Boxer tigrato

Caratteristiche del boxer tigrato

Il boxer tigrato presenta un carattere allegro e giocherellone, che lo accompagna anche in età adulta.Una particolarità che lo distingue dalle altre razze canine è l'affetto che distribuisce verso tutti i componenti della famiglia in parti uguali. La sua indole curiosa lo porterà a seguire ogni componente della famiglia in ogni stanza, in cerca di un contatto fisico per lui così importante. Si tratta di un cane che soffre moltissimo la solitudine, che può vivere all'interno di un appartamento purché con la presenza quasi costante di almeno un membro della famiglia. Se lasciato solo, molto spesso sfogherà la propria tristezza distruggendo i mobili di casa e, se il proprietario proverà a risolvere il problema lasciando il cane in giardino, pensando che potrà così sfogare il proprio bisogno di moto, finirà per trovarsi uno spazio verde completamente costellato di buche. Il boxer ama trascorrere del tempo all'aria aperta, e lanciarsi in occasionali corse, ma solo se in compagnia del padrone.
Esemplare di boxer tigrato

STÓR - Boxer in Bambù [Pacco da 2] - Mutande antibatteriche in Bambù e cotone ecologico - Intimo Assorbente e Traspirante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,95€


Alimentazione del boxer tigrato

Boxer tigrato durante una passeggiata Il boxer tigrato è un molossoide, e la sua crescita risulta molto rapida fin dai primi mesi di vita. Per questo motivo è estremamente importante seguire attentamente le indicazioni sulla quantità giornaliera di cibo da somministrare in base all'età. Ad un boxer giovane verrà somministrato un cibo in grado di garantire il giusto apporto di calcio per lo sviluppo delle ossa e di vitamine e minerali per una corretta crescita. La dieta di mantenimento dell'età adulta invece dovrà tenere conto del tipo di attività svolta dal cane: chiaramente un cane che rimane giornate intere sdraiato sul divano necessiterà di una quantità minore di cibo di un boxer che trascorre intere giornate all'aria aperta. Pertanto sarà sempre opportuno valutare con un veterinario di fiducia la giusta quantità di cibo da somministrare al proprio cane. Indicativamente possiamo dire che la dose giornaliera media è di 450 grammi di carne e 350 grammi di mangime, da suddividere in due pasti principali per evitare torsioni dello stomaco, a cui il boxer tigrato è particolarmente soggetto.

  • foto del boxer Per cercare le origini profonde del Boxer bisogna andare molto indietro nel tempo, addirittura all’epoca dei fenici, che sembra furono il primo popolo a portare in Europa i molossi, cani con la testa ...

STÓR - Boxer in Bambù - Mutande antibatteriche in Bambù e cotone ecologico - Intimo Assorbente e Traspirante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,1€


Malattie del boxer tigrato

Boxer durante una visita veterinaria La particolare forma del muso del boxer tigrato lo espone, durante i mesi più caldi, a problemi di respirazione. Per cercare di ridurre al minimo il problema è molto importante prevedere, in caso di giornate trascorse in giardino, degli spazi ombreggiati dove il cane possa trovare ristoro quando le temperature divengono molto alte. Una delle principali malattie a cui il boxer tigrato è soggetto è l'insorgenza di tumori. Si tratta di una razza particolarmente esposta a questa grave patologia. Soltanto la prevenzione può aiutare a risolvere il problema. Molto importante quindi stabilire con il proprio veterinario un check-up completo una volta all'anno, con analisi che permettano di rivelare la malattia anche se ancora all'inizio. Un intervento tempestivo infatti permette molto spesso di salvare la vita all'animale.


Boxer tigrato: Il boxer tigrato cucciolo

Boxer con cuccioli Il boxer cucciolo presenta, come molti altri cani di razza, zampe corte e sproporzionatamente grandi rispetto al corpo. Di carattere giocherellone fin dai primi passi, conserverà questo spirito di gioco anche in età adulta. La sua alimentazione deve essere ben controllata. Nelle prime settimane di vita andrà nutrito solo col latte materno, per permettergli di sviluppare tutti gli anticorpi. Poi pian piano si procederà allo svezzamento, alternando il latte materno a pappe semisolide con cibo secco inumidito con una quantità di acqua che andrà gradualmente ridotta. Molto importante, se non si dispone di un giardino, abituarlo fin da cucciolo ad orari regolari di uscita per la consueta passeggiata. Il boxer tigrato si dimostrerà, fin da cucciolo, molto affezionato a tutti i componenti della famiglia, con un occhio di riguardo ai bambini che ama particolarmente. Non a caso infatti è stato definito il miglior baby sitter a quattro zampe.



COMMENTI SULL' ARTICOLO