Münsterländer

Il Münsterländer

Il Münsterländer è un cane da ferma tedesco che spesso nella storia è stato oscurato dalla presenza in Germania di ottimi bracchi, come ad esempio il Weimaraner o il Drahthaar. In effetti le qualità di questi bracchi non sono mai state messe in discussione, ma non si deve dimenticare che la Germania è anche la patria di ottimi cani da ferma del tipo Spaniel. Il Münsterländer è presente in due varietà, il Grosser ed il Kleiner, che si differenziano per la loro statura; la somiglianza che ha con l’Epagneul Français e con l’Epagneul Breton è molto evidente ma non sembra che sia causata da un’affinità genetica. Il Münsterländer infatti è da molti secoli presente nel territorio tedesco ed è da sempre stato utilizzato per la caccia a tiro.

La prima associazione di allevatori ed appassionati del Münsterländer nacque nel 1919, con lo scopo di migliorare la razza e farla conoscere al grande pubblico. La varietà “kleiner” da sempre ha avuto una minor fortuna ed ha rischiato addirittura di scomparire all’inizio del XX secolo ma diversi allevatori hanno scongiurato questo pericolo, identificando anche lo standard e le caratteristiche fondamentali di questa varietà.

Nel 1936 entrambe le razze sono state riconosciute dall’F.C.I., la Federazione Cinofila Internazionale e la loro diffusione è stata crescente e continua in tutti i paesi d’Europa ed in particolare in Svizzera, Paesi Bassi e Belgio.

foto del munsterlander


Caratteristiche del Münsterländer

Il Münsterländer è principalmente un cane da caccia, adatto sia alla ferma, che alla cerca che al riporto. La selezione della razza imposta dai tedeschi ha portato ad un cane polivalente, abile sia nel cacciare volatili che mammiferi. La diversa taglia del “kleiner” e del “grosser” rende le due varietà di Münsterländer adatte a due diversi tipi di caccia: il Kleiner è più adatto a cacciare lepri e selvaggina di piccola taglia, mentre il grosser è perfetto per cacciare mammiferi di grossa taglia (cervo, capriolo). Oltre ad essere adatto a diversi tipi di caccia, il Münsterländer è adatto anche ad ambienti molto diversi tra loro, facendosi rispettare sia in pianura che in montagna.

Caratterialmente il Münsterländer è un cane forte che ha bisogno di una ferma educazione di un padrone esperto nell’addestramento. Oltre ad essere un cane da caccia può essere anche un buon cane da compagnia, capace di essere dolce con i bambini e di fare una buona guardia alla casa. Si sconsiglia di tenere questa razza in appartamento o in casa perché ha sempre bisogno di stare a contatto con la natura o almeno di avere un buon giardino dove vivere.

Standard del Grande Münsterländer

Il Grande Münsterländer è un cane robusto e forte che ha il tronco proporzionato all’altezza al garrese. La testa è allungata e dotata di un muso lungo con stop non molto marcato. Il tartufo è nero e gli occhi sono scuri, mentre le orecchie sono piuttosto grandi ed attaccate alte. Il corpo è lungo e robusto con dorso dritto. Gli arti anteriori sono dritti e snelli mentre i posteriori sono muscolosi, angolati e forti. Il mantello è dotato di pelo lungo e folto di colore bianco con macchie nere. Il Grande Münsterländer è alto al garrese 60-65 cm e pesa 28-30 kg nei maschi, mentre le femmine sono alte 58-63 cm e pesano 25-28 kg.


    Alimentazione del Münsterländer

    Il Piccolo Münsterländer ha bisogno giornalmente di 300 g di alimento al giorno. Il Grande Münsterländer necessita invece di una razione superiore di alimento giornaliero, di circa 500 g. L’alimentazione in entrambi i casi deve essere completa ed equilibrata, stando particolarmente attenti ad adeguare le dosi allo sforzo fisico nei periodi di caccia. Sia il mangime che il cibo fatto in casa vanno bene come tipologia di alimento.


    Malattie del Münsterländer

    Il Münsterländer gode di buona salute e vive in media 12-14 anni. Il pelo va spazzolato regolarmente e va controllato nei periodi di caccia e dopo le uscite in ambienti cespugliosi e boscosi. Quando il Münsterländer è cucciolo va portato dal veterinario e va sottoposto ad una visita completa e attenta. Inoltre si consiglia di vaccinare il cucciolo contro alcune pericolose malattie virali come cimurro, parvovirosi, leptospirosi, rabbia e parainfluenza. Per evitare la formazioni dei vermi nell’apparato digerente dell’animale si consiglia di fare periodicamente delle operazioni di sverminazione.




    commenti

    Nome:

    E-mail:

    Commento: