Malattie cavie

Principali malattie

Le cavie sono animali abbastanza robusti e difficilmente contraggono virus e malattie. Tra le malattie più frequenti tra le cavie ci sono comunque le malattie batteriche che possono causare polmoniti e problemi gastrointestinali che se non curati tempestivamente possono portare alla morte repentina dell’animale. Tra le infezioni più comuni c’è la pododermatite che colpisce i cuscinetti plantari e causa difficoltà e dolore nei movimenti. Negli esemplari affetti da questa infezione i cuscinetti dei piedi si infiammano e spesso presentano ulcere e perdite di sangue. Se non curata in tempo l’infezione può interessare anche le ossa e le articolazioni. Altra malattia causata da un batterio è la linfadenite, un’infiammazione dei linfonodi cervicali. Il batterio responsabile di questa malattia, infatti, colonizzano i linfonodi causandone il rigonfiamento con evidenti ingrossamenti del collo. In tutti questi casi bisogna rivolgersi ad un veterinario per la somministrazione dell’antibiotico più indicato, in quanto molti antibiotici comuni risultano tossici per questi animaletti. Le malattie parassitarie più comuni, invece, sono la coccidiosi che causa una forte diarrea, la dermatite pruriginosa e le dermatomicosi. Tra le malattie della pelle più comuni nelle cavie c’è la scabbia che viene trasmessa da un piccolo acaro. I sintomi della scabbia sono la perdita a chiazze di pelo e croste sulla pelle. Negli animali più anziani spesso si sviluppano tumori. Il tumore più comune è il tricofollicoloma. Si tratta di un tumore della pelle benigno che si forma prevalentemente sul dorso e sui fianchi. Questo come gli altri tipi di tumore va asportato chirurgicamente. Altre malattie abbastanza comuni sono la distocia che determina l’impossibilità di partorire, la dilatazione dello stomaco o dell’intestino e la formazione di calcoli vescicali. La scarsa igiene della gabbia, infine, può causare l’insorgenza di malattie oculari e la comparsa di piaghe sulla pelle.
cavia malattie

GIANTMICROBES Microbi Giganti Peluche TOPO BIANCO (CAVIA)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,2€


Carenza vitamina C

Le cavie non sono capaci di sintetizzare la vitamina C dai cibi e per questo è necessario somministrarla tramite integratori alimentari. Una dieta povera di vitamina C può causare malattie come lo scorbuto, la tossiemia gravidica. Nel primo caso si ha uno sviluppo dello scheletro irregolare o una violenta emorragia che può portare rapidamente alla morte. La seconda patologia è legata al parto e consiste nell’avvelenamento dell’animale tramite l’assorbimento di tossine. Tra i sintomi più evidenti delle carenze di vitamina C ci sono la paralisi degli arti, le emorragie, l’apatia che con il tempo porteranno alla morte dell’esemplare che con il peggiorare della malattia rifiuterà sempre più ostinatamente di muoversi. In media le cavie dovrebbero assumere circa 30mg di vitamina C al giorno si attraverso gli alimenti, sia tramite integratori alimentari. Gli alimenti più ricchi di vitamina C sono i peperoni rossi, i broccoli, gli spinaci, il kiwi, le arance e le fragole. E’ possibile integrare l’alimentazione quotidiana con particolari integratori che vanno aggiunti all’acqua. Non bisogna comunque esagerare con le dosi poiché l’organismo riesce ad assimilare solo una certa quantità di vitamina al giorno e tutto il resto in eccesso viene espulso. Troppa vitamina C, infine, può risultare altrettanto dannosa come la sua carenza.

  • porcellini d'India La cavia, meglio conosciuta come Porcellino d’India è un piccolo roditore della famiglia dei Cavidi. Con il termine cavia si intende un intero genere di mammiferi che comprende diverse specie differen...
  • cavia Le cavie sono animali prevalentemente erbivori quindi la loro alimentazione si basa principalmente sull’assunzione di verdura, frutta e fieno fresco. Non digeriscono i semi e i farinacei. Non essendo ...
  • Due esemplari di maialini d'India Il maialino d’India, noto anche con il nome di cavia domestica, è un piccolo mammifero appartenente al numeroso ordine dei roditori. È originario dell’America del sud ed è stato importato in Europa gi...
  • Cavia peruviana a pelo lungo La cavia peruviana è un piccolo roditore, che può raggiungere i 25 cm di lunghezza, per 1500 g di peso; viene anche chiamato cavia, perché questi animali venivano un tempo utilizzati per la sperimenta...

Lavoro dei sogni: Veterinario - Il mio piccolo studio veterinario

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,99€


Crescita eccessiva

dei denti

malattie cavia Tra le malattie più comuni nelle cavie come in tutti i roditori c’è la crescita eccessiva dei denti. Nei roditori, infatti, gli incisivi crescono continuamente per far fronte all’usura quotidiana essendo i denti utilizzati per mangiare e per rosicchiare. Spesso i roditori domestici non riescono a consumare i denti come se si trovassero in natura a causa di un’alimentazione sbagliata e povera di fieno. In questi casi i denti crescono troppo impedendo all’animale di aprire la bocca e di masticare agevolmente. Un disagio che porterà la cavia a non mangiare e a morire di inappetenza. Questo fenomeno può essere evitato garantendo al porcellino d’india sempre una discreta quantità di fieno e di tanto in tanto qualche pezzettino di legno naturale da sgranocchiare per consumare i denti. In caso di crescita eccessiva bisognerà portare la cavia dal veterinario per farglieli accorciare.


Malattie cavie: Quando andare

dal veterinario

Le cavie sono animali molto robusti e non richiedono particolari vaccinazioni. Vanno però sottoposte a visite di controllo periodiche per accertarsi che siano in buona salute. Solitamente i segnali che devono destare preoccupazione e spingerci a portare il nostro porcellino d’india sono i seguenti: respirazione rumorosa, ferite agli arti, crescita eccessiva di denti e unghie, croste sulla pelle o perdita di pelo. Un segnale preoccupante è anche l’inappetenza poiché le cavie non possono restare più di 20 ore senza mangiare senza gravi danni per la salute. Lo stesso bisogna fare in caso di sangue nelle urine o di diarrea, entrambi sintomi di infezioni al tratto urinario o di problemi intestinali. Quando le cavia sono ammalate non giocano più, restano in gabbia senza muoversi e smettono di mangiare.


Guarda il Video
  • cavie peruviane La cavia peruviana è un piccolo roditore, che può raggiungere i 25 cm di lunghezza, per 1500 g di peso; viene anche chia
    visita : cavie peruviane

COMMENTI SULL' ARTICOLO