Fondo acquario

Perché è importante il fondo di un acquario?

Quando si acquista e si organizza un acquario, molto spesso capita di interessarsi a vari fattori, come l’acqua, l’illuminazione e il sistema di riscaldamento, senza occuparsi a fondo di un altro elemento, in realtà molto importante, che è il fondo.

Il fondo di un acquario è estremamente importante in quanto, anch’esso, aiuterò a ricreare l’habitat naturale dei nostri pesci e, soprattutto, a permettere loro una vita in salute e, talvolta, a dare anche la possibilità, ai nostri pesci, di riprodursi. Infatti, i pesci non sono soliti vivere, in natura, in ambienti tutti uguali: alcuni pesci sono abituati a fondali melmosi, altri a fondali più compatti e altri, addirittura, a fondali con una folta presenza di pietre ed altri elementi duri. Per questo motivo, quando si acquista un acquario, si devono considerare le caratteristiche naturali dei pesci che avremo intenzione di inserire nell’acquario stesso, al fine di valutare quale fondo si adatta meglio ai loro bisogni.

Fondo acquario

Sifone Aspirarifiuti per Pulizia Fondo Acquario Cambio Acqua

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,67€


Consigli per allestire un buon fondo per acquario

Fondo acquarioCome già detto, è possibile scegliere tra tanti tipi di fondo, a seconda delle specie marine che andranno a vivere nel nostro acquario. Dobbiamo innanzitutto considerare, come già ricordato, i tipi di pesce che saranno inseriti nell’acquario. Una volta fatta questa prima selezione, bisognerà considerare gli ornamenti che si desidera inserire nella medesima struttura, ossia, si dovrà considerare se si vuole inserire, nell’acquario,delle piante vere (queste, come è noto, possono facilmente essere sostituite da esemplari di plastica, con scopo esclusivamente ornamentale). Inserire delle piante in un acquario ha sicuramente un impatto positivo, sia perché migliora la qualità dell’acqua e, quindi, della respirazione dei nostri pesci, sia perché abbelliscono notevolmente l’ambiente circostante. Per questo motivo, se si desidera acquistare queste piante, si vorrà utilizzare un fondo terroso che permetterà alle stesse di svilupparsi. Il fondo non dovrebbe avere, in questo caso, uno spessore eccessivo ma esso dovrebbe essere di circa 10 cm di altezza, un’altezza giusta per contenere le radici delle piante.

Il fondo deve essere curato attraverso l’uso di appositi prodotti facilmente acquistabili sul mercato e si consiglia anche di utilizzare appositi fertilizzanti nel caso in cui vi crescano delle piante.

Ancora, si consiglia di “lavorare” il fondo, cercando di mescolarlo, almeno una volta a settimana, così che esso non risulti eccessivamente compatto, cosa che potrebbe portare alla putrefazione dello stesso.

È difficile che il fondo richieda particolari tipi di temperature o di luce: solitamente queste necessità dipendono dalle piante che vi si vuole fare crescere. In questo caso, esistono degli appositi cavetti che si collegano al sistema di illuminazione e di riscaldamento del nostro acquario, che permettono di raggiungere le condizioni ottimali. Il colore del fondo, inoltre, deve essere scelto in base al tipo di illuminazione che il nostro acquario richiede: qualora sia richiesta un’illuminazione molto forte, si consiglia di acquistare un fondo dai colori più scuri; qualora,invece, l’illuminazione richiesta non è particolarmente forte, si consiglia di acquistare un fondo dai colori più chiari.

  • La scelta di allestire un acquario in casa è dettata oltre che dalla voglia di conferire un nuovo aspetto agli interni del nostro appartamento anche dalla voglia di prendersi cura di creature piccole ...
  • La scelta dei giusti mangimi per pesci è molto difficile in quanto in commercio vi sono innumerevoli tipi ed ognuno di essi con caratteristiche ben diverse. Districarsi tra le varie confezioni ed etic...
  • Chi dice acquari indica un mondo variegato e complesso che ruota intorno a questa passione. Negli ultimi anni la moda di possedere un acquario è sempre più diffusa. Le ragioni di ciò sono sicuramente ...
  • Le piante da porre nell’acquario sono di innumerevoli tipi. Ovviamente la scelta deve ricadere su piante acquatiche, ma queste non sono tutte uguali, in quanto si differenziano a seconda del tipo di a...

Wave Master Gravel - Terriccio d'argilla ricco di oligo-elementi per la vegetazione nell'acquario

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,98€


Fondo acquario: Possibili materiali del fondo

Come già ricordato, il fondo del nostro acquario può essere formato da vari materiali, tra cui granuli e sabbia.

Per quanto riguarda la sabbia, essa è una materia che può essere facilmente trovata nell’habitat naturale di moltissimi pesci. Solitamente, però, si sconsiglia di utilizzare questo particolare tipo di fondo per acquari troppo grandi o per acquari in cui si vuole inserire delle piante vere. Nel primo caso perché la sabbia ha una scarsissima densità e questo implica che ci vorranno quantità molto elevate di sabbia per riempire tutto il nostro acquario; nel secondo caso, perché la sabbia non possiede caratteristiche nutritive tali da permettere una buona crescita delle piante al suo interno.

Solitamente, perciò, si utilizza il ghiaietto. Questo materiale è ottimo in quanto non è particolarmente grosso e rozzo ma, allo stesso tempo, non si compatta molto facilmente, essendo comunque formato da piccoli sassolini, o granuli. Ovviamente, ne esistono tantissimi tipi che variano in base alla grandezza o al colore o anche in base alla consistenza. Sicuramente esso è un materiale migliore della sabbia anche per la crescita delle piante, almeno perché è abbastanza forte da sostenere la crescita delle radici, sebbene comunque non abbia particolari elementi nutritivi che permettono una buona crescita delle stesse. Può essere poi utilizzata l’argilla, dalla consistenza un po’ meno granulare del ghiaietto, di cui esistono, tra l’altro, moltissime tipologie, l’Akadama, un materiale scoperto di recente che consiste in granuli di argilla e di materiali amorfi e la torba,formata da piante decomposte.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento:




sitemap %>