Criceto siberiano

vedi anche: Gatto siberiano

Caratteristiche

Il criceto siberiano è originario delle steppe dell’Asia centrale. Noto anche come ‘White Winter’ per la sua capacità di diventare completamente bianco durante l’inverno, il criceto siberiano è un roditore dalle dimensioni molto ridotte. I maschi adulti non superano i dieci centimetri di lunghezza e i 50 grammi di peso. Questi roditori sono caratterizzati dal mantello grigio o marrone chiaro con una striscia più scura sul dorso che diventa completamente bianco quando calano le temperature per riuscire a mimetizzarsi nella neve che caratterizza gli inveri siberiani. Con il tempo gli allevatori hanno selezionato anche altre variazioni di colore. Questi criceti, come tutti gli altri esemplari del genere, hanno delle tasche guanciali laterali che utilizza per immagazzinare il cibo e trasportarlo nelle tane che scava nel sottosuolo. La coda è corta e il muso è piccolo e schiacciato. Come tutti i roditori, anche i criceti siberiani hanno gli incisivi molto sviluppati che crescono in continuazione. I criceti vivono in media fino a due anni e mezzo. Si tratta di animali crepuscolari, di giorno restano all’interno dei cunicoli sotterranei, mentre di notte escono alla ricerca di cibo, per poi far ritorno nella tana all’alba. In natura i criceti siberiani si nutrono di semi, grano, frutta e verdure fresche. Non bevono, ma, si bagnano le zampe anteriori e poi le leccano per idratarsi.
criceto siberiano bianco

Il mio criceto. Il carattere. L'alimentazione. Le cure. Con stickers

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,23€
(Risparmi 1,27€)


Habitat naturale

e distribuzione

Come si evince dal nome il criceto siberiano è originario delle steppe dell’Asia centrale e dell’Europa settentrionale. Si trova in particolare in Kazakistan, in Siberia, in Manciuria e in Mongolia. Il suo habitat naturale è rappresentato principalmente da steppe e praterie che d’inverno sono completamente coperte di neve e dove la temperatura scende di molti gradi sotto lo zero. Vivono in zone steppose e desertiche per buona parte dell’anno e si nutrono esclusivamente dei semi e delle radici che trovano nella scarsa vegetazione esistente. Questi roditori si difendono dal freddo e dai predatori scavando profonde buche sotterranee in cui trascorrono la maggior parte della loro giornata. Prediligono zone dove il clima è secco e in inverno vanno in letargo. Il risveglio avviene in primavera quando cominciano a sciogliersi le prime nevi.

  • criceto russo Il criceto russo, noto anche come criceto di Campbell è un roditore originario delle fredde steppe siberiane. I criceti russi sono lunghi appena 10 centimetri e pesano mediamente 40 grammi. Il corpo è...
  • criceto riproduzione I criceti sono dei roditori molto prolifici e in cattività possono riprodursi anche per tutto l’anno. In natura la stagione degli amori coincide con la primavera e i piccoli vengono alla luce all’iniz...

Mangime per Criceti e Roditori gr. 750

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6€


Riproduzione

criceti siberiani La stagione degli amori coincide con il risveglio dal letargo e va da Febbraio fino a Novembre. I criceti siberiani raggiungono la maturità sessuale molto presto e le femmine possono partorire più volte in un anno. I maschi possono accoppiarsi già a due-tre mesi di vita. L’accoppiamento avviene di notte e la femmina partorisce in media dai 6 ai 12 cuccioli a covata. La gestazione dura circa tre settimane e piccoli appena nati sono privi di pelo e ciechi. La madre li allatta per circa venti giorni trascorsi i quali sono autonomi e cominciano a cercare da soli il cibo. In cattività i criceti siberiani possono accoppiarsi in qualsiasi periodo dell’anno e la femmina può partorire anche a distanza di poche settimane. E’ comunque consigliabile limitare a tre le cucciolate in un anno. Il maschio va posto nella gabbia della femmina solo per l’accoppiamento e poi va subito tolto per evitare che possa mangiare i cuccioli o che venga aggredito dalla femmina. La cura della prole è affidata esclusivamente alla madre.


Criceto siberiano: Allevamento

Se si decide di allevare un criceto siberiano occorre allestire una gabbietta per ospitarlo. La gabbia deve essere grande abbastanza per ospitare comodamente l’animale e non deve presentare spigoli o punte con cui l’animale potrebbe ferirsi. La gabbia può essere in plastica o in ferro, ma, le sbarre non devono essere troppo distanti le une dalle altre per evitare eventuali evasioni. La scelta migliore sono le gabbie a due piani collegati tra di loro da rampe per consentire all’animale di fare moto. All’interno della gabbia bisogna prevedere una mangiatoia per il fieno, una scodella per i semi, un beverino a goccia per l’acqua e una cassettina con la sabbia per i bagni di terra. Il fondo della gabbia deve essere estraibile per consentire la pulizia quotidiana. Lo si può foderare con fogli di giornale, paglia o fieno. All’interno, inoltre, si dovrebbe allestire anche una casetta in cui l’animale possa rifugiarsi quando ne sente la necessità. La gabbietta va posizionata in un luogo tranquillo e lontano da rumori eccessivi per evitare spaventi e stress all’animale. Deve, inoltre, essere posta in un luogo al riparo dal sole eccessivo e da correnti d’aria. La gabbia va pulita e disinfettata, insieme a tutti gli accessori presenti all’interno, almeno una volta a settimana per evitare problemi igienico sanitari. All’interno della gabbia, infine, si devono prevedere anche giocattolini e una ruota. In cattività la loro alimentazione deve essere costituita da semi secchi, frutta e verdura fresca e se necessario da integratori. Nei negozi specializzati si possono trovare delle miscele di semi appositamente pensati per fornirgli il giusto apporto vitaminico e proteico. Vanno evitati i semi di girasole poiché sono troppo grassi e possono creare problemi di sovrappeso all’animale. La dieta dei criceti deve prevedere anche una certa percentuale di proteine animali che possono essere somministrate tramite integratori alimentari. I vegetali e i tipi di frutta consigliati sono le carote, i cavolfiori e le mele. Per l’acqua che deve essere sempre fresca e pulita bisogna munirsi di un beverino a goccia, poiché i criceti non sanno bere dalla scodella.


  • criceto siberiano Il criceto russo, noto anche come criceto di Campbell è un roditore originario delle fredde steppe siberiane. I criceti
    visita : criceto siberiano
  • criceto bianco Intorno ai criceti ruotano tanti nomi, alcuni realmente riconducibili all'animale, altri dettati da poca conoscenza. Non
    visita : criceto bianco

COMMENTI SULL' ARTICOLO