negozio animali

Comprare animali in negozio

Chi si appresta a prendere con sé un animale, si trova subito di fronte a un’importante scelta: acquistarlo o adottarlo? Dato l’enorme numero di randagi e trovatelli ospitati nei rifugi, la scelta preferibile è quella di adottarlo. Togliere un cucciolo dalla strada o da una gabbia, e dargli un’esistenza felice, in famiglia, con cibo e coccole a volontà, è un bellissimo atto da compiere, e sicuramente sarà ricompensato a dovere dall’animale: i cani presi in canile o tolti dalla strada sono generalmente i più affettuosi e devoti. Se proprio, invece, non possiamo fare a meno di desiderare un cane blasonato, è consigliabile rivolgersi a un allevamento specifico di quella determinata razza. Acquistare un cane in allevamento costa un po’, ma almeno siamo sicuri che avremo un cucciolo con tutte le caratteristiche che desideriamo: sarà di razza, avrà una discendenza genealogica impeccabile, sarà dotato di pedigree, microchip e libretto sanitario, sarà sverminato, svezzato e avrà già fatto almeno una vaccinazione. La scelta dell’allevamento migliore in cui acquistare il cucciolo può essere lunga e non proprio agevole, ma alla fine i nostri sforzi saranno ricompensati da un cane che, crescendo, non ci darà problemi. Diverso invece il discorso per quanto riguarda i negozi di animali. In linea di massima, comprare animali in negozio è sconsigliabile: spesso infatti si tratta di cuccioli importati dall’est, o di cuccioli usciti dalle cosiddette “fabbriche di cuccioli” (allevamenti intensivi in cui l’unico obbiettivo è far riprodurre gli animali, a scapito anche delle loro salute). I cuccioli che sopravvivono alle disastrose condizioni igienico-sanitarie in cui sono nati, e al trasporto ancor più traumatico, daranno quasi sempre dei problemi in futuro. Problemi innanzitutto di natura fisica, poiché spesso contraggono malattie e patologie di vario genere, ma anche problemi di natura comportamentale: si tratta infatti di cani traumatizzati, spesso tolti alla madre da piccolissimi, che hanno pessime esperienze in quanto a rapporti con gli umani, ed esperienza quasi nulla di rapporti con i propri simili. Saranno quindi degli adulti (posto che abbiano la fortuna di raggiungere l’età adulta) turbolenti e difficili da gestire. E’ anche vero che non bisogna fare di tutta l’erba un fascio: ci sono anche gestori di pet shop che non espongono gli animali in vetrina come se fossero merce, ma si limitano semplicemente a ricevere gli ordini che vengono loro fatti, e a procurarsi da un allevamento serio un cane che corrisponda a quanto richiesto, in modo da evitare a noi l’onere di girare per allevamenti e scegliere il cucciolo.
negozio animali

PLAYMOBIL Negozio di Animali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,9€


Negozio di articoli per animali

negozio animali Diversissimo invece il discorso per quanto riguarda i negozi che vendono articoli per animali. Questi sono luoghi davvero importanti per chi possiede già un cucciolo, poiché sono forniti di tutto il necessario per assicurargli una vita confortevole. Durante i primi mesi della nostra esperienza con un animale in casa, sperimentiamo un po’ i vari negozi di articoli per animali della nostra zona, in modo tale da poter scegliere quello che ci piace di più, quello più fornito e in cui i negozianti sono più cordiali e competenti. In questo tipo di negozi possiamo trovare di tutto e di più. A cominciare da quello che serve per l’alimentazione del nostro cane: mangimi secchi e mangimi umidi di tutte le tipologie (un negoziante competente saprà anche sicuramente guidarci nella scelta del cibo più adatto per il nostro cane), biscottini, spuntini e ricompense. Troveremo anche saponi e altri prodotti per l’igiene del nostro amico a quattro zampe, nonché collari, guinzagli, medagliette, spazzole… insomma, scegliere il negozio di animali di fiducia è uno step importantissimo per chi possiede un cane (o altro animale). Ricordiamo sempre una cosa, però: il negoziante non è un veterinario, per quanto appassionato di animali, e per quanta esperienza possa avere nel campo. Va bene chiedergli consigli di tanto in tanto, ma, se il nostro cucciolo non sta bene, rivolgiamoci sempre ad una clinica o a uno studio veterinario. La salute dei nostri pelosi è importantissima e non va presa sotto gamba.

  • foto cibo cane Gli animali progenitori dei cani erano carnivori, come sono tutt'ora animali come i lupi; la millenaria vicinanza con l'uomo, e con i suoi usi alimentari, ha nel tmepo modificato la dieta del cane, ta...
  • foto del weimaraner Questo fantastico bracco prende il nome dai granduchi di Sassonia-Weimar, famosi allevatori del XVIII secolo che si prodigarono per la selezione di questa razza. In realtà però le origini del Weimaran...
  • foto lapphund Il Lapphund, come si può intuire già dal nome, è un cane che ha storia ed origini strettamente intrecciate con la popolazione dei Lapponi. I Lapponi apparvero nella penisola scandinava molte migliaia ...
  • foto norsk lundehund La storia di questo cane di media taglia norvegese è una storia di specializzazione canina più unica che rara. Il Norsk Lundehund infatti è un cane che nel corso dei secoli non solo si è specializzato...

Il labrador al lavoro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,56€
(Risparmi 9,24€)


negozio animali: Negozio per animali online

Con l’utilizzo sempre più diffuso di internet e della tecnologia, si sono andati sviluppando anche siti che sono dei veri e propri negozi per animali online. In ognuno di essi troveremo cataloghi con tutti i prodotti disponibili, e spesso hanno una scelta di prodotti molto più vasta rispetto a quella dei negozi ‘reali’, per così dire. Abbiamo inoltre la comodità di poter scegliere tutto ciò che vogliamo stando seduti di fronte al pc, e di vedercelo recapitare direttamente a casa, spesso con costi di spedizione davvero esigui. I negozi online sono quindi una valida alternativa a quelli fisici, almeno per certi tipi di acquisti, ma comunque non dovrebbero sostituirli completamente: può essere prezioso, all'occorrenza, l’aiuto e il consiglio di una persona in carne ed ossa.



COMMENTI SULL' ARTICOLO