Pitone albino

Caratteristiche

Il pitone albino è un morph del pitone, ovvero una variante del boide comune e in particolare del pitone reale, detto anche ‘pitone palla’ per la sua abitudine ad acciambellarsi, e del pitone moluro. I pitoni albini sono tra gli esemplari più belli, nonché, tra i più rari della specie. L’albinismo che li caratterizza nell’aspetto è causato da una mutazione genetica che interferisce sulla sintesi di un enzima, detto tirosinasi, che a sua volta influisce sul colore della pelle in quanto responsabile della melanogenesi. Questa mutazione conferisce all’animale una livrea di colore giallo limone con bande completamente bianche sui lati, in quanto risulta del tutto assente il pigmento nero. Altra caratteristica dell’albinismo è il colore rosso degli occhi. Attualmente sono stati classificati tre diversi tipi di pitone albino, in base alla quantità di pigmento giallo contenuto nella livrea. C’è quindi l’Albino comune, l’Albino faded e l’Albino High contrast. Il primo pitone bianco fu catturato in Africa nel 1989. Si trattava di un maschio ancora cucciolo del peso di circa 400 grammi. Presentava una livrea color giallo limone e bianco latte, con gli occhi color rosso. Un esempio perfetto di melanismo. Inizialmente risultò molto difficile tenerlo in cattività poiché rifiutava qualsiasi genere di cibo. Dopo qualche settimana cominciò a mangiare. Quando raggiunse i 700 grammi cominciarono a farlo accoppiare e già nel 1990 nacque la prima cucciolata. Al giorno d’oggi i ‘pitoni palla’ albini sono i serpenti più richiesti sul mercato.

pitone reale albino

Snakes Pitone Albino Birmano, 127 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,98€


Le specie

pitone albino Il morph albino si sviluppa nei pitoni reali e nei pitoni moluri. I pitoni albini conservano quasi inalterate le caratteristiche della specie di origine. Sono dei rettili appartenenti alla famiglia dei boidi e possono raggiungere anche notevoli dimensioni, ma, generalmente non superano i 4 metri. In particolare il pitone reale resta sotto i 2 metri, mentre quello moluro può superare tranquillamente i 4 metri. Sono caratterizzata da una livrea decorata da motivi geometrici a rombo e da piccole schegge, che nei pitoni comuni sono nere su fondo marrone chiaro, mentre in quelli affetti da albinismo sono bianco latte su fondo giallo limone. Essendo sprovvisti di denti del veleno, questi serpenti, uccidono le loro prede per costrizione ovvero avvolgendole nelle loro spire e soffocandole per poi ingoiarle per intero a partire dalla testa. Mangiano mammiferi, uccelli e sauri. Le prede devono essere proporzionate alla grandezza dell’animale poiché questi deve ingoiarle per intero. Caratteristica della specie dei pitoni è la presenza di fossette termo recettrici, dette organo di Jacobson che gli consentono di individuare le prede anche al buio percependo la variazione di temperatura dato dalla presenza di animali a sangue caldo. I pitoni sono animali crepuscolari, escono dalla tana solo dopo il tramonto per cacciare. Si riproducono nei mesi invernali e la femmina può deporre dalla 30 alle 100 uova che poi cova personalmente acciambellandosi sopra. La gestazione dura due mesi e piccoli appena nati misurano circa 55 centimetri. La maturità sessuale arriva intorno al terzo anno di età, quando il maschio arriva a misurare circa 3 metri.


  • serpente corallo Il Micrurus Fulvius, meglio noto come Serpente Corallo, è un rettile appartenente alla famiglia degli elapidi. E’ caratterizzato da un manto molto vistoso e lucente, con bande colorate rosse, gialle b...
  • taipan australiano I serpenti Taipan, il cui nome latino è Oxyuranus che significa serpenti dalla coda appuntita e con squame a forma di scudo, sono dei grossi serpenti australiani dal morso letale. Devono il loro nome ...
  • vipera La vipera, conosciuta anche come aspide, è un serpente appartenente alla famiglia delle Viperidi. Sono caratterizzate dal corpo tozzo, dalla coda corta e dalla testa di forma triangolare che si string...
  • Boa del madagascar Il Boa constrictor è un grosso serpente appartenente alla famiglia dei Boidi e deve il suo nome alla sua capacità di uccidere le prede avvolgendole con il corpo e soffocandole. Deriva il suo nome dal ...

Ernie Ball P04087 Tracolla, Pitone Albino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 52€


Allevamento

I pitoni albini rispetto ai pitoni comuni sono più difficili da allevare in cattività e richiedono una maggiore esperienza. Anche se le caratteristiche di allevamento sono le stesse della specie si tratta, comunque, di esemplari estremamente delicati. Infatti, come in tutti i casi di albinismo, anche questi rettili non possono sopportare la luce troppo forte e sono più inclini ad ammalarsi. Inoltre non è raro che oltre all’albinismo, questi pitoni, possano presentare anche altre malformazioni di carattere genetico. In genere sono più aggressivi rispetto ai pitoni comuni e quindi risulta più difficile maneggiarli da parte dell’uomo. Se non si è esperti si rischia di venire morsi. Anche l’alimentazione presenta problemi: i pitoni albini dovrebbero mangiare solo prede morte, ma molto spesso le rifiutano. Si tratta di serpenti che necessitano maggiore attenzione e dimestichezza rispetto ai più comuni pitoni palla o moluri e per questo sono sconsigliati per chi non ha esperienza nell’allevamento domestico di ofidi. Come per tutti i serpenti occorre tenerli in una teca – terrario – dove bisognerà garantirgli condizioni ambientali il più possibile simili al loro habitat naturale avendo particolare cura nel creare tane e nascondigli dove l’animale possa rifugiarsi per ripararsi dalla luce.


Pitone albino: Costi

Se si vuole acquistare un pitone albino allora bisognerà tenere in considerazione due fattori, ovvero, il costo e le dimensioni. In generale il pitone reale albino è più caro rispetto al moluro, poiché gli esemplari che hanno sviluppato il morph dell’albinismo sono molto rari. In un buon negozio di animali per acquistare un esemplare di pitone palla albino bisogna sborsare intorno ai 1000 euro e a volte anche di più a seconda dell’esemplare in vendita. Il pitone moluro albino costa, invece, qualche centinaio di euro. Il problema però è legato alle dimensioni, in quanto, il pitone reale difficilmente supera i due metri di lunghezza e quindi è più semplice da allevare in cattività. Il piitone moluro, invece, arriva a superare i 4 metri quindi è necessario avere a disposizione molto spazio se si decide di allevarlo in casa.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


13:57:58 -
Ryan - commento su Pitone albino
Oggi un pitone reale albino l£ho paghi sui 200-300 € Da allevatori, non conviene mai prendere serpenti o Altri tipi di animali in negozio, il motivo e che molto spesso I negozianti non conoscono bene i animali o adirittura ne anno paura così li lasciano per molto Tempo l nei rettilari senza lasciare al animale che si abitui al uomo. Un pitone reale albino non a affatto problemi, ne di salute n£è di pelle, io ne ho avuti già due e devo essere Sincero erano molto più vitali di altri.