Conigli

Il coniglio è un animale da sempre allevato a scopo alimentare: la sua condizione di preda facile lo ha reso nel tempo lo “spuntino” ideale per le razze animali più grandi e carnivore, e anche l'uomo ha da tempo adottato questo animale nei propri allevamenti per destinarlo alla macellazione. Nel tempo però da semplice animale da cortile e da allevamento, il coniglio sta divenendo sempre più un animale da compagnia, molto spesso regalato erroneamente ai bambini, soprattutto grazie al suo carattere socievole e molto affettuoso. Infatti pur non riuscendo ad esternare il proprio affetto al pari di un gatto o di un cane più tipicamente compresi come animali domestici da tenere prettamente in casa, il coniglio è comunque capace di essere un animale particolarmente adatto alla vita domestica e all'affezione umana.

Il coniglio è originario dell'Europa del Sud e della zona del Nord Africa, ... continua


Articoli su : Conigli


1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • coniglio angora

      coniglio angora Un vero e proprio batuffolo di pelo! Il coniglio angora è conosciuto principalmente per il suo pelo lungo e folto e per il suo aspetto buffo
    • coniglio ermellino

      coniglio ermellino Acquistando un coniglio ermellino avrete nel vostro appartamento un piccolo batuffolo di tenerezza. Scoprite come allevarlo in questo articolo
    • Allevamento conigli

      Allevamento conigli Gli allevamenti di conigli sono molto diffusi nelle cascine del nostro Paese, soprattutto per la loro veloce riproduzione.
    • Il coniglio

      Il coniglio In questa pagina approfondiremo la conoscenza del coniglio: un animale che, da secoli, viene allevato per la sua carne ma che, oggi, sta diventando animale da compagnia
    • Conigli giganti

      Conigli giganti I conigli giganti sono sicuramente fra le razze conigline più suggestive in quanto la loro mole può
    • Conigli testa di leone

      Conigli testa di leone Quando si parla di testa di leone, inevitabilmente si pensa ad un coniglio molto grande, magari appa
    • Sognare conigli

      Sognare conigli L'interpretazione dei sogni non è una scienza esatta. Derivata delle prime nozioni di psicologia ind
    • Gestazione conigli

      Gestazione conigli La maturità sessuale nei conigli varia molto a seconda sopratutto della razza, della stazza e del se
    • coniglio olandese

      coniglio olandese Il coniglio olandese rientra in quella categoria dei cosiddetti conigli nani. Infatti sono molto piccoli e ideali per casa
    • Allevamento conigli da carne

      Allevamento conigli da carne In natura i conigli hanno la possibilità di alimentarsi con diversi cibi che permettono loro di assu
    • Razze conigli

      Razze conigli Il coniglio è un animale del quale solo recentemente si sono stabilite e definite le varie tipologie
    • Malattie conigli

      Malattie conigli Il coniglio è un animale piuttosto delicato, per il quale occorre molta cura onde evitare che si amm
    1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , anche se furono i Romani a realizzare i primi allevamenti e a diffonderlo anche in altre zone del Vecchio Continente.

      In natura esistono decine di specie diverse di conigli, le più note e riconosciute sono circa 60, differenti soprattutto in riferimento alle caratteristiche fisiche: si passa infatti da animali dal peso notevole che possono superare gli 8 chilogrammi come il coniglio Gigante Fiammingo, fino ad arrivare al piccolo coniglio Nano Olandese, che in genere non raggiunge mai il chilo di peso. Altre differenze fisiche si ritrovano nel colore della pelliccia, nella forma del cranio e nella struttura delle orecchie. La creazione di nuove razze viene realizzata, com'è ovvio pensare, dall'uomo, anche se occorrono alcuni anni prima che i caratteri selezionati siano effettivi e si concretizzi così una nuova razza pronta per essere ufficialmente riconosciuta.

      Per quanto riguarda la classificazione tassonomica, un'errata convinzione spesso porta a pensare che i conigli appartengano all'ordine dei roditori, mentre in realtà sono inseriti nell'ordine dei Lagomorfi (famiglia dei Leporidi) per via soprattutto della differenza relativa all'arco dentale, che vede il coniglio avere 4 incisivi superiori anziché 2 come i roditori.Il coniglio a seconda delle razze può essere più o meno grande, anche se la diffusione di questo animale come pet (animale da compagnia) sta conducendo sempre più alla propensione e alla creazione di razze molto piccole, definite nane, e molto delicate e che non sempre vivono molto a lungo. In genere l'età media di un coniglio si attesta intorno ai sette – otto anni di vita, anche se i nuovi vaccini ed un'alimentazione studiata ad hoc hanno permesso l'innalzamento dell'età media anche fino ai 15 anni. Naturalmente parliamo di un esemplare tenuto in perfette condizioni e molto seguito, anche perché proprio il coniglio non è un animale facilissimo da tenere in casa per via delle numerose cure di cui necessita.

      Per quanto riguarda più strettamente le caratteristiche fisiche, il coniglio possiede un apparato scheletrico molto leggero e delicato, che raggiunge a mala pena l'8% del totale del suo peso corporeo, ma ha invece una muscolatura molto grossa e resistente, il che gli permette di essere veloce e scattante in caso di potenziale attacco da parte di animali carnivori. Il suo status di preda infatti si denota, oltre che nelle caratteristiche scheletriche e nell'agilità dei suoi atteggiamenti, anche dalle orecchie molto lunghe, capaci di captare anche da lontani i più sottili rumori, e dagli occhi che permettono un campo visivo molto ampio anche quando l'animale non muove il capo.Il coniglio è un animale molto socievole ed affettuoso, che lega molto col proprio padrone e del quale si fida ciecamente. Essendo un animale sociale che in natura vive in piccoli gruppi di otto – dieci soggetti circa, non ama la solitudine, cosa che lo rende poco adatto a famiglie spesso fuori durante la giornata. Allo stesso modo questo animale richiede continue cure, essendo molto delicato (soprattutto le razze nane) e abbisognando dei propri spazi dove scorrazzare libero: infatti il coniglio non deve restare ingabbiato per l'intera giornata e, una volta libero, è preferibile la supervisione di un umano in quanto tende a rosicchiare e graffiare i mobili (ha unghie non retrattili) e spesso, anche se abituato ad utilizzare la cassettina con la lettiera, può lasciare i propri bisogni in giro per casa.

      Una caratteristica da tenere sempre a mente è che il coniglio, essendo una preda in natura, è un animale molto pauroso e pertanto poco tollera essere tenuto in braccio come un qualunque altro animale da compagnia, né tanto meno deve essere affidato a bambini dai modi bruschi o comunque troppo piccoli. Infatti quando si cerca di prendere un coniglio in braccio, e quindi di sollevarlo dal suolo, il primo istinto dell'animale sarà quello di divincolarsi per scappare, col rischio (purtroppo molto alto) di cadere in terra e farsi seriamente male: una semplice caduta per un coniglio che, ricordiamo, ha uno scheletro delicatissimo, potrebbe comportagli anche la rottura della spina dorsale con conseguente paralisi.