trasporto cane

Trasporto cani: guinzaglio e trasportino

Avere un cane è sicuramente un’esperienza bellissima, che arricchisce la nostra vita e quella della nostra famiglia; ma, quando prendiamo con noi un animale, ci accolliamo automaticamente anche delle responsabilità di cui dovremo tener conto durante la nostra vita con lui. Uno degli argomenti più spinosi per i proprietari di cani è sicuramente quello del loro trasporto: il cane infatti ha spesso bisogno di essere portato a spasso, ma non solo. Può capitare anche di dover compiere tragitti con lui più impegnativi, dal semplice viaggetto in macchina per andare dal veterinario, al viaggio sui mezzi pubblici per raggiungere il parco più vicino, fino anche ad arrivare a viaggi lunghi e sui mezzi più svariati, in caso di vacanze e di trasferimenti. Gli accessori più utilizzati per trasportare il cane sono due: il guinzaglio e il trasportino. In natura il cane è ovviamente portato a girovagare in libertà, quindi andrà abituato gradualmente all’utilizzo di questi mezzi, e preferibilmente fin da piccolo. Per quanto riguarda il guinzaglio, è fondamentale sceglierne uno che sia confortevole per l’animale. Le pettorine sono sempre preferibili ai collari, in quanto non vanno a stringere sul collo e sono quindi meno fastidiose per l’animale, ma è vero anche che esistono collari morbidi e confortevoli che non danneggiano il cane. Il guinzaglio deve essere lungo abbastanza da poter lasciare a Fido la libertà di esplorare in giro, ma anche abbastanza corto da permettere a noi di controllarlo e tenerlo a bada. Il trasportino è invece un po’ meno confortevole per il padrone, ma necessario soprattutto per spostamenti lunghi o a bordo di alcuni mezzi pubblici. Anche in questo caso il cane va abituato gradualmente, ed è importante che il trasportino sia comodo e di una dimensione adeguata; possiamo arricchirlo all’interno con una coperta o un cuscino, per far stare il cane più comodo.
trasporto

TecTake Box per trasporto cane doppio (L/P/A: 89/69/50 cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 68,99€


Trasporto cani in auto

trasportoPer quanto riguarda il trasporto di cani in automobile, la legge è molto chiara al riguardo: non devono mai costituire un intralcio per chi guida. Gli accorgimenti che possiamo adottare a tal scopo sono molteplici: innanzitutto, il già citato trasportino. Dopo che il cane si sarà già abituato al suo utilizzo, in maniera graduale, sarà una buona soluzione per il trasporto in auto: va però ben fissato al sedile, in modo che, in caso di frenata brusca, il cane non riporti lesioni e non costituisca un pericolo per i passeggeri. Altra classica soluzione è la rete divisoria, che divide cioè il retro della macchina dal guidatore, e che permette al cane di avere il suo spazio a disposizione senza essere d’intralcio ai passeggeri. In genere anche al cane fa piacere questa soluzione, perché sentirà di avere uno spazio tutto per sé: se aggiungiamo anche una coperta o un giochino, il viaggio diventerà un momento davvero piacevole. Un’altra ottima soluzione, di recente sempre più utilizzata, è la cintura di sicurezza per cani. Si tratta di una cintura apposita, che si lega agli attacchi per la normale cintura di sicurezza, già presenti sul sedile posteriore, e che garantisce l’incolumità di Fido e dei passeggeri in caso di frenate o manovre brusche; ricordiamo però che per la cintura vale lo stesso discorso già fatto in precedenza: il cane va abituato gradualmente, l’utilizzo non va mai cominciato di punto in bianco.

  • trasporto cavalli Per poter trasportare il proprio cavallo nel rispetto di quelle che sono le attuali normative interne ed europee, risulta necessario procedere all’acquisto di un van o di un trailer. La scelta tra i d...
  • van cavalli Trasportare un cavallo può risultare, il più delle volte, un'attività non estremamente semplice, sia per i particolari mezzi che necessariamente devono essere utilizzati per lo svolgimento di una simi...
  • trailer cavalli Trasportare i cavalli non è una cosa da principianti: bisogna essere buoni conoscitori del mondo equino e dei rischi e stress a cui sottoponiamo l’animale durante il trasporto. Sicuramente ai cavalli ...
  • foto cibo cani Da secoli vicini all'uomo, cani e gatti ci accompagnano con la loro simpatia e il loro affetto; le nostre nonne sfamavano i loro animali domestici con quello che avanzava in tavola, i veterinari ci in...

Songmics 70 x 52 x 52 cm Gabbia Pieghevole Portatile Borsa per Cane Animale Domestico da Trasporto Macchina Viaggio blu PDC70Z

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,99€
(Risparmi 3€)


trasporto cane: Trasporto cani sui mezzi pubblici

Per quanto riguarda il trasporto dei cani sui mezzi pubblici urbani, le regole variano generalmente da città a città. In linea di massima è ammesso il trasporto dei cani, purché dotati di guinzaglio, museruola e in possesso di regolare titolo di viaggio, ma per fugare ogni dubbio faremmo meglio a informarci sulle normative della nostra città. Anche sui treni della linea nazionale è solitamente ammesso il trasporto di cani, purché siano dotati di museruola e guinzaglio, o di altri animali di piccola taglia nell’apposito trasportino; i cani non devono comunque occupare posti dedicati ai passeggeri, o creare intralcio durante il tragitto, e devono essere in possesso del biglietto (in genere di seconda classe, e ridotto del 50%). Su richiesta del personale a bordo, vanno esibiti l’iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario del nostro cane. Per chi vuole viaggiare in aereo con Fido al seguito, non esiste un regolamento generale; è meglio informarsi bene sulle regole della compagnia con cui viaggeremo, così da evitare spiacevoli sorprese. Il cane può in genere viaggiare sia in cabina (purché non arrechi disturbo ai passeggeri) sia in stiva (in apposita gabbia, e, previo consulto veterinario, magari sotto l’effetto di un blando tranquillante per evitargli ansie). Solitamente i cani guida che accompagnano disabili possono viaggiare tranquillamente a bordo dei mezzi pubblici, in maniera gratuita e senza dover sottostare alle norme che valgono per gli altri cani.



COMMENTI SULL' ARTICOLO