Levriero Afgano

Il Levriero Afghano

L’origine del Levriero Afghano, stando alle vicende narrate nella bibbia, dovrebbe essere molto antica poiché fu l’animale prescelto da Noè per rappresentare il mondo canino sull’arca. Invece i cinofili che ricercavano con metodo scientifico le origini di questa razza si sono dovuti documentare non poco, giungendo spesso a tesi molto differenti e mai del tutto convincenti. La prima ipotesi, di Jackson Sanford, basandosi su un antico manoscritto cinese attribuiva al levriero una discendenza dai Canidi delle steppe asiatiche, presenti già diversi millenni prima dei Romani. Successivamente il cinofilo Clifford Hubbard, in base agli scritti del maggiore Mackensie, primo importatore europeo di levrieri, scrisse che in una località afghana di nome Balkh erano presenti dei disegni rupestri che raffiguravano dei cani uguali al Levriero Afghano e risalienti ad oltre 2000 anni a.C. . Questa tesi non venne però mai considerata per dei dubbi sull’effetiva esistenza dei disegni. La storia recente invece ha inizio nel 1809, anno in cui Thomas Broughton pubblicò un documento raffigurante il Levriero Afghano, il primo nella storia. Il primo Levriero Afghano apparve in Inghilterra nel 1907 e nel 1911 fu iscritto il primo Levriero Afghano della storia in un Kennel Club. Infine nel 1927 venne redatto il primo standard della razza. Nelle isole britanniche però, due allevamenti, entrambi di Levrieri Afgani, si distinguevano dagli altri per l’unicità e la bellezza dei loro esemplari: l’allevamento scozzese del maggiore Bell-Murray e l’allevamento inglese del maggiore Amps. Gli esemplari di questi due allevamenti, benché entrambi di razza, differivano notevolmente per alcuni caratteri, originando una diatriba su chi fosse “l’originale”. Le autorità britanniche risolsero la questione restando neutrali e nel 1933 lo standard venne ri-redatto tenendo conto delle due varietà.

foto Levriero Afghano

Levriero afgano, finezza millesimale 999, oro collana di cane, ArtDog

Prezzo: in offerta su Amazon a: 62€


Caratteristiche del Levriero Afghano

Questa razza è composta da cani dotati di fierezza e dignità unite a velocità, destrezza ed agilità. In origine cane da caccia, poi cane da corsa ed infine cane da esposizione e da compagnia, il Levriero Afghano non ha dimenticato le sue origini e può essere all’occorrenza anche un buon cane da guardia. Indipendente ed elegante, questo cane non si concede eccessivamente, restando spesso calmo e silenzioso. Ama giocare e fare movimento senza però essere insistente. Adatto alla vita di famiglia, non crea grossi danni in casa e se abituato da piccolo è un cane che si adatta bene anche ai bambini. Recettivo ed intelligente, può essere difficile da educare completamente perché mantiene sempre un po’ della sua indipendenza ed è piuttosto incline alle fughe.

Standard del Levriero Afghano

Dall’espressione orientaleggiante, il Levriero Afghano presenta un cranio lungo, con occipite prominente e non stretto. Il muso è lungo con stop leggero e mascelle possenti. Gli occhi sono scuri ma anche dorati mentre le orecchie sono attaccate basse e portate radenti alla testa con peli lunghi e lisci. Il collo è lungo e forte mentre il corpo ha dorso dritto, di lunghezza moderata e ben muscoloso. La coda è abbastanza lunga, attaccata bassa e con l’estremità ricurva, meno pelosa del resto del corpo. Il mantello ha pelo lungo e fine, lungo su corpo e arti ma corto sul muso. Tutti i colori sono accettati. L’altezza al garrese nel maschio deve essere tra i 68 e i 74 cm, mentre nella femmina tra i 63 e i 69 cm. Il maschio adulto pesa circa 27-28 kg.


    Tazza da Caffè "Levriero Afgano" Realizzata a Mano (10cm x 8cm)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 36€


    La toelettatura del Levriero Afghano

     toelettatura del Levriero Afghano L’inconfondibile mantello di questa razza ha bisogno di cure continue: due tre ore alla settimana di spazzolatura del mantello sono necessarie, unite ad un bagno a frequenza mensile. Il cane va abituato alle cure da piccolo, verso i sei mesi, con spazzolature ogni due settimane prima a pelo e poi contropelo, incominciando dalle zampe, per poi passare al corpo e finire con la testa. Il bagno invece va fatto con una spugna con la quale si inumidisce il pelo per poi procedere con lo shampoo, facendo attenzione a occhi e orecchie.


    Alimentazione del Levriero Afghano

    La razione alimentare giornaliera si aggira sui 500 grammi e deve essere distribuita in due pasti nel cane adulto, tre nel cucciolo. Gli alimenti devono essere bilanciati e completi, fornendo all’animale una giusta dieta, sana ed quilibrata. Vanno bene sia i mangimi che i pasti casalinghi, prestando però sempre attenzione alla qualità del cibo e alla razione. L’alimentazione, infine, va sempre regolata in base all’attività fisica del nostro cane.


    Malattie del Levriero Afghano

    Levriero Afghano La durata media della vita di un Levriero Afghano si aggira attorno ai 12 anni. Da cucciolo necessita di vaccinazioni apposite contro alcune malattie infettive (cimurro, parvovirosi, leptospirosi, parainfluenza e rabbia) e ha sempre bisogno di sverminazioni periodiche. La cura del pelo di questo cane è molto importante per evitare malattie come parassitosi o dermatiti. I principali difetti genetici di questa razza sono displasia dell'anca, cataratta giovanile, ipotiroidismo e deficienze enzimatiche anche se non sono frequentissime.


    Levriero Afgano: Dove e come acquistare un levriero afgano

    Il levriero afgano è un cane di razza e se volete prendere un cane come questo dovete assolutamente affidarvi ad un allevamento serio con delle referenze sicure. I cani di razza, e specialmente i cani di razza medio-grande, sono più soggetti a malattie pericolose e genetiche ed è quindi sempre buona cosa, prima di spendere dei soldi, informarsi sull'albero genealogico del cucciolo e sulle caratteristiche dei suoi parenti. In Italia esistono molti allevamenti di levriero afgano ed i prezzi possono variare da allevamento ad allevamento ma in linea generale il prezzo per un cane di razza di questo tipo va sempre oltre i mille euro. Cercate gli allevamenti migliori ed informatevi bene e se necessario spostatevi anche di parecchi chilometri per trovare l'allevamento che vi sembra il migliore o che più vi aggrada...un po' di fatica nella ricerca del cane giusto potrebbe farvi risparmiare gli anni successivi su molte altre cose.



    commenti

    Nome:

    E-mail:

    Commento: