza della vasca dipendono anche, e soprattutto, dal prezzo che desideriamo spendere. Una volta acquista la vasca, bisognerà sistemarla in una zona della casa abbastanza spaziosa e non troppo “trafficata”. Essendo i pesci tropicali abituati a temperature abbastanza alte, si consiglia di posizionare l’acquario in una zona illuminata, magari vicino ad una finestra: è importante, però, che essa possa essere perfettamente chiusa in determinati momenti della giornata, per permettere un normale ciclo vitale dei nostri pesci.

Acquari tropicali

Palme Finte E Acquari Tropicali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0,99€


Arredo dell’acquario

Acquari tropicaliDopo aver posizionato il nostro acquario, bisognerà procedere,gradualmente, alla sistemazione dello stesso. Prima di tutto dovrà essere sistemata la ghiaia o il terriccio: per i pesci tropicali, si consiglia di acquistare della ghiaia non particolarmente spessa; questo stato non deve superare i sei centimetri di altezza. Prima di inserire la ghiaia nell’acquario, ovviamente, questa deve essere pulita, per eliminare residui e polveri che possono essere molto nocivi per i nostri pesci. Dopo aver sistemato la ghiaia, si può procedere alla sistemazione di oggetti decorativi, come rocce e piante.

È molto importante, per i pesci tropicali, inserire questi elementi, in quanto essi sono estremamente frequenti nel loro habitat naturale. Le rocce serviranno ai pesci per crearsi uno spazio proprio nell’acquario e per nascondersi mentre le piante, se ovviamente si acquistano quelle vere, non avranno unicamente finalità decorative, ma serviranno per far avere ai nostri pesci una migliore condizione respiratoria. Si consiglia,ovviamente, di informarsi adeguatamente presso i negozi specializzati sui tipi di piante migliori da inserire in questo acquario, soprattutto al fine di riprodurre al meglio l’habitat dei nostri pesci tropicali.

Una volta inserite le decorazioni, poi, si potrà inserire l’acqua,adeguatamente pulita e depurata e, soltanto dopo circa un mese, potranno essere inseriti i pesci.

  • La scelta di allestire un acquario in casa è dettata oltre che dalla voglia di conferire un nuovo aspetto agli interni del nostro appartamento anche dalla voglia di prendersi cura di creature piccole ...
  • La scelta dei giusti mangimi per pesci è molto difficile in quanto in commercio vi sono innumerevoli tipi ed ognuno di essi con caratteristiche ben diverse. Districarsi tra le varie confezioni ed etic...
  • Chi dice acquari indica un mondo variegato e complesso che ruota intorno a questa passione. Negli ultimi anni la moda di possedere un acquario è sempre più diffusa. Le ragioni di ciò sono sicuramente ...
  • Le piante da porre nell’acquario sono di innumerevoli tipi. Ovviamente la scelta deve ricadere su piante acquatiche, ma queste non sono tutte uguali, in quanto si differenziano a seconda del tipo di a...

Il grande libro dei pesci tropicali. D'acqua dolce e marina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,58€
(Risparmi 2,92€)


Acquari tropicali: Temperatura e illuminazione dell’acquario

Come già detto, i pesci tropicali richiedono delle temperature più alte rispetto ai pesci più comuni, come,ad esempio, i pesci rossi. Per questo motivo, le temperature degli acquari tropicali d’acqua dolce si oscillano quasi sempre tra i 27 ° e i 31 ° C.

Senza questa temperatura, infatti, questi pesci non riuscirebbero a sopravvivere al meglio e potrebbero subire gravi danni, come ad esempio problemi riproduttivi. Ovviamente, quindi, una corretta temperatura dell’acqua fa sì che il pesce possa avere una vita sana e un normale metabolismo,evitando anche parecchi tipi di malattie,tipiche proprio di questi pesci. Molto spesso, inoltre, i pesci tropicali richiedono anche un’acqua abbastanza salata (questa caratteristica si riflette, sebbene indirettamente, sulla temperatura dell’acqua): in questo caso, occorre informarsi sui precisi livelli di salinità richiesti dai pesci che intendiamo acquistare.

Ovviamente, la richiesta di una temperatura così alta implica la necessità sia di avere un sistema di illuminazione molto forte sia di acquistare un riscaldatore, visto che le temperature interne devono essere, spesso, anche molto più alte di quelle esterne. Il riscaldatore è uno strumento formato da un tubo,solitamente di vetro, che,attraverso l’elettricità, riscalda l’acqua dell’acquario. Ovviamente questo tubo è collegato ad un termostato che ci permette di verificare l’attuale temperatura dell’acqua e,se essa è eccessivamente bassa o alta, di modificarla. Ovviamente, si consiglia di acquistare un termostato di buona qualità in modo da evitare dei danni indesiderati. Il riscaldatore, ovviamente, non deve essere in azione per tutto il giorno,ma si consiglia di azionarlo in varie fasi della giornata,ad intervalli periodici. Questo strumento è solitamente attaccato alle pareti del nostro acquario e deve essere messo in funzione solo se è completamente inserito nell’acqua. Per quanto riguarda l’illuminazione, invece, si consiglia anche qui di acquistare lampade abbastanza forti, sia per aumentare la temperatura,sia per riprodurre l’habitat naturale dei pesci tropicali. Inoltre, una buona illuminazione permette anche una migliore crescita delle piante inserite nell’acquario. L’illuminazione deve essere azionata per circa 13 ore al giorno,senza alcun intervallo temporale.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: