cuccioli pastore tedesco in regalo

Cuccioli di pastore tedesco

Il pastore tedesco è sicuramente tra le razze di cani più conosciute: cane di buon carattere, amato da tutti, è famoso anche per le numerose apparizioni in film e serie televisive. Si tratta di un cane di taglia medio grande, dotato di corpo allungato ma muscoloso e saldo. La testa è cuneiforme, le orecchie triangolari ed erette, il muso lungo e robusto, gli occhi leggermente a mandorla. Il pelo è corto, duro e compatto, dotato di folto sottopelo e ben aderente al corpo. Per quanto riguarda il colore, quello più noto è sicuramente il nero con focature marroncine, rossicce o grigie; lo standard della razza ammette però anche esemplari di un unico colore, come nero o grigio. Non è ammesso invece il colore bianco, sebbene siano tollerate delle piccole sfumature chiare all’interno di uno dei sopracitati tipi di manto. Caratterialmente, i pastori tedeschi sono degli animali molto equilibrati, forti ma pacifici, soprattutto con la propria famiglia; questo li rende adatti anche a famiglie con bambini, purché si insegni loro a rispettare l’animale. Se vogliamo prendere con noi un cucciolo di pastore tedesco, il consiglio è quello di rivolgerci a un allevamento, che ci fornirà un cane di discendenza accertata e dotato di tutta la documentazione necessaria. Prima di procedere all’acquisto, assicuriamoci di aver scelto un allevatore serio e affidabile. Se invece non siamo interessati particolarmente ad avere un cane blasonato, ma cerchiamo solo un cucciolo le cui caratteristiche ricordino quelle di un pastore tedesco, basterà fare un giro in canile: troveremo sicuramente un cagnolino che fa al caso nostro, e che potremo portare a casa a costo zero.
pastore tedesco

Bling carina calda Fonpoo regolabile Pu pelle cane cucciolo Pet collare cucciolo gatto collana girocollo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Alimentazione dei cuccioli di pastore tedesco

pastore tedescoPer quanto riguarda l’alimentazione del cucciolo di pastore tedesco, molto varia in base all’età dell’animale. Un cane molto piccolo, ad esempio, avrà bisogno di essere alimentato con del latte apposito per cuccioli (il latte vaccino non va bene in questi casi, assolutamente), e i pasti dovranno aver luogo a distanza di poche ore l’uno dall’altro. Fortunatamente questa è una situazione limite, che ci troveremo ad affrontare solo in caso di cuccioli trovatelli, o che hanno perso la madre ecc. I cani che prendiamo in allevamento o in canile, invece, hanno sempre almeno due mesi d’età, e quindi hanno già attraversato la delicata fase dello svezzamento: sono perfettamente in grado di mangiare cibo solido, il che ci semplifica la vita non di poco. Per quanto riguarda la tipologia di cibo da dare al cucciolo, è consigliabile un consulto veterinario: ci verrà indicata la quantità corretta di cibo da somministrare a Fido giornalmente, e ci verranno anche consigliate le marche migliori. In commercio, comunque, troviamo tantissimi mangimi industriali (sia secchi che umidi) adatti per cani in fase di crescita, che assicureranno al nostro cucciolo l’apporto di tutti i nutrienti necessari. E’ sconsigliata, invece, almeno durante la delicata fase dello sviluppo, un’alimentazione casalinga; rischieremmo facilmente di sottoporre il nostro cane a squilibri alimentari, che in questa fase della sua vita sarebbero molto dannosi. Per quanto riguarda la frequenza dei pasti, un cucciolo mangia 3 o 4 volte al giorno. Man mano che il cane cresce, sarà possibile ridurre i pasti a 2 al giorno, o addirittura uno solo. Non dimentichiamo di tenere sempre le ciotole di Fido ben pulite, e di lasciargli a disposizione abbondate acqua fresca e pulita.

  • foto vaccino gatto Tra gli animali da compagnia più diffusi nelle case italiane c’è il gatto, a cui ci si affeziona per la sua voglia di coccole e per il suo carattere particolare. Il gatto è un animale che spesso vive ...
  • cuccioli di cane Penso proprio che tutti vorremmo avere sempre accanto un piccolo batuffolo che invece di camminare rotola, invece di abbaiare fa versi strani, quando mangia si sporca tutto ed è “così divertente”, che...
  • foto di un cane I primi resti fossili di canidi ritrovati nei pressi di insediamenti umani risalgono a ben 12.000 anni fa. Per molto tempo si è pensato fossero i resti di veri e propri cani domestici, poi un gruppo d...
  • Jack Russel Esistono più di trecento razze canine, di taglie diverse a partire dal chihuahua mini, giusto per fare un nome, fino ad arrivare all'alano.Scegliere di acquistare un cane di razza comporta una spesa...

Fonpoo cucciolo cane gatto fiocco fiore Bling regolabile in pelle collare collana girocollo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


cuccioli pastore tedesco in regalo: Educare i cuccioli di pastore tedesco

Un’altra delle preoccupazioni frequenti per i neo-proprietari di pastori tedeschi è l’educazione. Come faccio ad avere un cane obbediente, che non sporchi in casa, e che da grande non diventi pericoloso per me e per gli altri? Ottenere tutto ciò è semplice, ma l’educazione va cominciata quando il cane è cucciolo: esattamente come i bambini, infatti, i cuccioli di cane sono più ricettivi all’apprendimento e imparano in fretta. Come prima cosa, bisognerà insegnare al cane a non sporcare in casa. Teniamo presente che i cuccioli hanno bisogno di fare pipì molto spesso, e trattenersi gli è praticamente impossibile; cerchiamo di non perdere la pazienza col cane, e non sgridiamolo se non quando lo cogliamo nel momento esatto dell’evacuazione: un rimprovero fatto anche 5 minuti dopo non verrebbe compreso. Invece di concentrarci sul rimproverare gli atteggiamenti negativi, premiamo quelli positivi: portiamo il cane a spasso dopo i pasti e, quando si libera nel posto giusto, lodiamolo, accarezziamolo ed elargiamogli qualche bocconcino. Nel giro di poco tempo imparerà a sporcare fuori e a trattenersi quando è in casa. Un’altra cosa che va insegnata subito al cucciolo è rispondere al richiamo: scegliamo per lui un nome corto e musicale, e insegniamogli a venire da noi quando lo pronunciamo, sempre con la stessa tecnica di addestramento positivo (lodandolo cioè quando obbedisce). A seguire verranno altri tipi di comandi, come ‘seduto’, ‘a cuccia’ e via dicendo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO