Allevamento cani

Allevare cani non è un lavoro, bensì una scelta di vita: chi decide di farsi carico di questa responsabilità, vivrà in funzione dei cani, in ogni singolo momento della vita. È impegnativo sempre, perché i cani hanno bisogno di attenzioni, costantemente. Alla base della decisione di aprire un allevamento deve esserci una passione e un amore infinito per gli animali.

Dopo aver scelto una razza in particolare ed essersi aggiornati se la razza valutata è iscritta ai libri genealogici (in Italia è L’E.N.C.I., Ente Nazionale Cinofilia Italiana, che ne cura l’iscrizione, affiliato alla F.C.I., Federazione Cinofila Internazionale), bisognerebbe contattare il Club della razza prescelta e chiedere informazioni per l’acquisto di almeno due cuccioli di razza certificata da un pedigree (certificato di iscrizione ai libri genealogici: unico documento attestante l'appartenenza di un cane ad una determinata razza in cui compaiono anche i suoi avi). I cuccioli acquistati saranno i capostipiti dell’allevamento. Bisogna avere un certo numero di soggetti da cui iniziare, ... continua


Articoli su : Allevamento cani


1           3      4      5      6      7      ordina per:  pertinenza   alfabetico  data  
    1           3      4      5      6      7      ordina per:  pertinenza   alfabetico  data  
      prosegui ... , che provengano a loro volta da ottimi allevamenti. Allevamento per cani significa infatti possedere tutti cani che “burocraticamente e non” appartengono alla stessa razza. In questo però è importante l’ausilio di qualcuno che lavora e quindi capisce i Pedigree; di un medico veterinario che possa verificare che non ci siano troppi imbreeding, e che sappia indicare quali sono le possibili patologie che abitualmente colpiscono quella razza. I soggetti dell’allevamento dovranno essere sempre selezionati morfologicamente e sopratutto caratterialmente dai proprietari dell’allevamento (questo lo si impara anche e sopratutto con l'esperienza e con lo studio) e da esterni (esperti della razza che vuoi allevare).

      Una volta avviato l’allevamento, conviene prendere quanti più contatti possibili con l'ENCI (innanzitutto iscrivendosi) e abbonarsi a più di una rivista. Tutto questo servirà a non restare fuori dal mondo delle gare (ed altro) ma anche da eventuali aggiornamenti utili.

      Ovvio: le gare sono vinte dai cani più belli e famosi, e saranno i loro cuccioli ad essere quelli più richiesti da qualsiasi tipo di mercato. Il vincere una gara, avere un riconoscimento, al di là del piano economico, appaga interiormente: una vittoria è anche un segno che tutto il lavoro fatto non è stato vano, ed è questo quello che realmente conta per chi ama gli animali. Buon allevamento!




      sitemap %>