allevatori

Allevamento per cani

Quando si decide di acquistare un cane, cucciolo o adulto che sia, bisognerà stabilire innanzitutto se si è interessati all’acquisto di un cane di razza pura o se un simile fattore non risulta essere rilevante nella nostra scelta. Qualora si decidesse di acquistare un cane di razza pura, infatti, sarà necessario rivolgersi a delle specifiche strutture, ossia gli allevamenti, che ci consentono di scegliere dei cuccioli purosangue, tutti dotati, com’è ovvio, di uno specifico documento, ossia il pedigree, che ci permetterà di accertare la purezza della razza del nostro nuovo amico a quattro zampe, in modo tale che risulterà possibile far partecipare l’animale a gare e competizioni estetiche o anche, ovviamente, di abilità e agilità.

allevatori

All4pet DC-B50 nylon molle cucciolo ID Fibbia Collari & Band (set di 12)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33€


Come scegliere un buon allevatore

allevatoriQuando si decide di acquistare un cucciolo di razza pura, risulta assolutamente necessario effettuare una valutazione attentissima riguardante la scelta dell’allevatore presso cui l’animale sarà acquistato. Dalla qualità dell’allevatore, infatti, dipenderanno sicuramente alcune caratteristiche peculiari dell’animale, in quanto soltanto un allevatore esperto riesce ad educare e salvaguardare la salute del cucciolo adeguatamente. Per poter scegliere un buon allevatore, quindi, sarà necessario vagliare le diverse offerte disponibili: si consiglia di chiedere a conoscenti o a veterinari fidati quali sono gli allevamenti di cani più sicuri e, ovviamente, più facilmente raggiungibili. Si consiglia di rivolgersi ad un allevatore esperto nella cura di una specifica razza canina, in questo modo si potrà essere certi che il soggetto in questione risulterà effettivamente capace di soddisfare le esigenze del cucciolo che andremo ad acquistare, proprio grazie alla sua dettagliata conoscenza di quella specifica razza canina. È importante, inoltre, verificare quella che è la preparazione dell’allevatore prescelto: si consiglia di rivolgersi a dei soggetti che hanno già un’esperienza cospicua e che sono soliti gestire la propria struttura con l’ausilio di un personale esperto, primo tra tutti un veterinario fidato. È importante anche verificare l’eventuale svolgimento di corsi di preparazione all’allevamento da parte dell’allevatore da noi scelto. Inoltre, sarà necessario verificare l’effettiva disponibilità del soggetto in questione: è importantissimo, infatti, che l’allevatore risulti facilmente rintracciabile in diversi momenti della giornata e che sia disposto a rispondere e risolvere ogni nostro eventuale dubbio. È importante, infine, verificare quelle che sono le condizioni della struttura gestita dall’allevatore da noi scelto, in quanto soltanto una struttura ben tenuta, che presenta condizioni igieniche accettabili e così via, potrà dimostrare davvero che l’allevatore scelto svolge il suo lavoro mosso da un vero amore nei confronti di questi meravigliosi animali domestici. Bisogna, quindi, assolutamente diffidare di allevamenti fatiscenti, troppo piccoli o che in generale non rispettano quelle che sono le condizioni specifiche previste dalla normativa in questione.

  • Foto taglia mini Negli ultimi anni la moda, soprattutto degli U.S.A., ha imposto un certo target per quanto riguarda le taglie canine. Target che ha spinto verso una selezione genetica mirata a miniaturizzare sempre p...
  • Foto taglia piccola Nonostante l’ideale di vita di un cane non sia vivere in una casa, i cani di piccola taglia sono, tra tutte le altre tipologie di razze, quelli che più amano la vita domestica. Per meglio dire questi ...
  • foto sezione taglia media L’immensa capacità di integrarsi nella società umana, che tutta la specie canina ha avuto nel corso dei secoli, è alla base di ciò che questi animali rappresentano al giorno d’oggi nei confronti dell’...
  • foto sezione cani grandi Forse tra le razze canine più affascinanti soprattutto per quanto riguarda il portamento, abbiamo i cani di taglia grande (peso tra i 25 kg e i 50 kg). Nonostante tutto questo fascino, non sempre è se...

Apicoltura allevatori Tunica con alimentazione/Astronauta con cappuccio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,28€


allevatori: Diventare un allevatore

Diventare allevatori rappresenta un percorso non sempre estremamente semplice, che necessita di essere sempre accompagnato da un grande amore per gli animali che saranno da noi allevati e curati. Per diventare un buon allevatore di cani, infatti, è necessario essere motivati da una grande passione per questi bellissimi animali, passione necessaria per sopportare tutto lo stress e le difficoltà che potremo incontrare durante il nostro percorso. Per diventare allevatori, inoltre, sarà necessario cercare di avere una precedente esperienza presso strutture altrui; in questo modo, sarà più semplice comprendere quelle che sono le modalità di gestione e di cura degli animali, così da non arrivare impreparati al momento dell’apertura della nostra futura gestione. Si consiglia, inoltre, di svolgere sempre un’attività certificata, in modo tale da poter dimostrare ai futuri clienti l’esperienza pregressa. Ovviamente, per poter aprire un proprio allevamento, sarà necessario il possesso di fondi sufficienti per l’acquisto della struttura e per la costruzione di tutti gli stabili necessari alla gestione dell’allevamento stesso. Risulta assolutamente necessario rispettare, nella fase di costruzione ed organizzazione della struttura stessa, tutti quelli che sono i parametri ed i requisiti previsti dalla specifica normativa interna. Ricordiamo, inoltre, che sarà possibile anche richiedere un fondo regionale o statale per l’apertura di una simile struttura. Sarà, inoltre, necessario circondarsi di un personale affidabile ed esperto; si consiglia, inoltre, di stringere rapporti di lavoro con un veterinario facilmente raggiungibile dalla struttura, in modo tale da avere un costante punto di riferimento in caso di problemi. Sarà, inoltre, necessario procedere all’acquisto degli animali da riproduzione, che dovranno essere in salute e dovranno, ovviamente, essere in possesso del pedigree, ossia del documento che accerta la purezza della razza dell’animale. Si consiglia, infine, di non iniziare con un numero eccessivo di animali, onde evitare che la gestione degli stessi risulti essere eccessivamente complessa, soprattutto nella fase iniziale della nostra nuova attività.



COMMENTI SULL' ARTICOLO