Educatore cinofilo

Qualità necessarie per diventare un buon educatore cinofilo. Quali sono le scuole più riconosciute in Italia?

La figura dell'educatore cinofilo è presente in Italia da, circa, una decina di anni, ragion per cui l'iter, per ottenere il titolo, è in via di determinazione solo da poco tempo. I requisiti essenziali per diventare un addestratore cinofilo sono: l'innato amore per gli animali ed, in particolare, per i cani; la pazienza e la fermezza nel comando, poiché il cucciolo deve riconoscere, nel suo educatore, un leader; essere in grado di comprendere i comportamenti del cane per poter comunicare con lui e poter instaurare un rapporto basato sulla fiducia. Detto questo è necessario distinguere il mestiere dell'educatore dal mestiere dell'addestratore. Entrambi devono, certamente, possedere le stesse qualità, ma mentre l'educatore si propone di lavorare con cani di associazioni e di privati, il secondo ha il compito di addestrare cani per le forze dell'ordine e per i corpi speciali. Le scuole più riconosciute, sono: l'Apnec (Associazione Professionale Nazionale per Educatori Cinofili) e l'Enci (Ente Nazionale Cinofilia Italiana) ed un corso sulle tecniche di allevamento del cane di razza e sull'educazione cinofila è offerto, anche, dall'Università di Pisa.
Addestratori di cani

«Il cane da ferma». Caccia, prove addestramento, conduzione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,2€
(Risparmi 8,8€)


Principali compiti dell'educatore cinofilo

Addestrando più cani allo stesso tempo All'educatore cinofilo si rivolgono sia le associazioni che i privati che desiderano essere aiutati per gestire i comportamenti dei propri compagni pelosi. Il compito fondamentale dell'educatore è quello, per l'appunto, di educare cane e padrone a convivere l'uno con l'altro in armonia e di risaltare le qualità del cane attraverso un adeguato e lungo addestramento. È importantissimo che l'educatore sia in grado di individuare ogni comportamento del cane, visto che i nostri amici cinofili si esprimono attraverso la mimica facciale (con la testa o la posizione delle orecchie), la postura del corpo (attraverso la posizione della coda, per esempio), abbaiando e ringhiando o mediante guaiti. La corretta interpretazione del loro comportamento, infatti, permette all'educatore di comprendere il loro modo di espressione e, di conseguenza, comunicare con lo stesso attraverso gesti e linguaggio.

    L'addestramento del cane da utilità e da difesa

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,05€
    (Risparmi 1,95€)


    Quali addestramenti sono possibili e quali compiti possono avere i cani?

    A scuola di addestramento Il cane, quale fedele amico dell'uomo, di natura, è l'animale che sta più accanto al padrone, che lo sostiene e lo aiuta psicologicamente e materialmente. Per queste sue caratteristiche è più portato ad essere addestrato in vari compiti difficili e meno.A seconda della razza, della sua disposizione naturale e della stazza i cani possono essere addestrati dal proprio educatore cinofilo per svolgere diverse mansioni. Ci sono cani addestrati per compiti assai difficili quali diventare un cane al servizio delle forze dell'ordine e per essere più precisi: cani antidroga, antimine, antiesplosivi, cani poliziotto, ecc. ecc. Altri sono più adatti ad altri incarichi, tra i quali annoveriamo: cani da slitta, guida per i ciechi, atti alla pet therapy, da pastore, da soccorso alpino, da caccia, per diabetici, cani bagnino e molto di più.Questi cani non sono diversi dagli altri o più intelligenti e con doti superiori, ma hanno avuto la fortuna di essere stati educati e seguiti, per un buon periodo di tempo, da un addestratore che ha tirato loro fuori qualità che, anteriormente, non erano individuabili.


    Educatore cinofilo: Come si diventa educatore cinofilo e quali guadagni comporta diventarlo?

    Un buon educatore cinofilo ricompensa il proprio cane per il buon lavoro effettuato Come affermato precedentemente la professione dell'educatore è nata recentemente. Nonostante questo, esiste una gran varietà di corsi che si possono effettuare, anche se alcuni (spesso molto più economici rispetto ad altri) sono proposti da associazioni poco serie. Un corso che prepari correttamente l'educatore cinofilo, deve provvedere non solo ad un efficiente apprendimento teorico, ma completare quest'ultimo con un'ottima preparazione pratica, direttamente sul campo. Per questa stessa ragione il corso non può né essere di breve durata né richiedere prezzi irrisori ed inadeguati ad livello di training del quale si avrà bisogno per esercitare il mestiere.Si, perché di un vero e proprio mestiere si tratta e a sostenere questa teoria c'è la crescente richiesta di addestratori ed il fatto che il minimo che un libero professionista guadagna si aggira sui settecento euro. Se abbiamo una passione per i cani, quindi e qualche settimana di tempo a disposizione perché non pensare seriamente ad intraprendere un corso del genere?



    COMMENTI SULL' ARTICOLO