Magyar Agar o Levriero Ungherese

Il Magyar Agar o Levriero Ungherese

Il Magyar Agar è un tipo di levriero che ha avuto origine in Ungheria. Nel cammino che ha portato i levrieri dal sud est asiatico all’Europa, alcuni ceppi di questa razza si sono stabiliti nelle pianure ungheresi ed hanno così originato una nuova razza di levriero. Come può far capire il termine “Magyar”, questo levriero e la sua storia sono strettamente collegati alla stirpe dei Magiari, gli antenati più diretti delle popolazioni ungheresi. L’altro termine invece, “agar”, in ungherese equivale alla parola levriero.

I Magiari erano una popolazione nomade che prima di stabilirsi definitivamente in Ungheria aveva girato quasi tutta l’Asia centrale e quando entrò in contatto con i levrieri decise di sfruttarne a pieno le qualità e di non abbandonare mai più questa razza molto utile all’uomo. D’altro lato, le grandi pianure dell’Ungheria erano state da sempre meta di diverse tribù nomadi e quindi erano un luogo di forte scambio, un punto d’incontro per popolazioni con caratteristiche molto diverse tra loro. Con molta probabilità quindi, in queste zone si sono incontrate diverse genealogie di cani e più precisamente diverse tipologie di levrieri che hanno originato numerose nuove razze. Inizialmente infatti si pensa che il Levriero Ungherese sia stato incrociato con il Levriero Sloghi, ma nel corso degli anni sono stati fatti numerosi altri incroci come ad esempio quello con il Greyhound eseguito nel XIX secolo.

Inizialmente utilizzato come cane da caccia, venne poi utilizzato sempre più spesso nelle gare di corsa fra cani. Poco conosciuto e rimasto sempre un po’ nell’ombra, oscurato da razze più appariscenti, il Magyar Agar è stato finalmente riconosciuto a livello internazionale nel 1971 dalla F.C.I..

foto Magyar Agar


Caratteristiche del Magyar Agar

Razza ancora poco conosciuta in Europa occidentale, molto più apprezzata e diffusa nell’Europa dell’est. Le doti fisiche di questo levriero sono senza dubbio pareggiate dalle sue splendide doti caratteriali. Il Magyar Agar infatti è dotato di un fisico eccellente; magro ma forte, è uno dei migliori cani da corsa, dall’aspetto slanciato ma resistente. Infaticabile quando insegue una preda o un altro cane in gara, molto resistente all’ambiente esterno, il Levriero Ungherese ha un costante bisogno di movimento e di corsa. Caratterialmente è molto dolce ed affettuoso per essere un levriero, ma conserva nel suo profondo una riservatezza ed una voglia di indipendenza tipica di questi cani. Molto equilibrato e stabile sa resistere anche in appartamento, non creando disturbi o danni a patto che venga portato spesso fuori e per lunghe passeggiate. Come tutti i levrieri, anche il Magyar è consigliato a chi pratica una vita attiva e sportiva, perché solo all’aria aperta potrete apprezzare a pieno le caratteristiche di questo cane. Con gli altri cani ha sempre buoni rapporti ed il massimo per un levriero sarà avere un compagno in grado di reggere i suoi ritmi di corsa. Anche con i bambini ed in famiglia è un cane ottimo.

Standard del Magyar Agar

A metà strada tra un levriero puro ed un Greyhound, il Magyar deve apparire resistente ma leggero, slanciato ma forte. La testa è allungata, a forma di triangolo con il muso lungo ed il cranio piuttosto largo. Il tartufo è piccolo e allungato, di colore nero. Gli occhi sono di media grandezza, scuri e non sporgenti mentre le orecchie sono lunghe e strette, mediamente grandi, attaccate alte ed a forma triangolare. Il tronco è allungato, in proporzione è più lungo degli arti, con dorso dritto ma convesso nella zona lombare. Gli arti sono magri e leggeri: quelli anteriori sono dritti e asciutti mentre quelli posteriori sono angolati, potenti con cosce allungate. Il mantello ha pelo corto e sono ammessi tutti i colori, a macchie o striati. La coda è stretta e lunga, attaccata bassa, portata pendente ma con curvatura finale. Il Levriero Ungherese è alto da 60 a 70 cm al garrese e pesa intorno a 25 kg.

  • Levriero Afgano

    foto Levriero Afghano L’origine del Levriero Afghano, stando alle vicende narrate nella bibbia, dovrebbe essere molto antica poiché fu l’animale prescelto da Noè per rappresentare il mondo canino sull’arca. Invece i cinofi
  • Levriero del Azawakh

    foto levriero azawakh Questo levriero dalle forme snelle è conosciuto da secoli nelle regioni desertiche del Sahel, nel bacino del Niger, dove è sempre stato il fiero compagno dei Tuaregh. Infatti il nome Azawakh deriva da
  • Levriero russo

    Levriero russo bianco Il levriero russo non ha un'origine ben precisa, che è comunque strettamente legata alla Russia, dove, durante il Medioevo, gli abitanti iniziarono ad utilizzare per la caccia un levriero a pelo lungo
  • Levriero italiano

    Piccolo levriero italiano Il piccolo levriero italiano è una razza poco diffusa oggi in Italia, nonostante si tratti di cani presenti nel nostro paese già anticamente; esistono testimonianze della presenza dei levrieri italian


Alimentazione del Magyar Agar

Il Magyar Agara ha bisogno di 400-450 g di alimento al giorno, da variare in base all’attività fisica che svolge il cane. La razione va suddivisa in due pasti quando il levriero è adulto ed in tre quando è ancora cucciolo. L’alimentazione deve necessariamente essere equilibrata, completa e sana. La qualità del cibo è molto importante: cibi di cattiva qualità avranno a lungo andare conseguenze negative sulla salute dell’animale che sebbene appartiene ad una razza molto rustica, non va per questo trattato male.


Malattie del Magyar Agar

Questo tipo particolare di levriero gode di una salute perfetta ed è una specie rustica, in grado di adattarsi alle diverse situazioni. Vive a lungo, anche 14 o 15 anni e non ha bisogno di cure particolari al pelo. Quando è un cucciolo va portato dal veterinario che provvederà a fare una visita completa e le necessarie vaccinazioni; solitamente i cuccioli si vaccinano contro cimurro, rabbia, parvovirosi e leptospirosi.



Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: