Tartarughe greche

Caratteristiche

Le tartarughe greche appartengono tutte alla specie della testuggine Greca, un rettile dell’ordine delle testuggini che vive principalmente nelle regioni del bacino del Mar Mediterraneo. E’ molto simile alla Testudo Hermanni da cui si differenzia solo per la presenza di escrescenze cornee ai lati delle cosce. Le numerose sottospecie si differenziano tra di loro soprattutto per la grandezza e per il colore del carapace. In generale, comunque, queste tartarughe sono relativamente grandi, arrivando a superare anche i 35 centimetri di lunghezza. Si tratta di tartarughe molto pigre che trascorrono gran parte della loro giornata al sole per innalzare la temperatura corporea e attivare le funzioni metaboliche assorbenti i raggi U.V.B. Si nutrono principalmente di vegetali, lumache e in condizioni di necessità non disdegnano neanche di mangiare carogne ed escrementi. In cattività mangiano anche lattuga, carne, latte e formaggio.

testuggine greca

United Labels 0118484 - Sveglia delle Tartarughe Ninja, diametro 7,5 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,3€


Le sottospecie

tartarughe greche Esistono diverse sottospecie dia Testudo greca. Tra le sottospecie più comuni ci sono la Testudo Anamurensis originaria della Turchia, la armenaica originaria dell’Armenia, la testudo greca greca originaria della Spagna e in generale dell’Europa meridionale. La testudo Lamberti, la testudo Nikilskii, la testudo Pallasi, la testudo perses e la testudo terrestris tutte originarie dell’Africa settentrionale e delle regioni mediorientali.


  • Testudo hermanni Le tartarughe sono dei rettili appartenenti all’ordine delle Testudines o Chelonia. In particolare con il termine tartarughe ci si riferisce alle specie acquatiche, sia di acqua dolce sia di acqua sal...
  • Esempio di acquario per tartarughe Prima di procedere con l’esplicazione di quelle che sono le fasi di realizzazione di un acquario per tartarughe d’acqua, è bene sapere che le tartarughe non amano i posti piccoli e preferibilmente dev...

Fan Club di Ninja

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0€


Distribuizione

e habitat naturale

La tartaruga greca e le sue sottospecie vivono prevalentemente nel bacino del Mar Mediterraneo. In Europa sono presenti in Italia, in Grecia, in Spagna, nell’Africa settentrionale e in Medio Oriente. In Europa vive principalmente in Grecia, in Italia, in Spagna e nelle isole del Mar Mediterraneo. In Asia è molto diffusa in Turchia, Iran e Pakistan. In Africa si trova in Marocco, Algeria e Libia. L’habitat naturale varia molto a seconda della sottospecie, ma, in generale prediligono climi miti con poche piogge ed estati secche. La si può trovare in zone caratterizzate dalla presenza di dune sabbiose costiere ricche di vegetazione, di pinete, ma, in alcuni casi anche in agrumeti e vigneti.


Tartarughe greche: Riproduzione

La stagione degli amori coincide con il risveglio dal letargo e l’accoppiamento vero e proprio è preceduto da un rituale di corteggiamento in base al quale il maschio insegue la femmina e la prende a morsi. Nell’atto dell’accoppiamento il maschio monta la femmina. Le tartarughe greche sono ovipare e le femmine scavano una buca nel terreno per deporre le uova. L’incubazione varia tra i due e i tre mesi, trascorsi i quali i piccoli rompono il guscio con il dente dell’uovo, una sorta da di uncino che hanno sul muso e che scompare pochi giorni dopo la nascita.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento: