Allevamento dogo argentino

vedi anche: Dogo Argentino

Allevamento dogo argentino

L'allevamento del dogo argentino ha avuto origine all'inizio del 1900 a Cordoba, in Argentina. Si tratta di un cane selezionato da Antonio Nores Martínez e da suo fratello Augustín, alla ricerca di un cane da caccia poderoso e forte, che potesse essere d'aiuto nelle battute che si tenevano nelle sconfinate pianure attorno alla loro abitazione. Scelsero un cane autoctono, incrocio tra bulldog e bull terrier, con cui incrociarono alani, cani da montagna dei Pirenei, levriero irlandese, pointer. Le razze che entrano nella genealogia iniziale di questo cane sono molte, e il risultato è un animale potente e vigoroso, di taglia medio grande, molto adatto alla caccia ai cinghiali, per cui viene utilizzato anche in Italia. Questi cani vennero riconosciuti dalla federazione argentina solo nel 1964, e negli anni a venire anche in Europa. Il dogo argentino viene allevato anche nel nostro paese, prevalentemente come cane da lavoro, da caccia o da guardia.
Dogo argentino adulto

Dogo Argentino Adesivo 15 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5€


La razza

Cucciolo di dogo argentino Il risultato degli incroci di Antonio Nores Martínez è un cane molossoide, di taglia media, che può raggiungere i 68 cm al garrese; il pelo è corto e setoso, di colore bianco, anche se sono ammesse delle macchie sulla testa, attorno agli occhi, purché non superino in dimensioni il 10% della superficie della testa; il tartufo deve essere nero, e in genere i cuccioli che presentano delle decolorazioni sul naso vengono venduti a prezzi modici, perché non rispettano lo standard. Il corpo è possente, e la muscolatura ben definita, a manifestare la necessità per questo cane di una attività regolare e frequente: non è ammesso che un dogo argentino prenda peso, perché sono animali molto attivi, che amano correre nella natura. Sono ottimi come cani da guardia, da caccia o da difesa; vengono utilizzati spesso come guardiani delle masserie in campagna.

  • Dogo argentino Il dogo argentino è una razza di cani molossoidi da caccia, che ha avuto il riconoscimento in Europa solo nel 1973; questi animali non sono molto diffusi in Italia e sono particolarmente apprezzati da...
  • Cuccioli di dogo argentino I dogo argentino cuccioli manifestano già un carattere fiero e deciso, e tendono spesso ad avere atteggiamenti dominanti; sono cani intelligenti e indipendenti, ed è necessario far capire già in tener...
  • foto del Dogo Argentino Il Dogo Argentino ha una storia piuttosto recente e deve la sua nascita alla determinazione, alla passione ed alla volontà di un uomo. Nei primi anni del 1900, il dottor Antonio Nores Martinez decise ...

Dogo Argentino Adesivo 15 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5€


Il carattere del dogo argentino

Dogo argentino Il dogo argentino viene spesso dipinto come un cane aggressivo e poco malleabile, e fino a qualche anno fa era inserito in una lista di razze pericolose per l'uomo. In realtà il carattere di un cane viene in parte preordinato dalle sue caratteristiche genetiche, e in parte influenzato dall'ambiente in cui l'animale cresce. Il dogo argentino è un animale molto adatto a vivere a contatto con l'uomo, con cui instaura un rapporto di fedeltà e affetto; è anche molto attento a non danneggiare i bambini, e può venire lasciato come badante senza temere che faccia alcunchè ai piccoli di casa. Si affeziona molto al proprietario, ma è importante che fin da cucciolo riceva un'educazione adeguata: il dogo è un cane massiccio e potente, un animale di questo tipo che fa i capricci diviene difficilmente gestibile. Quindi, anche quando il cane è piccolo e sembra indifeso, manifestatevi come capobranco, e con voce ferma ed autorevole impartitegli dei comandi precisi e netti. Sono animali che necessitano di attività fisica, e di contatto con la famiglia di adozione: lasciati sempre fuori legati alla catena, diventano cani tristi, e a volte mordaci.


Cure particolari

Dogo argentino a caccia Questi animali sono vigorosi e potenti, la forza fisica e muscolare va incanalata in qualche attività: se lasciati tutto il pomeriggio sul divano di casa rischiano di assumere atteggiamenti dispettosi o di sfida. Quindi, portate il vostro cane a passeggio, in escursione, al parco, in modo che ogni giorno abbia modo di correre e giocare. Si affezionano molto al proprietario, ma è bene che incontrino fin da piccoli altre persone, e soprattutto altri cani: alcuni esemplari maschi tendono a cercare di sopraffare qualsiasi altro animale, è bene sedare questo atteggiamento, e permettere a questi cani di familiarizzare con altri cani fin da cuccioli, in modo che imparino a non essere l'unico cane esistente al mondo. Allo stesso modo, cercate di far conoscere al cucciolo i vostri amici e familiari, di portarlo in città al guinzaglio, di farlo camminare tra la gente, in modo che familiarizzi con il mondo circostante.




COMMENTI SULL' ARTICOLO