ricette per cani

Cani e alimentazione casalinga

La dieta del cane è, esattamente come per gli umani, un tassello base della sua vita; una dieta corretta ci aiuterà a mantenere il nostro Fido forte e in salute, e gli darà tutte le energie che gli servono per svolgere le sue attività quotidiane. Esistono in commercio mangimi industriali completi, sia secchi che umidi, che (nelle giuste dosi) soddisfano pienamente il fabbisogno giornaliero del nostro cane; se però vogliamo essere più tranquilli riguardo alla qualità degli alimenti, o se semplicemente abbiamo del tempo a disposizione per coccolare il nostro cane, possiamo optare per un’alimentazione casalinga. Attenzione! Alimentazione casalinga non significa dare al cane gli avanzi del nostro cibo, ma preparargli separatamente i pasti seguendo apposite ricette. Il cane infatti è sempre, di base, un carnivoro, e non un onnivoro come noi umani; sebbene integrare nell’alimentazione altri cibi sia consigliabile, la sua dieta deve comunque restare prevalentemente proteica. Quindi il tassello chiave dell’alimentazione di Fido sarà la carne (sempre cotta, e non condita); è possibile dargli anche del pesce, o, massimo un paio di volte a settimana, un uovo. Latte e derivati sono ammessi, se ben tollerati, ma sono comunque da evitare formaggi molto stagionati, salati o con spezie. Va inserita nella dieta del nostro amico a quattro zampe anche una certa quantità di carboidrati, sottoforma di pasta o riso, o anche riso soffiato. E’ importante che la pasta sia molto ben cotta, poiché i cani fanno fatica a digerirla, e assolutamente cotta in acqua non salata: i cani infatti, a differenza nostra, non sudano, quindi il sale in eccesso andrebbe ad affaticare i reni. Sì anche all’integrazione nella dieta di lipidi (un cucchiaino di olio di mais un paio di volte a settimana contribuisce a rendere il pelo lucido e morbido), di fibre (frutta e verdura, utili soprattutto per i soggetti che soffrono di stipsi), e, all’occorrenza, di vitamine e sali minerali. Assolutamente da bandire invece il cioccolato e i dolci in genere, gli alimenti conditi, salati o speziati, gli insaccati, i cibi troppo freddi o troppo caldi. Ricordiamo inoltre di lasciare sempre a disposizione di Fido una ciotola di abbondante acqua fresca.
ricette cani

Le migliori ricette per il tuo cane

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,17€
(Risparmi 0,73€)


Preparare ricette per cani

ricette cani Che piatti possiamo preparare al nostro cane? In realtà, girovagando un po’ su internet o in qualche libreria ben fornita, ci imbatteremo in siti e libri interi dedicati all’argomento: abbiamo solo l’imbarazzo della scelta! Se non siamo dei cuochi provetti, ci conviene cominciare dal pasto più semplice (e completo) per il nostro amico a quattro zampe: carne con riso e verdure. E’ un piatto molto semplice da preparare, e ha varianti pressoché infinite. Per quanto riguarda la carne, scegliamo quella che il nostro cane preferisce, e comunque variamola di volta in volta: tacchino, pollo, manzo, vitello, sempre tagliati in piccoli pezzetti. Per quanto riguarda le verdure, possiamo utilizzare dei mix già pronti, o optare per le verdure fresche, più ricche di vitamine e sali minerali. In caso di mix già pronti, facciamo attenzione che non contengano verdure poco tollerate dai cani, come la cipolla, l’aglio e il cavolo. Mettiamo a cuocere la carne in padella con un po’ d’acqua, e aggiungiamo le verdure, per farle appassire un po’. A parte bolliamo il riso (va bene anche il riso integrale, o la pasta, purché molto cotta) in acqua rigorosamente non salata. Infine mescoliamo il tutto. All’occorrenza, possiamo aggiungere a questa ‘pappa base’ anche altre cose, come vitamine o uova, se il nostro Fido dovesse aver bisogno di una spinta energetica in più. Per quanto riguarda le quantità dei singoli alimenti, sarebbe assurdo fare un discorso generale; tutto dipende infatti dalla razza, dalla taglia, dall’età e dallo stile di vita del cane, e sarà il veterinario a consigliarci le dosi giuste per garantirgli un’alimentazione equilibrata.

  • foto cibo cani Da secoli vicini all'uomo, cani e gatti ci accompagnano con la loro simpatia e il loro affetto; le nostre nonne sfamavano i loro animali domestici con quello che avanzava in tavola, i veterinari ci in...
  • foto cibo cane Gli animali progenitori dei cani erano carnivori, come sono tutt'ora animali come i lupi; la millenaria vicinanza con l'uomo, e con i suoi usi alimentari, ha nel tmepo modificato la dieta del cane, ta...
  • foto veterinaria I cuccioli di cane, quando vengono correttamente allattati dalla madre nei primi giorni di vita, ricevono da essa i principali anticorpi che li proteggono dalle malattie infettive (tramite il “colostr...
  • foto manchester terrier Inizialmente in Gran Bretagna, la patria dei Terrier, non c’erano così tante razze come al giorno d’oggi o meglio, c’erano molte razze ma quelle riconosciute erano solamente due. La prima era il “Terr...

Ricette fai da te per cani e gatti. Un'alternativa sana per nutrire con tranquillità i propri beniamini

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,65€
(Risparmi 4,35€)


Ricette per cani in occasioni speciali

E se invece volessimo viziare il nostro cane con qualcosa di più particolare? Niente paura, esistono decine e decine di ricette più elaborate, e molte di esse, come riuscita estetica finale, non hanno nulla da invidiare alle ricette ‘umane’. Su internet si trovano ricette per biscotti di ogni genere, da usare ad esempio come ricompensa quando il cane si comporta bene, ghiaccioli per rinfrescarlo in estate, bocconcini appetitosi e opportunamente forati al centro per poterci inserire una pillola (chiunque ha un cane, infatti, sa bene quanto sia difficoltoso convincerlo a prendere medicine), e chi più ne ha più ne metta. Esistono perfino delle ricette di torte di compleanno! Il segreto di questi ‘dolci’ è il sostituire quasi completamente lo zucchero (alimento da evitare) con la frutta, che invece il cane può mangiare tranquillamente. Va comunque sottolineato che si tratta sempre di dolci eccezioni alla dieta, da elargire a Fido una volta ogni tanto, e che non devono diventare un’abitudine.




COMMENTI SULL' ARTICOLO