Serpente tigre

Caratteristiche

Il Notechis scutatus, meglio noto come serpente tigre, è un serpente australiano tra i più velenosi al mondo. Appartiene alla famiglia degli Elapidi e può raggiungere anche i due metri di lunghezza. Esistono sei sottospecie di serpente tigre tutti originari dell’Australia. La specie più grande in assoluto è quella dell’ Isola di Chappell. Devono il loro nome alla particolare decorazione della livrea che imita le macchie del mantello di una tigre. La livrea può essere nera, arancio-marrone,oliva e gialla con bendature più o meno marcate. La parte della pancia è sempre più chiara. Hanno la testa tonda e gli occhi piccoli. Sono serpenti estremamente aggressivi e attaccano al minimo fastidio. Si nutrono essenzialmente di uccelli che cacciano arrampicandosi sui rami degli alberi e di piccoli mammiferi e roditori. I cuccioli mangiano rettili. Uccidono le loro prede con il veleno del loro morso e poi le ingoiano intere iniziando dalla testa.

serpente tigre

Fadeless carta con stampa safari,85gsm,48 fogli per confezione,215 x 279mm,6 design per ogni confezione,alligatori,serpenti,giraffe,ghepardi,zebre e tigri,per collage,5775-0 x 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,71€


Habitat naturale

e distribuzione

serpente tigre I serpenti tigre vivono esclusivamente nel continente australiano e principalmente nell’Australia meridionale e in Tasmania. Si adattano sia a temperature altissime sia a climi più freddi, ma tendenzialmente il loro habitat naturale è costituito da foreste pluviali, valli allagate dai fiumi e paludi. Non temono di avvicinarsi alle abitazioni umane in cerca di cibo e non è raro che attacchino l’uomo se si sentono minacciati. Tendono a nascondersi in anfratti tra le rocce, in buche nel terreno o all’interno di cavità negli alberi.

  • taipan australiano I serpenti Taipan, il cui nome latino è Oxyuranus che significa serpenti dalla coda appuntita e con squame a forma di scudo, sono dei grossi serpenti australiani dal morso letale. Devono il loro nome ...
  • serpente a sonagli Il Crotalo Adamantino Occidentale, meglio conosciuto come “serpente a sonagli”, è rettile della specie dei crotali, appartenente alla famiglia delle viperidi. Devono il loro nome alla particolare coda...
  • vipera La vipera, conosciuta anche come aspide, è un serpente appartenente alla famiglia delle Viperidi. Sono caratterizzate dal corpo tozzo, dalla coda corta e dalla testa di forma triangolare che si string...
  • mamba nero Il Dendroaspias polylepis, comunemente noto come mamba nero è uno dei rettili più pericolosi e velenosi finora conosciuti. Appartiene alla famiglia degli Elapidi, la stessa dei cobra,e può arrivare a ...


Riproduzione

I serpenti tigre sono una specie ovovivipera, il che significa che la femmina partorisce i cuccioli vivi, covando le uova nel suo ventre. La stagione degli amori inizia in gennaio – quando in Australia è estate - e continua per tutto il periodo estivo. Dopo l’accoppiamento la femmina può partorire dai 12 ai quaranta cuccioli che appena nati misurano non più di 25 centimetri, ma, sono già autosufficienti e in grado di uccidere con il loro morso. La madre, una volta partorito, si disinteressa completamente dei piccoli.


Serpente tigre: Il veleno

Il veleno del serpente tigre è di tipo neurotossico, ovvero, agisce sul sistema nervoso andando a bloccare tutti i muscoli del corpo e generando una progressiva paralisi anche degli organi interni. Nel veleno sono presenti anche tossine che interferiscono la coagulazione del sangue e che possono portare alla morte per emorragia interna. Il veleno di questi ofidi è tra i più pericolosi e letali esistenti al mondo e i loro morsi, se non trattati tempestivamente, possono condurre alla morte.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: