Lampade Acquario

Qualche consiglio per allestire un acquario

Quella degli acquari è una passione che attrae molte persone: infatti, oltre ad essere un hobby rilassante, l’acquario è anche un elemento d’arredo utilissimo per ravvivare una stanza della nostra casa.

Ma chiunque si avvicini a quest’hobby, deve tener presente che gestire un acquario non è sempre semplice: occorre informarsi per bene sulle cose da fare e non improvvisare, pena la salute dei nostri pesci e delle piantine, nonché la riuscita dell’intero acquario.

Quindi, se siamo dei neofiti in materia, chiediamo consigli a chi ne sa più di noi, o consultiamo qualche sito di appassionati su Internet.

Intanto, qualche informazione generale per cominciare a gestire un acquario da zero: per prima cosa, dobbiamo occuparci del fondo. E’ consigliabile usare come base uno strato di ghiaia mista a fertilizzante, e poi aggiungere su questo la rimanente ghiaia. Dopodiché, aggiungiamo lentamente l’acqua, facendo attenzione a non scomporre la ghiaia precedentemente sistemata. Accendiamo pompa e riscaldatore, e lasciamo che l’ambiente si assesti qualche giorno. Ebbene sì, preparare un acquario richiede pazienza: non possiamo mettervi direttamente i pesci, dobbiamo prima assicurarci di sistemare tutto il resto.

Dopo aver aspettato tre o quattro giorni, possiamo mettere le piante e occuparci dell’illuminazione.

A questo punto, attendiamo ancora qualche giorno prima di popolarlo definitivamente con i pesciolini.

Un buon suggerimento può essere quello di acquistare un diffusore di CO2: rilasciando anidride carbonica, questo dispositivo permette una crescita delle nostre piante visibilmente più rapida. Inoltre le piante, crescendo più velocemente, sottrarranno nutrimento alle alghe, che di conseguenza cresceranno meno.

Lampade Acquario

Excelvan LED Acquario lampada clip, Acquario Luce clip, superiore CM-48 48 dell'acquario del LED della lampada di clip Nero EU

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,99€


L’illuminazione dell’acquario

Lampade AcquarioUna delle operazioni più importanti nell’allestimento di un acquario è la scelta dell’illuminazione: la luce nell’acquario, infatti, oltre a stimolare le attività dei pesci, è anche essenziale affinché le piante siano in grado di attuare la fotosintesi clorofilliana e quindi crescano bene.

Il sistema di illuminazione è situato in genere nel coperchio del nostro acquario (che serve anche a preservare l’acqua dall’accumulo di polvere e sporcizia), in modo da evitare che a causa del calore delle lampadine evapori troppa acqua.

Sarà nostro compito illuminare l’acquario per circa 10-15 ore al giorno. Ricordiamoci, però che alcune specie di pesci particolarmente sensibili potrebbero subire uno shock se venissero esposte improvvisamente alla luce (o, allo stesso modo, se la luce venisse spenta di colpo). Per evitare questo, quindi, prima di accendere l’acquario accertiamoci che la stanza sia già illuminata, e, viceversa, dopo aver spento l’acquario, lasciamo ancora per qualche minuto le luci accese nella stanza.

  • vari tipi di neon Quando si decide di tenere una tartaruga in casa bisogna tenere ben presenti due cose: le tartarughe hanno bisogno, per poter star bene e per poter vivere a lungo, di molta luce e di tanto calore. L’a...
  • Un bell Per chi vuole portare in casa un angolo di natura ed ama il silenzioso mondo sommerso, un acquario è la soluzione giusta. Oltre alla vasca, nei negozi si trovano tantissimi oggetti e gadget da posizio...
  • La scelta di allestire un acquario in casa è dettata oltre che dalla voglia di conferire un nuovo aspetto agli interni del nostro appartamento anche dalla voglia di prendersi cura di creature piccole ...
  • La scelta dei giusti mangimi per pesci è molto difficile in quanto in commercio vi sono innumerevoli tipi ed ognuno di essi con caratteristiche ben diverse. Districarsi tra le varie confezioni ed etic...

Lampada 12 LED Blu Bianco 1,5W + Adattatore + Tubo per Pompa Acquario Pesci

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,18€


Le lampade al neon

Per quanto riguarda la tipologia di lampade da utilizzare, abbiamo diverse opzioni: il sistema di illuminazione in genere più utilizzato negli acquari è quello con lampade al neon.

Come prima cosa, occupiamoci di sistemare il gruppo d’accensione, apparecchio necessario al funzionamento dei neon.

Ma come facciamo a sapere quanto il nostro impianto deve essere potente (e quindi quanto consumerà)? Non c’è una regola fissa. In genere si dice che per ogni litro d’acqua siano necessari 0,5 watt, ma non è sempre vero: è fondamentale che vi siano almeno 0,2 watt per litro, ma ciò dipende molto anche dalla vegetazione del nostro acquario. Alcune piante necessitano di più luce per crescere rigogliose, ad altre ne basta meno.

Per quanto riguarda poi il colore dei neon (o per essere più precisi lo spettro), per un acquario d’acqua dolce orientiamoci su dei semplici neon bianchi: creeranno un’atmosfera naturale, e favoriranno la crescita delle piantine. Diffidiamo invece di neon troppo particolari o di colori strani, il più delle volte non sono assolutamente necessari.

Altra cosa fondamentale, controlliamo sempre sulla scatola il valore in Kelvin del nostro neon: per un acquario d’acqua dolce, il valore deve oscillare fra i 3000 e i 6500 Kelvin, non di più.

Ricordiamoci infine che, dopo 6/8 mesi, i neon tendono a cambiare spettro, e quindi vanno sostituiti.


Lampade Acquario: Le lampade a led

Ma di recente sta prendendo sempre più piede, tra gli appassionati di acquari, l’utilizzo di lampade a led (Light Emitting Diodes). Per quale motivo? E’ presto detto: l’impianto a led, sebbene comporti una notevole spesa iniziale (sicuramente maggiore di quella necessaria ad esempio per i neon), alla lunga è decisamente la forma di illuminazione più conveniente.

Infatti, essendo i led privi di filamento interno, sono molto più duraturi e molto più affidabili rispetto alle normali lampade; sono inoltre meno inquinanti (non dovremo sostituire periodicamente tubi o bulbi difficili da smaltire).

Possiamo costruirci da soli la nostra plafoniera a led, aiutandoci con le numerose istruzioni reperibili in rete, o provare ad acquistarne una già pronta.

Infine, c’è anche chi opta per dare al proprio acquario un’illuminazione mista di neon e led, cercando in tal modo di sfruttare i vantaggi di entrambi i sistemi di illuminazione.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: