micosi cane

Micosi dei cani: cosa sono?

Le micosi sono infezioni causate da funghi. Solo raramente questo tipo di infezione colpisce gli organi interni; più spesso si limita alla zona superficiale, prendendo il nome di dermatofitosi. Le dermatofitosi - o micosi superficiali - sono molto frequenti nei cani. Sono contagiose sia per gli altri animali che per l’uomo, anche perché non si mischiano solo col contatto diretto: i funghi producono spore che restano sui tessuti, sui vestiti e si annidano in tutto l’ambiente circostante, ed entrare in contatto con le spore crea già il rischio di contrarre la micosi. Non è detto che sia l’animale a contagiare il proprietario, anzi, spesso avviene proprio l’inverso: può essere il padrone stesso a portare inavvertitamente a casa, sui vestiti o sulle scarpe, le spore incriminate. I dermatofiti dei cani appartengono principalmente ai generi Microsporum, Trichophyton ed Epidermophyton.
micosi cane

All Natural Detergente Per le Orecchie Del Cane | 250 ml | La Migliore Soluzione per Infezioni Alle Orecchie, Micosi, Vermi Nellíorecchio e Acari | Elimina i Cattivi Odori e il Prurito in 2-3 Giorni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€


Come riconoscere una micosi

micosi caneLe micosi superficiali di per sé non sono particolarmente pericolose, ma vanno comunque curate subito, perché potrebbero indebolire l’animale e portare ad altri tipi di complicazioni ben più gravi. Fortunatamente la sintomatologia di un’infezione da fungo è facilmente riconoscibile: il cane presenterà delle lesioni cutanee, diffuse o localizzate in parti del corpo specifiche, caratterizzate da alopecia e arrossamento. In genere le aree prive di pelo si presentano di forma circolare, possono apparire crostose, ricoprirsi di pustole e dare prurito e fastidio al nostro amico a quattro zampe; spesso ci si accorge della comparsa di una micosi proprio perché il cane tende a grattarsi o leccarsi ossessivamente una determinata parte del corpo. Negli stadi iniziali della malattia, l’area colpita sarà molto piccola, praticamente un puntino; col tempo, se il fungo non viene debellato, tenderà ad espandersi verso l’esterno in modo circolare. Purtroppo non basta notare delle chiazze senza pelo nel manto del cane per poter diagnosticare con certezza una micosi; anche molte altre malattie, infatti, presentano sintomi simili, quindi solo un consulto veterinario potrà dissipare ogni dubbio. Solitamente, tra gli esami più specifici in caso di sospetta micosi, troviamo l’osservazione della lesione con la lampada di Wood (una speciale lampada a raggi ultravioletti che fa emettere a molte specie di funghi una particolare fluorescenza, rendendoli ben visibili), l’osservazione al microscopio e l’esame colturale. Quest’ultimo consiste nel prelevare un campione di pelo dalla zona infetta e riporlo in un ambiente che consenta la coltivazione del fungo: dopo 5-10 giorni si potrà quindi constatare l’avvenuta o meno riproduzione del fungo, e, in caso di esito positivo, si procederà con l’identificazione della specifica tipologia di fungo. A volte le infezioni micotiche sono così difficili da riconoscere da rendere necessaria una biopsia cutanea. Riconoscere con certezza non solo la presenza o meno di un fungo, ma anche l’esatta specie a cui esso appartiene, è di fondamentale importanza, poiché solo successivamente sarà possibile stilare un’adeguata terapia.

  • Micosi Con il termine micosi si indicano generalmente tutte le malattie causate da funghi (conosciuti anche con il nome di miceti). Solo un centinaio di specie fungine, delle migliaia esistenti, allo stato a...
  • Quando sentiamo parlare di micosi dobbiamo associare questo termine ai funghi, detti anche miceti, a cui le patologie di questo genere sono legate. Le micosi sono infatti delle infezioni provocate pr...
  • micosi Prendersi cura di un cane è un compito non da poco, e questo è uno dei motivi per cui è opportuno riflettere bene prima di prenderne uno, onde evitare poi scene –soprattutto estive- tristemente note: ...
  • cimurro cane Con il termine cimurro si intende una malattia infettiva virale che può colpire il cane e tutte le altre specie della famiglia dei canidi. Il cimurro è veicolato da un virus appartenente alla stessa f...

petDog protect 2101 - Acari & prurito nel cane - Prurito, infestazione da funghi & acari (100 ml)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,8€
(Risparmi 3€)


micosi cane: Micosi del cane: la terapia

Innanzitutto, come si è già detto, le micosi sono molto contagiose e infestano anche l’ambiente in cui il cane vive: se abbiamo un cane che ha questa patologia, quindi, è utile intensificare le normali procedure igieniche e lavare spesso coperte e cucce in cui dorme. Nei casi più gravi può essere anche necessario isolare il cane per un po’. La terapia vera e propria consiste solitamente in prodotti da applicare localmente, come pomate o spray specifici. Quando si applica un prodotto a uso topico bisogna sempre fare attenzione alla sua eventuale tossicità, dato che il cane comunque tenderà a leccarlo via almeno in parte. Un’alternativa alle pomate può essere quella di utilizzare uno shampoo medicato, particolarmente utile in caso di lesioni diffuse o comunque molto vaste. A volte a questi prodotti si affiancano anche dei medicinali da assumere per via orale, soprattutto in caso di animali a pelo lungo o in caso di lesioni particolarmente estese; il medicinale più diffuso da questo punto di vista è l’itraconazolo. Quando più animali vivono insieme e qualcuno di loro presenta lesioni micotiche, anche gli altri, quelli apparentemente sani, potrebbero essere portatori di spore: può essere quindi utile far seguire la terapia - sempre secondo disposizioni del veterinario - a tutti gli animali. Le dermatofitosi, come si è già detto, possono colpire anche le persone, soprattutto in caso di soggetti con un sistema immunitario particolarmente debole: le persone sane raramente sviluppano un’infezione, e comunque, se non abbiamo già contratto la micosi quando questa viene diagnosticata al nostro animale, difficilmente ci ammaleremo in seguito. Nel caso in cui, invece, notassimo sulla nostra pelle delle chiazze sospette di forma circolare, soprattutto in seguito a un’infezione micotica del nostro cane, facciamoci visitare da un medico: fortunatamente si tratta il più delle volte di lesioni benigne e facilmente curabili.



COMMENTI SULL' ARTICOLO