Pastore del Caucaso

Storia del Pastore del Caucaso

Il Pastore del Caucaso è una razza facente parte delle quattro razze di cani pastore della Russia: Pastore del Caucaso, Pastore della Russia meridionale, Pastore dell’Asia Centrale e Pastore delle Steppe del Caucaso. Le sue origini più antiche sono sicuramente legate a quelle del Dogo del Tibet, cane dal quale discende. Questi cani pastore nel tempo sono stati soggetti ad una continua e lenta selezione da parte dei contadini del Caucaso che volevano cani sempre più robusti e potenti in grado sia di far fronte al duro clima delle steppe fredde ed aride, sia di resistere e scacciare gli animali selvatici in grado di minacciare il bestiame.

Al di là della selezione operata dall’uomo, non ci sono stati altri apporti genetici e mescolamenti con altre razze, principalmente a causa dell’isolamento geografico che caratterizza la regione montuosa del Caucaso. Questo isolamento ha permesso al Pastore del Caucaso di conservarsi in tutte le sue caratteristiche fino ai giorni nostri evitando ogni sorta di imbastardimento della razza.

Anche se la razza ha origini remote ed è conosciuta da diversi secoli, è stato solamente nel 1952 che c’è stato il primo riconoscimento ufficiale, anno in cui le organizzazioni cinologiche dell’ex Unione Sovietica si sono riunite per creare una sorta di lista delle razze. L’obbiettivo di questa riunione era quello di identificare le principali razze di cani da pastore e promuoverne la diffusione, il miglioramento e l’utilizzo. Qualche anno dopo, sempre sull’onda di questi interventi di valorizzazione e sviluppo delle razze di cani da pastore sovietici, è stata creata la prima scuola di formazione per i Pastori del Caucaso (scuola che funziona ancora oggi). Col passare degli anni però questa razza è uscita dall’isolamento geografico che l’ha da sempre contraddistinta ed ha lentamente perso alcuni tratti caratteristici. Negli ultimi vent’anni infine il Pastore del Caucaso si è diffuso anche in Europa occidentale, trovando particolare successo in Germania e nei Paesi Bassi.

foto <em>pastore del</em> caucaso


Caratteristiche del Pastore del Caucaso

Il Pastore del Caucaso è innanzitutto un cane da montagna, abituato a vivere in ambienti dal clima rigido, ed in secondo piano è un cane da pastore. Eccellente cane da lavoro, è in grado di gestire con rigore e precisione il bestiame grazie anche alla sua tendenza a dominare. Il carattere del Pastore del Caucaso è piuttosto complicato: diffidente ed indipendente, necessita di una educazione ferma e convinta. Ottimo come cane da guardia e da difesa, questo cane da pastore è ideale per padroni esperti e capaci a gestire cani dai caratteri non proprio facili. Non è un grande cane da compagnia proprio per questa sua tendenza alla solitudine e all’indipendenza. Inoltre non è un cane ideale per i bambini perché si innervosisce in fretta se viene stuzzicato e se gli vengono fatti continuamente dei dispetti.

Nonostante il suo aspetto peloso e simpatico, non bisogna credere all’apparenza: il Pastore del Caucaso è un cane impegnativo e rustico. La vita in appartamento per un cane come questo sarebbe una vera e propria tortura perché questa razza ha bisogno di sfogarsi e di consumare quotidianamente le enormi energie di cui è dotata.

Il Pastore del Caucaso è consigliabile a quelle persone che stanno cercando un cane protettivo ed affettuoso, un guardiano affidabile dal carattere fiero ed indipendente.

Standard del Pastore del Caucaso

Cane di taglia imponente, forte e robusto, dalle ossa massicce e dalla muscolatura notevole. La testa del Pastore del Caucaso è grande e massiccia ed ha un cranio largo, stop non molto evidente e il tartufo grande, nero ed evidente. Le orecchie sono grandi, portate cadenti ed attaccate alte mentre gli occhi sono scuri e di forma ovale. Gli arti anteriori del Pastore del Caucaso sono dritti e paralleli mentre gli arti posteriori sono paralleli e ben angolati. In questa razza la differenza tra i sessi è piuttosto accentuata, con i maschi che hanno taglie più grandi e corpi più massicci. I maschi di questa razza sono alti 65 cm al garrese mentre le femmine sono alte 62 cm. Il mantello ha tre varietà: pelo lungo, pelo corto e pelo semilungo. Il colore è variabile dal grigio al rossastro ed anche le tonalità sono variabili.


    Alimentazione del Pastore del Caucaso

    Data la massa non indifferente, un adulto di Pastore del Caucaso ha bisogno di una razione alimentare di 750-800 g di alimento al giorno.


    Malattie del Pastore del Caucaso

    Il Pastore del Caucaso vive in media dieci-dodici anni e non ha particolari problemi di salute. Essendo un cane rustico non ha bisogno di particolari cure: una limitata toelettatura (spazzolatura) è più che sufficiente.




    commenti

    Nome:

    E-mail:

    Commento:


    22:27:41 -
    fox - commento su Pastore del Caucaso
    Il Pastore del Caucaso non discende da nessun tipo di cane tibetano,in quanto fa parte di quelle 7 razze aborigene createsi spontaneamente,in tempi e luoghi diversi. 1)pastore dell£asia centrale due tipi principali,il Turkmeno e il Tagiko,che hanno dato poi origine alle loro sottospecie(afgano,kazako ecc) Il pastore del caucaso aborigeno,che ha dato origine a tutte le sottospecie(azzero,georgiano ecc) Il pastore dell£Anatolia aborigeno (Sivas Kangal)che ha dato origine alle sottospecie karabash malaki ecc. ho elencato i tre principali cani guardiani custodi,che ricordiamo bene nelle loro versioni aborigene NON SONO MOLOSSI ma PREMOLOSSI.
    23:09:43 -
    Ay - commento su Pastore del Caucaso
    Volevo precisare, sì sono cani forti, hanno un carattere difficile, ma dalla propria famiglia si lasciano fare di tutto,(esperienza personale) io mi ci buttavo addosso tranquillamente,e non hanno mai tentato di mordermi, se non per giocare, ma piano. Comunque sia alla fine, dipende da come viene addestrato.