Cibo Per Pesci

L’alimentazione dei pesci in acquario

Dopo aver comprato la vasca, e averla allestita con ghiaia, piante, acqua e fauna, dopo aver controllato che le pompe e i filtri facciano il loro dovere e che l’ambiente sia ben equilibrato, dobbiamo preoccuparci della salute dei nostri pesci.

Uno dei compiti fondamentali di chi ha un acquario, infatti, è fornire ai pesci la giusta alimentazione, che sia il più completa possibile, e che si avvicini a quella che avrebbero in natura.

I pesci infatti hanno bisogno di più elementi nutritivi di quanti immaginiamo: una dieta ben equilibrata dovrebbe contenere vitamine, proteine, fibre alimentari, sali minerali, grassi, carboidrati. Il più delle volte, il mangime che troviamo in commercio non presenta quantità sufficienti di tali elementi, e quindi sta a noi preoccuparci di integrare, se occorre, diversi tipi di cibo.

Cibo Per Pesci


Come e quando somministrare il cibo ai pesci

Cibo Per PesciUna delle domande poste più di frequente dai neofiti del campo, è la seguente: quanto cibo devo dare ai miei pesci?

E’ importante partire dal presupposto che una risposta universale a tale domanda, semplicemente non esiste: la risposta può essere molto diversa a seconda dei casi. Dovremmo imparare a conoscere i nostri pesci, a capire in quanto tempo consumano il cibo e di quanto ne hanno bisogno.

Vi sono comunque semplici regole generali da tener presente. Innanzitutto, non bisogna esagerare con le quantità: dare ai pesci più cibo di quanto possano effettivamente consumare, non è solo inutile ma addirittura controproducente; il cibo in eccesso infatti finirà per decomporsi, inquinando la vasca e portando alla proliferazione delle alghe, e da lì a tutta una serie di altre complicazioni.

Meglio poco cibo quindi, in 2 o 3 razioni giornaliere. E stiamo tranquilli: in un acquario ben avviato, i pesci troveranno sempre qualcosa da mangiare (tra alghe, microrganismi, vegetali ecc.), e quindi non correranno il rischio di morire di fame.

Altra buona norma è quella di fare attenzione alle abitudini alimentari della nostra fauna: innanzitutto, dovremmo sapere se si tratta di pesci carnivori, erbivori od onnivori, ed in secondo luogo dovremmo fare attenzione a non mescolare razze eccessivamente dominanti (come gli Scalari) a tipologie più ‘timide’; in questi casi alcuni pesci sottrarranno il cibo agli altri, impedendo loro di nutrirsi a dovere.

Un ultimo accorgimento infine è quello di avere orari regolari: certo, non è necessario spaccare il minuto, ma è consigliabile somministrare il cibo sempre più o meno verso la stessa ora, e mai a ridosso dello spegnimento dell’illuminazione, ma almeno un paio di ore prima. Come accade a noi, anche i pesci non amano andare a dormire subito dopo aver mangiato.

  • Cibo per cani

    foto cibo cani Da secoli vicini all'uomo, cani e gatti ci accompagnano con la loro simpatia e il loro affetto; le nostre nonne sfamavano i loro animali domestici con quello che avanzava in tavola, i veterinari ci in
  • Cibo per cani 2

    foto cibo cane Gli animali progenitori dei cani erano carnivori, come sono tutt'ora animali come i lupi; la millenaria vicinanza con l'uomo, e con i suoi usi alimentari, ha nel tmepo modificato la dieta del cane, ta
  • Bracco di Auvergne

    foto bracco auvergne Il Bracco d’Auvergne è stato ed è ancora oggi uno dei bracchi più popolari in Francia, tra i cacciatori e non solo. Caratterizzato da un mantello più unico che raro, ha una storia millenaria, che iniz
  • Barbone

    foto barbone Il Barbone è sicuramente uno dei cani più famosi al mondo, in parte per il suo aspetto particolare e per le sue numerose utilizzazioni in film, telefilm e cartoni animati. Anche se negli ultimi anni l


Tipologie di cibo: i mangimi secchi

I mangimi artificiali secchi sono sicuramente i più semplici da reperire: basta infatti andare in un qualsiasi negozio di animali per trovarli, o anche a volte in semplici supermercati.

In genere si tratta di ottimi alimenti, ben bilanciati, ma per i motivi già spiegati in precedenza (importanza di una dieta varia e completa) non dovrebbero essere l’alimento esclusivo dei nostri pesci.

Esistono diversi tipi di mangimi secchi: in granuli, in pellet, in fiocchi, in scaglie, tutti formati da farine ittiche sottoposte a lavorazione.

Il vantaggio principale del cibo in granuli è che, al momento della somministrazione, una parte tenderà a rimanere in superficie, mentre una parte affonderà: in questo modo il cibo si posizionerà su diversi livelli, permettendo anche ai pesci più timidi di nutrirsi. Il cibo in fiocchi è una sorta di antenato di quello in granuli.

Il cibo in scaglie, invece, è tutt’ora molto utilizzato per l’alimentazione di pesci dal basso valore commerciale, ma presenta poca varietà di sostanze nutritive; risulta più completo invece il cibo in pellet.


Cibo Per Pesci: Tipologie di cibo: surgelato, liofilizzato, fresco, vivo

Un’ottima soluzione è il cibo surgelato: essendo infatti naturale, e conservando spesso l’odore e le caratteristiche originarie, risulta molto più appetibile per i nostri pesci rispetto al cibo industriale precedentemente illustrato. Può essere però inquinante e alle volte addirittura tossico: dobbiamo quindi fare molta attenzione a scongelare solo la quantità esatta da somministrare, senza sottoporre il restante a pericolose variazioni di temperatura.

Il cibo liofilizzato conserva in buona parte gli aspetti positivi di quello surgelato, anche se contiene meno sostanze nutritive, e non ha lo stesso appeal per i nostri pesci; in compenso, però, è notevolmente più semplice da utilizzare.

Infine, è un’ottima idea quella di integrare gli alimenti precedentemente descritti con del cibo fresco, salutare e semplice da trovare: vanno benissimo gli avanzi di ciò che acquistiamo in pescheria, ma anche molte verdure, come carote, zucchine, spinaci, broccoli.

Ancor meglio poi l’alimentazione con cibo vivo: è sicuramente la più naturale, ma comporta non pochi problemi, come ad esempio il tempo e la pazienza di dedicarsi alle colture di larve e insetti.


Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: