Bolognese

Storia del Bolognese

Il Bolognese è una razza canina poco diffusa che ha avuto la sua massima diffusione in Italia ed in Europa dal XV al XVIII secolo per poi incontrare una lenta e costante diminuzione del numero di esemplari. Diverse sono le tesi sull’origine della razza ma la più accreditata è quella che considera il Bolognese una razza originaria dell’India, arrivata in Grecia con le conquiste di Alessandro Magno intorno al IV secolo a.C.. Esiste anche una seconda tesi la quale sostiene che il Bolognese abbia avuto origini legate all’antica civiltà Egizia.

Dal XV secolo ed in particolare durante il periodo del Rinascimento, questa razza è stata particolarmente in voga e alla moda. Molto frequente era la presenza dei Bolognesi a corte e spesso venivano donati da principi e re come dono di benvenuto o come gesto di amicizia. Le piccole dimensioni, il carattere quieto ed il mantello particolarmente bello e caratteristico fecero apprezzare moltissimo il Bolognese in tutte le principali corti europee. Compagno di sovrani, regine e damigelle, questa razza ebbe ammiratori illustri come Cosimo de’ Medici e Filippo II di Spagna.

Verso la fine del XVIII secolo però iniziò il declino di questa razza, o meglio, si concluse l’epoca di massima diffusione del Bolognese. In Europa entrarono in voga altre razze come il Barboncino ed il Maltese e l’attenzione delle famiglie nobili si spostò su questi nuovi arrivi lasciando il Bolognese in disparte. Iniziò per questa razza un lungo periodo di crisi che culminò quando alla fine del XVIII secolo il Bolognese rischiò la completa estinzione. Nei secoli successivi il Bolognese restò praticamente nell’anonimato non trovando spazio nella società agricola. Negli ultimi anni c’è stata una riscoperta della razza e molte famiglie hanno scelto un Bolognese come animale da compagnia; come ai tempi delle corti reali, anche nei più moderni salotti di città questo cane si presenta come un perfetto casalingo: tranquillo, piccolo e sempre allegro.

foto bolognese

Canna pesca Bolognese Hunter 7 metri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42€


Caratteristiche del Bolognese

Il Bolognese è una razza da compagnia al cento per cento. Passare da una poltrona all’altra in un salotto o seguire di stanza in stanza il suo padrone saranno le attività preferite dal vostro cane se acquistate un Bolognese. Uno degli aspetti più piacevoli di questo cane è che a differenza di altri cani di piccola taglia il Bolognese non è mai invadente e non abbaia come gli altri “mini-dog”. Questo cane è talmente calmo e dolce che a volte sembra quasi pensare e assume espressioni e atteggiamenti che spesso fanno sorridere. Anche se a volte può sembrare un cane un po’ assente per via della sua calma, in realtà è sempre ben presente e vigile su tutto ciò che succede intorno a lui.

I rapporti del Bolognese con i bambini sono buoni ma non è un gran giocherellone; questo cane ama i più piccoli e li sopporta fino a quando questi non diventano invadenti o esageratamente pesanti. In effetti il Bolognese non ama muoversi più di tanto e non è certo un cane attivo e sportivo. Con gli sconosciuti questo cane è inizialmente duro e scontroso e abbaia ripetutamente per segnalarne la presenza e per farsi vedere, restando sempre diffidente e schivo.

Concludendo possiamo descrivere il Bolognese come un cane da salotto, che sta bene quando è coccolato in un caldo ed accogliente ambiente domestico.

Standard del Bolognese

All’apparenza il Bolognese risulta un cane molto serio e posato, di piccola taglia e caratterizzato dal pelo bianco ed arruffato. La testa deve essere lunga circa un terzo dell’altezza al garrese con cranio piccolo e squadrato e muso corto terminante con un tartufo nero molto evidente. Gli occhi sono tondi e grandi ma spesso nascosti da ciuffi di pelo e le orecchie sono lunghe, portate cadenti e coperte da lungo pelo. Il corpo del Bolognese è piccolo e corto ed ha profilo del dorso rettilineo. Gli arti anteriori sono corti e magri mentre i posteriori hanno cosce leggermente più muscolose. Il mantello ha peli lunghi a fiocco e bianchi, più corti solo sulla fronte. Il Bolognese è alto 27-30 cm al garrese nei maschi e 25-28 cm nelle femmine. Il suo peso va da 2,5 a 4 kg.


  • Bolognese Il Bolognese è un cane dalle nobili origini: diffuso fin dall’antichità –già Aristotele ne parla-, è rintracciabile nel corso della storia come animale da compagnia di dame e imperatori presso famigli...
  • Bolognese Col termine Bolognese si fa riferimento a una razza canina puramente italiana, definita solo all’inizio del secolo scorso: i cani di questa tipologia però sono noti fin dai tempi dell’antica Grecia, e...
  • bolognese nano Il Bolognese nano è un cane di piccolissime dimensioni, caratterizzato da un manto soffice, folto e dal colore bianco.Questo animale non si differenzia in modo eccessivo rispetto al classico bologne...
  • Barboncino bolognese. Le origini del barboncino bolognese, risalgono all'antichità, già a partire dal 500 a.C, quando si diffusero dei piccoli cani bianchi nel bacino del Mediterraneo, grazie anche al trasporto marittimo. ...

Kit Bolognese Canna Orion Bolo 6 m + Mulinello Auris 2000

Prezzo: in offerta su Amazon a: 58,9€


Alimentazione del Bolognese

Il Bolognese ha bisogno di una razione alimentare giornaliera davvero misera: sono sufficienti 100-150 grammi di alimento al giorno per soddisfare le sue esigenze. Non ha preferenze alimentari anche se è un cane che ama essere coccolato e viziato e a seconda dei gusti cercherà di imporre le sue preferenze al padrone.


Malattie del Bolognese

Il Bolognese vive circa dodici anni ma non è un cane molto rustico. La vita tra le mura domestiche è consigliabile anche per evitare che il cane prenda malattie. Il pelo va spazzolato quotidianamente anche perché è molto bello e deve essere valorizzato. La chioma del Bolognese non va tosata ma pettinata tutti i giorni e si può fare mensilmente un bagnetto al cane senza che il suo pelo si impoverisca.

Come per tutti i cuccioli, anche quelli di bolognese hanno bisogno di ricevere alcune cure e vaccinazioni fondamentali nei loro primi mesi di vita. Le vaccinazioni da fare al cucciolo sono principalmente quelle contro la parvovirosi, la leptospirosi, il cimurro, l'epatite infettiva e la parainfluenza.




COMMENTI SULL' ARTICOLO