Costretta a vendere il rolex per salvare il cane

Cosa aspettarsi dai veterinari oggi, comprensione o solo venalità?

Che il nostro amico peloso diventi come un nostro congiunto, ci sono davvero pochissimi dubbi.

Un animale da compagnia è per noi il bene più prezioso che si possa possedere ed asserire che è come un figlio non è per nulla fuori luogo.

La storia che vi stiamo per raccontare è accaduta a Jesolo ed ha come protagonisti una signora del luogo ed il suo amatissimo peloso a quattro zampe.

Il cane in questione è un meticcio che fino a pochi giorni prima camminava tranquillo durante le passeggiate con la sua padrona e le faceva compagnia in casa buono buono, accucciato nella sua comoda dimora.

I problemi sono cominciati quando la signora ha captato strani malesseri della bestiola che guaiva in continuazione per un evidente mal di stomaco e all'intestino visto che il povero cagnetto pareva avesse tutti i sintomi di una malattia alle vie addominali.

Inoltre, il suo battito cardiaco era decisamente accelerato tanto che la padrona ha deciso di portarlo immediatamente da un noto veterinario della sua cittadina.

Lo specialista appena ha visitato il cane, ha immediatamente diagnosticato qualcosa di grave tanto da ritenere opportuno, operare l'animale con la massima urgenza.

cane

70' Medley: Con Il Nastro Rosa / Video Killed the Radio Star / I Will Survive / Don't Let Me Be Misunderstood / Born to Be Alive / Il Triangolo / Mi Vendo / Y.m.c.a.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0,99€


Costretta a vendere il rolex per salvare il cane

veterinarioFin qui, niente di strano perché i nostri compagni canini sono soggetti a malattie di vario tipo ma il fattore di notevole importanza etica è che il dottore non ha voluto portare il cane sul tavolo operatorio perché la signora era momentaneamente sprovvista di denaro liquido ne poteva firmargli un bonifico.

Indubbiamente la padrona del dolce animaletto che stava soffrendo le pene dell'inferno, non aveva nessuna intenzione di non pagare il veterinario ma gli ha solo gentilmente chiesto se potesse effettuare l'operazione visto che la riteneva urgente, per poi provvedere con calma al pagamento.

E qui entra in ballo la fatidica domanda. Meglio portare subito il cagnetto ammalato in sala operatoria e poi avere i soldi richiesti o lasciar morire l'animale tra atroci sofferenze visto che l'intervento era stato definito urgente?

La signora di Jesolo ovviamente, non ci ha pensato due volte e nell'immediato ha contattato un suo parente per farsi prestare la somma necessaria all'operazione del suo amico.

Purtroppo neanche il congiunto aveva a disposizione la cifra richiesta dal 'venale' dottore ed insieme pur di salvare quella bestiola, hanno deciso di dare in garanzia il rolex di quest'ultimo per poi venderlo e pagare il costoso intervento.

  • Foto taglia mini Negli ultimi anni la moda, soprattutto degli U.S.A., ha imposto un certo target per quanto riguarda le taglie canine. Target che ha spinto verso una selezione genetica mirata a miniaturizzare sempre p...
  • Foto taglia piccola Nonostante l’ideale di vita di un cane non sia vivere in una casa, i cani di piccola taglia sono, tra tutte le altre tipologie di razze, quelli che più amano la vita domestica. Per meglio dire questi ...
  • foto sezione taglia media L’immensa capacità di integrarsi nella società umana, che tutta la specie canina ha avuto nel corso dei secoli, è alla base di ciò che questi animali rappresentano al giorno d’oggi nei confronti dell’...
  • foto sezione cani grandi Forse tra le razze canine più affascinanti soprattutto per quanto riguarda il portamento, abbiamo i cani di taglia grande (peso tra i 25 kg e i 50 kg). Nonostante tutto questo fascino, non sempre è se...

N4310V canottiera da uomo senza maniche Aloha bitches (Small Bianco Nero)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,97€
(Risparmi 5,49€)


Tutto è bene ciò che finisce bene

cane salvo L'operazione dopo quel gesto è stata eseguita repentinamente ma come diceva spesso un famoso personaggio della TV, 'la domanda sorge spontanea'.

E se la signora non avesse potuto provvedere a pagare quella cifra così velocemente come chiesto dall'indubbio professionista, che fine avrebbe fatto la bestiola in preda a dolori atroci?

Passata la paura e dopo che il cagnolino è uscito fuori pericolo, la padrona si è rivolta all'ASL locale mostrando senza freni la sua grande e giustissima indignazione ed ora grazie alle associazioni animaliste, si è in attesa di un verdetto che possa portare idonee conseguenze in questa sorta di diatriba.

E' doveroso ricordare che i veterinari lavorano certamente per guadagnare ma sicuramente dovrebbero avere più rispetto per le povere ed indifese bestiole che soffrono anche perché nel caso sopra citato, la signora non aveva asserito di non voler pagare la parcella ma solamente di poter assolvere al suo debito in un secondo momento visto che in quel frangente, non aveva denaro a disposizione.

Senza nulla togliere alla professionalità di tanti medici veterinari, sarebbe bene ricordare che tante volte non basta la bravura e la competenza specialmente in situazioni come queste ma un pizzico di umanità non farebbe certo male!

In tutta questa aggrovigliata vicenda, l'importante è che adesso il meticcio sta benone ed è tornato a fare lunghe passeggiate con la sua padrona e a farle compagnia accucciato ai suoi piedi, mentre gode una meritatissima convalescenza piena di coccole.




COMMENTI SULL' ARTICOLO