cane abbaia

L’abbaio del cane come forma di comunicazione

Avere un cane è una cosa bellissima, e chiunque ne abbia uno lo sa perfettamente: va da sé, però, che un cane che abbaia troppo può causare non pochi problemi, sia al vicinato che a noi. Innanzitutto, va detto che l’abbaio è una forma di comunicazione del cane, ed entro certi limiti è perfettamente normale e naturale. Non avremo mai un cane completamente silenzioso, e sarebbe anche assurdo pretenderlo… se è quello che vogliamo, tanto vale comprarci un peluche. Se invece il nostro cane abbaia eccessivamente, fino a diventare fastidioso, ci sono dei rimedi che possiamo adottare per correggere il suo comportamento: il primo step è capire le motivazioni che stanno dietro all’abbaio, cioè capire cosa il cane sta cercando di comunicarci in quel momento. Il cane può abbaiare per tutta una serie di motivi. In linea di massima, l’abbaio è sempre un modo del cane di attirare la nostra attenzione perché vuole comunicarci qualcosa, o perché ci sta esprimendo un suo bisogno. In alcuni casi, e per alcune razze, l’abbaio è una risorsa che può essere utile anche all’uomo. Prendiamo ad esempio i cani da guardia o quelli da caccia: il loro abbaio sta ad indicarci la presenza di un pericolo (più o meno fondato) nel primo caso, e quindi ci mette in guardia, mentre nel secondo caso permette al cacciatore di seguire il cane, mentre lui a sua volta insegue la preda.
cane abbaia

Fur Real Friends B0449EU4 - J.J. Tenero Carlino Peluche Interattivo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,63€
(Risparmi 18,36€)


Perchè abbaia?

cane abbaia Un altro motivo per cui il cane può abbaiare è l’eccitazione: è il caso ad esempio dell’abbaio festoso al ritorno a casa del padrone, o dell’abbaio che precede la pappa. O, ancora, i cani abbaiano per paura, quando vedono qualcosa che li inquieta o li indispettisce (come ad esempio l’aspirapolvere)… in tal caso sta a noi cercare di tranquillizzare l’animale, e di fargli prendere confidenza con la fonte delle sue preoccupazioni. Molto frequente è anche l’abbaio ‘territoriale’, quello con cui il cane difende il proprio territorio al cospetto di qualche presenza estranea, che sia una persona, un altro cane o un gatto. L’abbaio è anche uno dei mezzi con cui il cane sfoga il suo stress o la sua frustrazione: potrebbe abbaiare perché è affamato, perché ha la necessità di uscire per i suoi bisognini, perché lo stiamo sottoponendo a qualche gioco o a qualche attività fisica che lo sta stancando eccessivamente, o perché passa troppo tempo da solo in casa e quindi si annoia. In alcuni casi, sebbene più rari, l’abbaio può essere anche manifestazione di una sofferenza fisica; se sospettiamo qualcosa del genere, portiamo il cane dal veterinario per un controllo, che ci aiuti a capire dov’è il problema. Capire le ragioni che stanno alla base dell’abbaio del proprio cane è il primo passo che un buon padrone deve compiere. Vediamo come dobbiamo comportarci per insegnargli a non abbaiare.

  • foto cibo cane Gli animali progenitori dei cani erano carnivori, come sono tutt'ora animali come i lupi; la millenaria vicinanza con l'uomo, e con i suoi usi alimentari, ha nel tmepo modificato la dieta del cane, ta...
  • foto del weimaraner Questo fantastico bracco prende il nome dai granduchi di Sassonia-Weimar, famosi allevatori del XVIII secolo che si prodigarono per la selezione di questa razza. In realtà però le origini del Weimaran...
  • foto lapphund Il Lapphund, come si può intuire già dal nome, è un cane che ha storia ed origini strettamente intrecciate con la popolazione dei Lapponi. I Lapponi apparvero nella penisola scandinava molte migliaia ...
  • foto norsk lundehund La storia di questo cane di media taglia norvegese è una storia di specializzazione canina più unica che rara. Il Norsk Lundehund infatti è un cane che nel corso dei secoli non solo si è specializzato...

Chicco 67017 Il Mio Primo Cucciolo, Peluche Elettronico con Effetti Sonori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€
(Risparmi 14,9€)


Come comportarci quando il cane abbaia

Molto spesso i padroni, non sapendo come comportarsi quando il cane comincia ad abbaiare, adottano atteggiamenti sbagliati, che causano proprio l’effetto opposto. Uno degli errori più frequenti è quello di coprire gli abbai del cane con le proprie urla, per farlo smettere: quando urliamo, il cane penserà che stiamo ‘abbaiando’ insieme a lui, e quindi non solo non percepirà il rimprovero, ma tenderà ad abbaiare ancora più forte. Ma l’errore peggiore che si possa commettere è un altro: dare al cane un biscottino/croccantino per farlo smettere di abbaiare. Pensiamoci bene: cosa facciamo quando vogliamo insegnare qualcosa al cane? Lo ricompensiamo. Il cane, quindi, percepirà l’elargizione del premio come una ricompensa per aver fatto la cosa giusta. In breve tempo imparerà ad abbaiare ogni volta che vuole qualcosa, considerandolo un atteggiamento positivo, sicuro che noi correremo da lui a suon di coccole e spuntini. Ma quindi, come dobbiamo comportarci? Semplice: ignorandolo. Come prima cosa, assicuriamoci che l’abbaio non rappresenti in quel momento un reale bisogno del cane: abbaiare per avvertirci che deve fare i bisognini, ad esempio, è un atteggiamento positivo e che va incoraggiato. Quando siamo sicuri che il cane sta abbaiando solo per attirare la nostra attenzione, e non per reale necessità, cerchiamo di ignorarlo il più possibile: non urliamo, non cerchiamo di coccolarlo, non guardiamolo nemmeno. Sentendosi ignorato, dovrebbe smettere in poco tempo, e capire che l’abbaio non è un comportamento produttivo. Al massimo, cerchiamo di distrarlo lanciandogli un gioco o causando qualche rumore che attiri la sua attenzione. Altra cosa che possiamo insegnargli, inoltre, è l’abbaio a comando. Utilizziamo comandi semplici, come ad esempio “Parla!” e “Silenzio!”, e, quando il cane risponde correttamente al comando, ricompensiamolo e lodiamolo. Una volta




COMMENTI SULL' ARTICOLO