gatto perde pelo

La perdita di pelo nel gatto

I felini sono animale con un pelo estremamente delicato e particolare, soprattutto se lo si paragona, ad esempio, al pelo della maggior parte degli altri animali domestici, come ad esempio dei cani. A causa dell’estrema delicatezza del manto dell’animale, risultano essere estremamente frequenti gli episodi di ricambio del pelo e, quindi, della conseguente perdita del pelo stesso. Questa perdita di pelo, anche se massiccia, non deve essere considerata il più delle volte come un campanello d’allarme per il padrone dell’animale in questione, in quanto essa può essere causata da ragioni piuttosto innocue, come, appunto, l’ordinario ricambio annuale di pelo, il cambio di temperatura e stagione che porta il felino nel periodo del cambio della muta e così via. La perdita di pelo, al contrario, deve essere considerata sintomatica di un problema di salute dell’animale in ipotesi differenti, ossia quando non coincide con nessuno di tali periodi di transizioni e quando non si verifica il ricambio del pelo stesso, ossia quando l’animale comincia a perdere così tanto pelo da mostrare delle zone della pelle completamente prive di peluria. In questo caso, infatti, l’assenza di pelo potrebbe implicare che il nostro amico a quattro zampe è stato colpito da una malattia, diffusa anche nell’uomo e in altri animali, denominata alopecia; questo malessere, se non adeguatamente curato, potrebbe portare l’animale a perdere quasi totalmente il suo manto, eventualità che potrebbe generare anche altri problemi di salute collegati, come allergie, dermatiti e così via. È, quindi, estremamente importante intervenire rapidamente in tali ipotesi, onde evitare che un male facilmente curabile si trasformi in un episodio estremamente fastidioso per il nostro amico a quattro zampe.
pelo gatto

Meown® guanto Pet Grooming pulito massaggio guanti Pet Grooming Clean Massage guanti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,87€


Cause della perdita del pelo nel gatto

pelo gattoI motivi della comparsa dell’alopecia nel nostro amico felino possono essere differenti e di origine estremamente diversificata. È estremamente importante cercare di capire quella che è la specifica causa di diffusione di un simile problema, in quanto solo individuando siffatta causa sarà possibile curare correttamente l’animale, evitando che siffatta malattia venga, inoltre, diffusa, anche alla sua famiglia umana. Tra le cause di diffusione dell’alopecia possiamo, così, annoverare: lo stress e fattori differenti di affaticamento, un forte senso di depressione che può colpire il nostro amico a quattro zampe, soprattutto nel caso in cui esso soffra, ad esempio, la solitudine a causa della sensazione di abbandono e altri fattori psicologici della stessa tipologia. Altra causa di comparsa dell’alopecia è la dermatite, che può essere trasmessa da altri animali o anche dall’uomo; nel caso in cui l’animale, infatti, sia colpito da dermatite, esso tenderà, per il fastidio, a grattarsi energicamente, provocando, ovviamente, una perdita del pelo anche cospicua. Simili alla precedente causa di diffusione dell’alopecia sono la presenza di funghi, eczemi ed altri simili problemi che possono colpire la pelle del nostro amico felino. Un’altra causa di diffusione dell’alopecia, anch’essa estremamente diffusa, è l’infestazione dell’animale da parte di pulci ed altri parassiti; in questi casi, occorrerà sottoporre l’animale ad una duplice cura, in quanto risulterà ovviamente necessario andare anche a rimuovere tutti i parassiti presenti sul suo manto o nel suo organismo. Infine, è possibile che anche una gatta sotto stress da gravidanza vada a subire di un simile problema di salute. In tutti questi casi, i sintomi dell’alopecia risultano essere pressoché identici: l’animale tende a presentare, infatti, chiazze più o meno estese di pelle senza pelo o con una peluria estremamente rada; inoltre, può sviluppare la tendenza a grattarsi in simili zone spoglie, provocandosi anche graffi e ferite di differente entità.

  • gatto Le razze di gatti con pelo corto sono numerose. Il gatto a pelo corto ha spesso bisogno di molte meno cure nella pulizia del mantello rispetto al pelo lungo. Gatti come l'Abissino hanno bisogno di ess...
  • Accessori Gatti Le razze di gatto a pelo lungo sono appena quindici; quasi la metà rispetto a quelle a pelo corto. I gatti a pelo lungo hanno bisogno di molte più cure ed attenzioni: come è facile immaginare nei peli...
  • Spazzola per cane Il cane non ha bisogno di cappotti e sciarpette, la natura ha disposto le cose affinchè l'animale si regoli da solo e subisca una muta in risposta ai cambiamenti climatici.Due volte l'anno il cane c...
  • Il pelo è un elemento comune a tutti i gatti del mondo, Non esiste una sola razza felina che sia priva di pelo attualmente, ciò che più gli somiglia è il mantello quasi rado Sphynx, che comunque è dot...

Tappeto in sisal naturale casa pura® linea Amazonas | Marrone | Antiscivolo | 200x290Cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 149,9€


gatto perde pelo: Cosa fare se il nostro gatto perde il pelo

Nel momento in cui risulta possibile diagnosticare la presenza di un episodio di alopecia che ha colpito il nostro amico felino, deve considerarsi assolutamente necessario contattare il proprio veterinario di fiducia per ottenere una corretta diagnosi relativa ad un simile problema. Il veterinario, infatti, analizzando i sintomi e i comportamenti del nostro amico gatto, saprà facilmente individuare le cause e le origini di un simile problema, individuando così facilmente anche l’eventuale cura. Le cure più utilizzate, comunque, consistono nell’utilizzo di applicazioni mediche che possono servire a dare sollievo all’animale, a reidratare la pelle, diminuire l’infezione e l’irritazione eventualmente in atto e a stimolare la ricrescita del pelo dell’animale. Solitamente, se le chiazze senza pelo risultano essere estremamente estese e l’animale è solito trascorrere molto tempo all’aperto, risulta necessaria anche l’applicazione di una protezione solare sulle zone carenti di pelo, per evitare una diffusione dell’irritazione. Si è soliti, inoltre, prescrivere l’assunzione di integratori minerali e vitamine.



COMMENTI SULL' ARTICOLO