Manchester Terrier

vedi anche: Bull Terrier

Il Manchester Terrier

Inizialmente in Gran Bretagna, la patria dei Terrier, non c’erano così tante razze come al giorno d’oggi o meglio, c’erano molte razze ma quelle riconosciute erano solamente due. La prima era il “Terrier scozzese”, che identificava generalmente tutti quei terrier a pelo arruffato e zampe corte, mentre la seconda era il “terrier inglese”, razza con la quale venivano identificati tutti quei terrier a pelo corto e scuro, con zampe più lunghe e muso appuntito.

Solamente nel XX secolo, quando è iniziata la diversificazione, la classificazione in razze e standard dei diversi tipi di terrier si comincia a parlare del Manchester Terrier. Il nome fa già intuire l’origine di questa razza, nata nell’industriosa Manchester e adibita principalmente ad allontanare i topi dalle case. Come tutti i terrier infatti anche il Manchester Terrier, piccolo ed agile, era in grado di intrufolarsi nei buchi più stretti e allontanare i roditori dalle abitazioni. Si narra che fosse talmente abile nella caccia ai topi che venne sempre più frequentemente utilizzato in un gioco inglese chiamato ratting, uno scontro tra cane e ratto, dietro al quale gravitava chiaramente un mondo di scommesse.

Intanto col passare degli anni, lontani dal mondo delle scommesse e delle lotte tra animali, alcuni Manchester Terrier incominciarono a partecipare alle prime esposizioni e con le prime esposizioni incominciò anche una crescente ricerca al miglioramento estetico della razza da parte degli allevatori. Gli incroci che vennero fatti furono, in ordine di tempo, con il Terrier Inglese Bianco (cane ora scomparso), con il Piccolo Levriero Italiano e con il Whippet.

Quando nel 1895 in Inghilterra comparve il divieto di tagliare le orecchie ai cani, gli allevatori di cani si resero conto che le orecchie del Manchester Terrier erano incredibilmente grandi e il risultato estetico era davvero pessimo, a tal punto che fece perdere molta popolarità all’animale. Ci vollero molti anni prima che fossero selezionate delle orecchie piccole, in linea con il resto del corpo del Manchester terrier.

Al giorno d’oggi il Manchester Terrier resta un cane mediamente diffuso in Gran Bretagna ed in America, mentre è più raro negli altri paesi europei.

foto manchester terrier


Caratteristiche del Manchester Terrier

L’eleganza e la compattezza di questo piccolo, robusto terrier sono due elementi essenziali della razza. Vivace, allegro e giocoso come tutti i terrier, il Manchester Terrier è un cane che si lega moltissimo ai padroni, con i quali vorrebbe trascorrere tutto il suo tempo. Conserva la sua antica attitudine a cacciare roditori ed animali di piccola taglia ed è ideale per chi vuole allontanare dal giardino di casa i fastidiosissimi topi. Nell’ambiente domestico è un vero guardiano e segnala ogni presenza sospetta, oltre ad essere un ottimo cane da compagnia per tutta la famiglia. Dolce e giocoso con i bambini, anche con gli altri cani sa essere in grado di condividere spazi ed attenzioni del padrone. Il Manchester Terrier sopporta bene la vita in appartamento ma non va mai dimenticata la sua natura di cacciatore e va sempre portato a fare le sue passeggiate. Questo cane è un cane adatto a gente sportiva e dinamica ed è veramente instancabile.

Standard del Manchester Terrier

Cane piccolo, alto 40-41 cm al garrese nei maschi e 38 cm nelle femmine, colpisce per la sua eleganza e per la sua compattezza di forme. Ben impiantato sugli arti, il Manchester Terrier ha una testa lunga con cranio piatto e stretto e muso piuttosto largo e lungo che va assottigliandosi all’estremità. Gli occhi sono piccoli e stretti, a mandorla, di colore scuro mentre le orecchie sono piccole e triangolari con l’apice cadente sopra gli occhi. Il corpo di questo terrier deve essere corto ma robusto. Gli arti anteriori sono dritti e corti, in linea con le dimensioni di questo cane. Gli arti posteriori sono invece angolati e con cosce muscolose. La coda è corta, attaccata bassa e si restringe dalla base all’apice. Il mantello ha pelo fitto e liscio, molto corto. Il colore è nero focato in diversi punti (muso, mascella, arti fino al carpo).

  • Border Terrier

    Foto Border Terrier Conosciuto e diffuso già nel settecento nelle campagne inglesi, il Border Terrier venne notato per la prima volta da un gruppo di cinofili inglesi a fine ottocento. Questo cane, come rivelano numerosi
  • Bull Terrier

    foto bull terrier Nella metà dell’800 in Inghilterra e in molte città d’Europa era diffusissimo un passatempo atroce e triste: i combattimenti fra cani. Quando i combattimenti tra cani incominciarono a perdere spettato
  • Fox-Terrier

    Foto fox terrier La storia di questo importante membro della famiglia dei Terrier inglesi,senza dubbio il più importante per storia e fama, ha inizio già nell’antica roma. Il Fox-Terrier compare infatti in alcuni docu
  • Boston Terrier

    foto boston terrier Il Boston Terrier è la prima razza creata dagli americani e le sue origini sono strettamente legate alla storia dei cani da combattimento. Infatti nel 1835, quando i combattimenti tra cani e tori venn


Alimentazione del Manchester Terrier

Questo piccolo Terrier ha bisogno all’incirca di 200 g di alimento al giorno e l’alimentazione deve essere completa, equilibrata e di buona qualità. I cuccioli hanno bisogno di 3 pasti giornalieri mentre agli adulti bastano 2 pasti. Non bisogna eccedere con le razioni altrimenti il cane potrebbe diventare obeso con gravi ripercussioni sulla sua salute (il peso ideale è di 7-8 kg).


Malattie del Manchester Terrier

Rustico e di grande adattabilità, il Manchester Terrier gode di buona salute ed ha una durata media di vita di 12-14 anni. Il pelo non ha bisogno di toelettature e di cure particolari, essendo corto e pratico. Come sempre si consiglia una visita veterinaria da cucciolo unita alle principali vaccinazioni contro malattie infettive come parvovirosi, rabbia, cimurro, leptospirosi ecc.. Infine si consiglia di prevenire i vermi con trattamenti appositi chiamati sverminazioni.




commenti

Nome:

E-mail:

Commento: