allevamenti cani

Gli allevamenti di cani

Spesso si sente parlare di ‘allevamenti di cani’, o di acquistare cani in allevamento… ma cos’è di preciso un allevamento di cani? Semplice, è un luogo in cui si allevano cucciolate di una determinata razza, fatte nascere tramite incroci controllati, così da garantire la purezza degli esemplari; ovviamente, i cuccioli sono poi destinati alla vendita. Ci sono allevamenti diffusi in tutta Italia, dal Nord al Sud, e se vogliamo acquistare un cane di razza non avremo difficoltà a trovare un allevamento nella nostra zona. Ci sono però diverse cose a cui fare attenzione, per evitare di incappare in frodi o in cagnari senza scrupoli travestiti da allevatori. Al giorno d’oggi, infatti, quasi chiunque può fregiarsi del titolo di allevatore, e persino chi importa cani dall’est spesso ha tanto di insegna affissa “allevamento di Pinco Pallino” fuori alla propria struttura. Sta a noi, quindi, l’onere di difenderci dalle frodi e di distinguere un allevatore realmente serio e competente, da uno che non ama i cani e li alleva e vende solo per profitto, con tutte le conseguenze del caso.
allevamenti cani

AmazonBasics - Cuccia Rialzata per Cani - Piccola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,99€


Acquistare un cane in allevamento

allevamenti caniMa andiamo con ordine: perché un privato dovrebbe acquistare il proprio cane in allevamento? Con tutti i cani che ci sono in canile, o i randagi che sono in strada, o i cuccioli regalati da persone che non possono tenerli, non sarebbe meglio adottarne uno? Su questo c’è un’annosa disputa tra allevatori e animalisti, due categorie che probabilmente non raggiungeranno mai un accordo. Ma una cosa è certa: adottare un cagnolino è una cosa bellissima, e, se vogliamo semplicemente una presenza a quattro zampe che ci faccia compagnia, non c’è niente di male nel rivolgerci a un canile o alla signora che dà via una cucciolata che non può accudire. Ma, se vogliamo un cane di razza, l’allevamento è e resta la scelta migliore. Innanzitutto sfatiamo un mito: non esistono cani di razza senza pedigree. Il pedigree è la carta di identità del cane, quello che attesta la sua discendenza e la sua purezza, e che ne definisce la razza. Un cane senza pedigree può assomigliare, per caratteristiche fisiche e caratteriali, a un cane di razza, ma questo comunque non basta a renderlo tale. Diffidiamo quindi di sedicenti venditori che dicono di avere a disposizione “cani di razza purissima ma senza pedigree”… probabilmente cercano solo un modo per truffarci, e per farci spendere soldi per un cane che comunque non potrà partecipare ad expo o gare ufficiali. Il cane d’allevamento si paga profumatamente, è vero, ma ciò che in realtà stiamo pagando è la qualità: un allevatore serio seleziona accuratamente gli incroci, e quindi quello che ci venderà sarà un cucciolo puro, che rispetta le caratteristiche estetiche e caratteriali di quella determinata razza, che sarà sano e avrà un bassissimo rischio di contrarre malattie genetiche. Vale quindi la pena di spendere un po’ di più all’inizio, ma evitare di ritrovarci dopo qualche mese con un cane con tratti fisici anomali, o, peggio, malato.

  • Jack Russel Esistono più di trecento razze canine, di taglie diverse a partire dal chihuahua mini, giusto per fare un nome, fino ad arrivare all'alano.Scegliere di acquistare un cane di razza comporta una spesa...
  • cuccioli di micio Quando si amano i gatti in modo esagerato, capita di avere il desiderio di provare la gioia della nascita, vedere i cuccioli della propria adorata gatta di casa. Così le si concede l'accoppiamento. Cu...
  • allevamento L’allevamento in linea di massima è un luogo costituito da una tenuta all’aperto e una o più strutture chiuse, solitamente fuori dal centro abitato, in cui è presente un complesso ed uno staff qualifi...
  • Allevamento cani caccia L’allevamento dei cani da caccia non può esser qualcosa che viene lasciato al caso, anzi, deve esser una scelta ben ponderata. Per questo motivo è sempre bene rivolgersi a personale esperto che lavora...

Allevamento e cura del cane

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,62€
(Risparmi 1,88€)


allevamenti cani: Come riconoscere un buon allevamento?

Allora basta acquistare un cane in allevamento per andare sul sicuro? Sfortunatamente, no. Innanzitutto, accertiamoci che l’allevatore da cui andiamo ad acquistare il cucciolo sia riconosciuto dall’ENCI, l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana… ciò assicura già un certo grado di serietà, ma non è comunque abbastanza. Dovremo lasciarci guidare anche dal nostro buonsenso. Un allevatore serio non alleva mai troppe razze alla volta; giusto un paio, massimo tre o quattro (in tal caso con pochi esemplari per ogni razza), non di più. Allevare una razza richiede studio e dedizione, chi ne alleva troppe contemporaneamente evidentemente non presta la dovuta attenzione. Inoltre, in un allevamento non dovrebbero esserci mai troppe fattrici all’opera in contemporanea: mai più di una decina, meglio ancora cinque o sei. In tal modo è garantito che ogni cucciolata venga seguita con la massima cura. Un allevatore che conosce il proprio mestiere non vende mai cuccioli troppo piccoli (mai di età inferiore ai 60 giorni), mai cuccioli che non hanno fatto almeno una vaccinazione, e soprattutto ci rilascia tutti i documenti necessari: pedigree, certificato sanitario, e qualsiasi altra cosa dovessimo richiedere. C’è poi un’ultima discriminante fondamentale che ci permette di capire il tipo di allevatore che abbiamo di fronte: il rapporto che ha con i propri cani. Se l’allevatore in questione ama i propri cani ed è ricambiato, se continua a tenere con sé anche i vecchietti, ormai non più utili a scopo riproduttivo (o comunque si assicura che vengano affidati a famiglie che possono accudirli), se i cani scodinzolano e gli fanno le feste quando lo vedono, siamo sicuramente di fronte a una persona che ama il proprio lavoro. Se invece vediamo che i cani sono indifferenti all’allevatore, o, peggio, si mostrano intimoriti, è il caso di rivolgerci altrove.



COMMENTI SULL' ARTICOLO