Il cane-tarantola che terrorizza tutti

Istinto? Correre a gambe levate!

Urla e corse a gambe levate, questa è la reazione di chi si è imbattuto nel dogspider del video pubblicato sul web. Nell'arco di pochi secondi non si spreca di certo tempo a pensare che si possa trattare di una mutazione genetica di oscure origini o di uno scherzo, l'unico pensiero è correre via il più velocemente possibile, salvo poi rimane invischiati nella ragnatela di questa fantomatica creatura.

Ma a tessera la ragnatela per questo ragno gigante, non è il protagonista del video, un simpatico cagnolino vestito da tarantola, che corre felice incontro alla gente, ma il suo amico umano, Sylvester Wardega, che invece si diverte a terrorizzare i suoi concittadini in Polonia.

Il ventiseienne infatti era già famoso per i suoi scherzi, caricati poi su Youtube, ma non a livello così planetario. Il video visto ormai da quasi 65 milioni di persone, inizialmente è stato visto in un solo giorno da oltre 3 milioni, poi da 12 milioni in tre giorni, da 27 in due, fino a diventare il video virale che circola ora in rete rimbalzando da un social a un altro.

cane-tarantola

DogHotel - La mia pensione per cani

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0€


Le reazioni della gente

paura Chica, il cane protagonista dell'insolita avventura ha ora una pagina dedicata su Facebook, dove il suo padrone, vestito da Spiderman, continua a pubblicare foto, ringraziamenti e commenti.

Tra tante risate c'è chi però a storto il naso pur non avendo dovuto affrontare la creatura notturna dal vivo. Inevitabilmente infatti qualcuno si è chiesto se era lecito spaventare in questo modo i passanti e se era evidente che in realtà si trattasse di uno scherzo.

Gli ignari coprotagonisti del video, viste le loro reazioni, sul momento non avranno sicuramente apprezzato lo scherzo, presi da altre necessità più impellenti, ma in alcuni frammenti, nonostante i volti siano oscurati per una questione di privacy, sembra quasi che passata la paura iniziale la voglia di capire prevalga. È il caso del primo sketch: un uomo porta fuori la spazzatura (o qualcosa di simile), quando aprendo una porta, dal buio, vede comparire una creatura mostruosa, le buste volano via, in aria, e l'uomo corre via per qualche decina di metri... poi si ferma e fa qualche passo indietro. Curiosità? Coraggio?

    Salute gastrointestinale per il tuo animale, indicata per colon irritabile, vermi intestinali, parassiti nei cani, alternativa naturale ai farmaci per le malattie dei cani, aloe vera per cani e gatti DAONLY

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,95€
    (Risparmi 1€)


    Il cane-tarantola che terrorizza tutti: Scherzo di cattivo gusto?

    ascensore Lo scherzo architettato da Wardega ha suscitato sicuramente reazioni di paura almeno per qualche secondo, ma ogni individuo ripreso l'ha affrontata in una maniera differente. Le due ragazze che si sono viste il dogspider uscire dall'ascensore del parcheggio lasciando dietro di sé un corpo (apparentemente) privo di vita, hanno avuto la prontezza di riaprire la porta e, urlando, scappare via senza porsi alcun tipo di questione sul momento. Più curioso è invece stato l'uomo che in un sottopassaggio si è imbattuto in ragnatele e finti resti di corpi umani, tanto da mettersi a fotografare la singolare istallazione, finché la tarantola gigante non è comparsa nel suo campo visivo. La reazione è stata fulminea e non ragionata poiché è finito letteralmente in trappola, andandosi ad annodare in quella ragnatela che fino a poco prima avrà trovato divertente. Momenti di panico vero, mentre Chica passa tranquillo... seminando il terrore.

    Più coraggioso invece il ragazzo al parco, che riesce a fare qualche passo in più rispetto alla compagna per capire chi fosse attorcigliato in una specie di baco e proteso verso di lui, fino a che dal buio o meglio dal nulla compare la creatura mostruosa a otto zampe, e la reazione non cambia: via a gambe levate, con urla di sottofondo della ragazza.

    Un video davvero esilarante da vedere, ma da vivere come protagonisti?



    COMMENTI SULL' ARTICOLO