dogo sardo

Il Dogo Sardo

Quella del Dogo Sardo è una razza canina ufficialmente riconosciuta dalla FCI, sebbene la sua diffusione sia, oggi, molto scarsa. Nonostante ciò, comunque, pare sia oggi da escludere il rischio di estinzione di questa particolarissima razza. Il Dogo Sardo è un molossoide di taglia non eccessivamente pesante, solitamente utilizzata come aiuto in varie attività dell’uomo. Per molto tempo, si è ritenuta questa razza praticamente estinta e, solo nei primi anni del 2000, si organizzarono delle ricerche e spedizioni all’interno della Sardegna per verificare l’effettiva presenza di questo animale. Tali studi erano guidati dall’esperto Roberto Balia. Questo studioso pubblicò poi, dopo alcuni anni di studi e verifiche, un importantissimo testo, che prendeva il nome di “Canis Gherradoris”, che ebbe il merito di stimolare l’attenzione di molti su questo meraviglioso animale, facendo ovviamente in modo di aumentare e stimolare le indagini che venivano fatte sul suo conto. Si è così scoperto che, nel passato, la presenza del Dogo era stata rilevata da moltissimi antichi studiosi che avevano anche denominato tale animale nei modi più disparati. Grazie agli studi di queste testimonianze si è riusciti a giungere ad un’identificazione del suddetto animale, riconoscendo in tutte le descrizioni studiate la stessa razza canina. Ciò ha permesso di verificare, oggi, l’attuale presenza di questo meraviglioso cane nelle campagne sarde, dove viene perlopiù denominato cane sardo. Ricordiamo, inoltre, che, proprio grazie a questi studi, sono stati scoperti alcuni tratti essenziali di questa particolarissima razza canina, come il fatto, ad esempio, di essere molto disponibile e adatto alla collaborazione con l’uomo. Esso è stato, infatti, da sempre utilizzato per varie attività umane, come la caccia e l’allevamento, ma ci sono tracce anche di un suo utilizzo come cane da guerra. È proprio grazie a questi studi che è stato possibile garantire l’iscrizione ufficiale dell’animale nell’elenco redatto dalla FCI.
Dogo Sardo

Il lupo che voleva cambiare colore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,87€
(Risparmi 1,03€)


Caratteristiche fisiche del Dogo Sardo

Dogo Sardo Parlando delle caratteristiche fisiche di questa particolare razza canina, occorre innanzitutto sottolineare come non sia possibile, ad oggi, redigere uno standard fisico del Dogo Sardo, a causa delle scarse notizie ufficiali e dettagliate riguardanti la sua conformazione fisica originale e del suo sviluppo. È possibile, però ,quantomeno, provare a redigere un quadro generale di quelle che sono le caratteristiche fisiche presentate dall’animale nei nostri giorni. Esso, come già sottolineato, si presenta come un molossoide leggero, solitamente alto , se si parla di un esemplare maschio di Dogo Sardo, circa 58 centimetri . Il Dogo presenta un’ossatura davvero forte, che permette all’animale di essere sempre attivo e vigoroso in tutte le attività da esso svolto, anche in accompagnamento all’uomo. La testa dell’animale dovrebbe apparire come molto compatta, con una fortissima dentatura, cosa che permette all’animale stesso di essere anche considerato un ottimo animale da caccia. Gli occhi del Dogo sono abbastanza grandi e dal colore ambrato; gli arti sono ben sviluppati e molto robuste. Per quanto riguarda il manto, invece, è da sottolineare come esso sia molto corto e folto, cosa che lo rende quasi simile al pelo di un cinghiale. Il manto è, inoltre, solitamente tigrato, con molte zone nere. È chiaro, però, che lo standard qui delineato non può essere assolutamente considerato come standard ufficiale e definitivo, considerato il fatto che, nei vari esemplari oggi viventi, questi elementi fisici posso essere anche molto variabili.

  • foto del Dogo Argentino Il Dogo Argentino ha una storia piuttosto recente e deve la sua nascita alla determinazione, alla passione ed alla volontà di un uomo. Nei primi anni del 1900, il dottor Antonio Nores Martinez decise ...
  • Dogo Canario Il dogo canario è un cane della famiglia dei Molossoidi proveniente dalla Spagna, esso è solitamente utilizzato come cane da guardia o come pastore. Come Molossoide, esso è un cane di taglia media, da...
  • Dogo argentino Il dogo argentino è una razza di cani molossoidi da caccia, che ha avuto il riconoscimento in Europa solo nel 1973; questi animali non sono molto diffusi in Italia e sono particolarmente apprezzati da...
  • Il dogo argentino non è un cane aggressivo Il carattere del dogo argentino si contraddistingue per il suo coraggio e per l'istinto. Gli esemplari di questa razza infatti sono animali molto sicuri di sè e che nelle situazioni di maggiore diffic...

Chesapeake Bay Retriever a forma di trofeo& 8 x 8, da Liz Harrison

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,14€


dogo sardo: Info sulla razza

È sicura, inoltre, la presenza di molti incroci attualmente in vita derivanti da questa particolare razza canina. Carattere del Dogo Sardo. Come già sottolineato, il Dogo Sardo si presenta come un animale molto forte, attivo e vigoroso. Queste sue caratteristiche comportamentali, unite al vigore fisico che ovviamente lo caratterizza, hanno da sempre reso questo animale estremamente adatto alle attività fisiche, anche quelle svolte insieme all’uomo. Nelle varie testimonianze della presenza di questa razza nel passato, infatti, si legge dell’utilizzo di questo animale in attività come la caccia, la pesca e, finanche, la guerra. Questo ci permette anche di capire che si tratta sicuramente di un animale estremamente fedele al proprio padrone ed estremamente coraggioso, caratteristiche che permettono all’animale di stringere rapporti di affetto indissolubili con la propria “famiglia umana”. Anche oggi, questo animale viene utilizzato in molte attività che vengono svolte nella campagna sarda, in particolare in quelle inerenti l’allevamento di bovini. Il Dogo Sardo è, infatti, quivi utilizzato come cane da presa e da recupero di animale allevati allo stato brado. Si tratta, infine, di un animale tendenzialmente tranquillo, che non presenta quasi in nessuna occasione momenti di aggressività nei confronti di uomini e animali. È sicuramente non adatto alla vita in casa.



COMMENTI SULL' ARTICOLO