Pastore belga groenendael

Cuccioli pastore belga

Il pastore belga è una razza suddivisa in quattro varianti: Groenendael, Laekenois, Malinois e Tervueren. I cuccioli di ogni singola variante della razza provengono da genitori entrambi appartenenti a quella data variante, e gli incroci sono vietati; in sostanza si potrebbero considerare quasi come razze distinte. Le sostanziali differenze tra i cuccioli dipendo prevalentemente dal colore del mantello, e dalla lunghezza. Sono animali affettuosi e docili, e da piccoli non necessitano di particolari cure, anche se nascono con il pelo folto e fitto, ed è consigliabile abituarli già da cuccioli a venire spazzolati frequentemente, in modo da mantenere il mantello lucido e in piena salute. L'alimentazione deve essere completa e bilanciata, e contenere tutti i nutrienti necessari per lo sviluppo del cucciolo, con prevalenza di proteine animali; dopo lo svezzamento prediligete cibo secco, che permette una corretta dentizione, e mantiene i piccoli denti e le gengive in salute.
Cucciolo di pastore belga

Cane da pastore belga Groenendael Orologio da parete al quarzo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,38€


Pastore belga: caratteristiche della razza

Pastore belga Groenendael adulto I progenitori del pastore belga sono gli stessi del pastore tedesco, e in effetti la struttura tipica degli adulti delle due razze è molto simile; al garrese possono arrivare a misurare 60 cm, per circa 30 kg di peso negli esemplari maschi adulti. Sono animali equilibrati, con un corpo snello e tonico, con buona muscolatura; il pelo differisce per colore e struttura nelle quattro diverse varianti della razza, ma in linea generale è folto e compatto, e permette all’animale di non temere il freddo e le piogge: sono cani che amano stare all’aperto, anche durante i mesi invernali. Sono cani da lavoro, utilizzati ancora oggi come cani da pastore, ma visto la facilità all'addestramento i cani da pastore belga possono venire utilizzati anche come cani della protezione civile, per aiutare durante le diverse calamità naturali, quali terremoti, valanghe, alluvioni. Rispetto al cugino, pastore tedesco, hanno un pelo più lungo e folto e un muso più sottile ed appuntito.

    Obiettivo zootecnico sul cane da pastore belga. Groenendael, Tervueren, Malinois, Laekenois: 2

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 36€


    Pastore belga: il carattere

    Pastore belga MalinoisQuesti cani sono stati selezionati molti decenni fa come cani da pastore; questo tratto distintivo è presente, innato, in ogni singolo esemplare. In quanto cani da pastore, sono perfetti per vigilare un gregge di pecore, ma anche come cani da guardia, in quanto hanno un forte senso del territorio e sono in grado di vigilare qualsiasi cosa, dai bambini fino alla proprietà di famiglia. Sono animali intelligenti e attivi, pronti a difendere la loro famiglia e soprattutto il proprietario. Vengono utilizzati anche come cani per ciechi, o come cani da valanga, grazie alla facilità di addestramento, ed alle loro doti di agilità e ubbidienza. Sono cani docili e affettuosi, che amano stare con la loro famiglia di adozione, e fanno facilmente amicizia anche con gli estranei e con gli altri cani. Nelle passeggiate tendono a controllare dove si muove il loro proprietario, non perdendolo mai d'occhio. Sono cani affettuosi, adatti anche a chi ha dei bambini; amano giocare ed esplorare la natura.


    Pastore belga groenendael

    Adulto di pastore belgaLa variante groenendael del pastore belga è la più diffusa, e anche la prima che venne riconosciuta ufficialmente, all'inizio del 1900. Questi cani sono di taglia media, e presentano un pelo folto, fitto e lungo, che tende ad accorciarsi sulla testa e sulle zampe; hanno orecchie erette, triangolari, che danno un aspetto un poco spigoloso a tutto il muso sottile. La peculiarità, rispetto alle altre tre varianti, sta nel pelo completamente nero, lucido e lungo. Il primo allevatore che selezionò cuccioli di pastore belga groenendael fu tale Nicolas Rosé, che fece accoppiare due cani che presentavano macchie bianche sulle zampe e sul petto: tra i cuccioli un esemplare maschio nacque completamente nero, e fu il progenitore di tutti i pastori belga groenendael presenti oggi in Europa, di nome Duc de Groenendael.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO