sterilizzazione cane

Sintomi della gravidanza del cane

Proprio come negli uomini, la gravidanza è, nel cane, un momento di vita delicatissimo che necessita di specifiche cure ed attenzioni. Per evitare che la cagna o i cuccioli subiscano danni durante la gravidanza ed il parto, è importante cercare di riconoscere sin dall’inizio della gravidanza stessa i suoi sintomi, in modo tale da poter da subito predisporre tutte le necessarie cure per una corretta gestazione del parto. Innanzitutto, tra i sintomi comuni della gravidanza della cagna, possiamo ricordare la presenza di nausea e vomito, che potrebbe spingere la cagna, in alcuni momenti, a rifiutare il cibo che le viene offerto. Potrebbe poi verificarsi la presenza di una ipersensibilità alla zona delle mammelle con conseguente probabile perdita di piccoli quantitativi di latte. L’animale potrebbe risultare, inoltre, spesso nervoso e agitato e, in alcune specifiche situazioni, addirittura aggressivo. Questi sintomi sono, solitamente, riscontrabili all’incirca alla quarta settimana di parto: onde evitare possibili complicazioni, si consiglia, alla comparsa dei sintomi, di contattare il proprio veterinario di fiducia che potrà seguire l’animale in tutta la fase della gravidanza. Dopo la quarta settimana di gravidanza, infatti, sarà possibile anche svolgere un’ecografia che ci permetterà di accertare in modo sicuro l’eventuale gravidanza. La visita veterinaria risulta inoltre importantissima in quanto i sintomi ora descritti potrebbero anche non essere rilevatori di una reale gravidanza quanto piuttosto di una gravidanza isterica. In questa ipotesi, la cagna e il suo corpo si comportano come se essa fosse davvero in attesa, pur non essendolo. Nel caso di gravidanza isterica, la cagna potrebbe risultare ancora più aggressiva e nervosa.
cane

Fashion Dog - Cura Pets Body Copri Medicazione 33 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34€


Durata della gravidanza del cane

caneLa durata di una gravidanza canina oscilla, solitamente, tra i 57 e i 64 giorni, essa presenta, quindi, una durata di circa due mesi. Come già notato, non è sempre facile riconoscere la data di inizio della gravidanza stessa, in quanto i sintomi si manifestano in un periodo più avanzato, ossia a quasi metà del percorso. È importante, quindi, ricorrere ad un’ecografia per accertare l’avanzamento dello stato di gravidanza in modo certo e sicuro, in modo tale da poter agire repentinamente in caso di eventuali problemi. La durata del parto è, invece, di circa 24 ore, anche se si tratta di durata variabile in base al numero dei cuccioli che andranno poi a nascere. Nel caso in cui, però, il parto duri più di due giorni, si consiglia di informare il proprio veterinario di fiducia per evitare che l’animale possa subire danni fisici o anche rischiare la sua stessa vita.

  • Gatto castrato L’ormai stretta convivenza tra l’uomo e i suoi mici non mette più in condizioni la natura nell’intervenire per disciplinare l’ecosistema ed il controllo di quest’ultimo. Ciò che ne consegue è una cris...
  • Gatta sterilizzata La castrazione felina è un intervento mediante cui si trasforma un soggetto intero in uno incapace di procreare: nel gatto maschio questo intervento corrisponde alla legatura dei dotti deferenti, che ...
  • Sterilizzazione Gatti Con la sterilizzazione vengono rimossi tutti quei comportamenti (non sempre graditi al padrone del gatto), legati a quello che in gergo comune si chiama “calore”. Tra questi comportamento si contano i...
  • La sterilizzazione è un intervento chirurgico effettuato dal veterinario sui gatti sani, sia maschi che femmine, al fine di renderli incapaci di riprodursi. Grazie alla sterilizzazione, che avviene in...

Royal Canin Maxi Adult Sterilised - 12 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48,18€


Alimentazione del cane in gravidanza

Durante la gravidanza, la cagna deve essere adeguatamente seguita dai propri padroni, in modo tale da evitare che distrazioni e disattenzioni vadano a provocare danni anche gravi alla salute della mamma o dei cuccioli. È importante, quindi, che il proprio veterinario di fiducia segua la gravidanza, in modo tale che esso possa riconoscere immediatamente l’eventuale insorgere di problematiche fisiche. È, inoltre, estremamente importante che l’alimentazione della madre sia adeguata al suo particolare stato. Solitamente si ritiene che l’alimentazione della cagna possa rimanere immutata nel primo mese di gravidanza ma che, nel secondo mese, invece, debba essere previsto un aumento delle razioni giornaliere di cibo che ad essa viene somministrato. È importante, inoltre, alimentare l’animale in momenti diversi della giornata, per evitare un suo possibile indebolimento. L’aumento delle razioni, comunque, non deve portare l’animale ad aumentare il suo peso in maniera sproporzionata, perché ciò potrebbe risultare assolutamente deleterio per la cagna, in quanto potrebbe provocare maggiori difficoltà durante il parto. È importante, quindi, informarsi presso il proprio veterinario sulle modifiche da apportare all’alimentazione della nostra cagna. Ricordiamo, inoltre, che in commercio sono presenti numerosi tipi di mangimi, in particolare secchi, specifici per cagne in gravidanza.


sterilizzazione cane: Il parto

Il parto della cagna, solitamente, non porta complicazioni eccessive. L’animale, infatti, riesce a partorire autonomamente e anche la fase iniziale del parto, ossia quella delle contrazioni uterine, non è di gestione particolarmente difficile. Il sintomo più frequente tramite cui riconoscere l’inizio di questa fase è uno stato di particolare nervosismo nell’animale. Solitamente la fase delle contrazioni ha una durata di circa 10 ore. Terminata questa fase, ci sarà quella della vera e propria nascita dei cuccioli. Questa fase può avere una durata differente a seconda del numero di cuccioli che andranno a nascere. In questa fase, si consiglia di allontanarsi dell’animale, in quanto la presenza umana potrebbe infastidirla e renderle più complesso il parto. Solitamente il cucciolo nascerà dopo circa due ore dalla fase più acuta delle contrazioni.



COMMENTI SULL' ARTICOLO