Pechinese

Il Pechinese

Le radici del Pechinese affondano nella mitologia cinese. Una leggenda racconta infatti che molti anni fa, un giorno, un leone si innamorò di una scimmia. Il re degli animali, disperato per questo amore contro natura, volle punire il leone imponendogli un sacrificio: se esso voleva davvero l’unione con la sua amata, doveva rinunciare, per amore, alla sua imponente taglia e alla sua forza. Il leone, innamorato perso, accettò e nacque così dall’incrocio il Pechinese. Al di là di questa simpatica leggenda, l’origine del Pechinese è veramente antichissima. Ritrovato già in un bronzo coreano di 4.000 anni fa, è con i primi buddisti in Cina che questa razza diventa molto importante. Il pechinese era infatti il simbolo del “Leone di Buddha” e questo gli portò subito una gran fama, tanto che presto divenne anche il cane della famiglia imperiale. Secondo fonti dell’epoca, nell’800 in Cina il Pechinese era diffusissimo e alcuni dipinti lo ritraggono con sembianze incredibilmente simili a quelle attuali. Diversi furono gli occidentali che cercarono di attribuirsi nel 1800 l’origine del Pechinese, sostenendo che in realtà le razze originali erano due (una orientale e una occidentale), ma il tentativo fallì presto (infatti i primi cani di questa razza arrivarono in realtà soltanto nel 1860 in Inghilterra). Furono comunque gli Inglesi che presero a cuore la sorte di questi piccoli cani e che iniziarono ad allevarli e a stabilire la razza in occidente. Nel 1894, a Chester, comparve per la prima volta un esemplare di Pechinese in una esposizione e solo quattro anni dopo venne redatto il primo standard ufficiale della razza. Nel 1904, sempre in Inghilterra, venne fondato il primo Club del Pechinese, che negli anni continuò la selezione e il miglioramento di questa razza fino ad arrivare ai giorni nostri. Infine una curiosità che ha dell’assurdo: parallelamente al grande sviluppo del Pechinese in occidente, in Cina il numero di esemplari è diminuito molto, tanto da rendere necessario nel secondo dopoguerra l’aiuto di esperti inglesi e australiani per evitarne la scomparsa.

Foto pechinese

PECHINESE Attenti al cane morde sbrana uccide e balla sui cadaveri (20X30)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Caratteristiche e standard del Pechinese

Il Pechinese deve il suo successo all’unicità delle sue caratteristiche. La testa è il carattere essenziale di questo cane che insieme alle orecchie, sporgenti e cadenti, lo rendono simpatico e originale. Oltre ad una fisicità particolare anche il carattere del Pechinese è originale. Forse per la grande importanza che hanno avuto nella storia, o forse solamente per caso, i Pechinesi hanno una naturale dignità nel carattere, non sono mai troppo calorosi con l’uomo e sono sempre composti, quasi altezzosi. Verrebe da definirli come una razza aristocratica. Sono cani indipendenti, a tratti egoisti, che sembrano a volte più dei bambini viziati che dei cani da compagnia. Indifferente o riservato con gli sconosciuti, difficile da educare e poco accline al movimento, il Pechinese è un cane più da ammirare e da contemplare che da vivere. Comunque va detto che una volta conquistata la sua fiducia, il Pechinese vi riempirà di affetto e sarà difficile incrinare il rapporto.

L’aspetto generale del Pechinese è di un cane piccolo, tarchiato ma proporzionato. La testa è grossa con il cranio largo e piatto. Il tartufo è corto e largo, così come il muso, rugoso e con la mandibola solida. Lo stop è pronunciato e gli occhi sono grandi e profondi, scuri, rotondi e limpidi. Le orecchie sono a forma di cuore, aderenti alla testa e portate verso il basso, con lunghe frange di peli. La coda, attaccata alta, ha una leggera curva sopra il dorso. Il mantello ha pelo lungo, dritto, ricco e può avere diversi colori: sono accettati tutti i colori e le relative combinazioni, eccezion fatta per l’albino e il fegato.


  • pechinese Il Pechinese è una razza canina di origine antichissima: si fanno addirittura risalire i primi esemplari a oltre 4000 anni fa. Si tratta di una razza originaria dell’Asia (come suggerisce il nome stes...
  • Pechinese Quella del Pechinese è una razza canina che affonda le sue radici nel territorio asiatico, come ben suggerisce il suo nome, che richiama quello della capitale della Cina (in cui per lungo tempo è stat...
  • anatra pechinese L’anatra di razza pechino è una grossa anatra di origine asiatica allevata principalmente per la sua carne saporita. La razza Pechino è caratterizzata dal piumaggio bianco uniforme e molto fitto. Il c...
  • Cane razza pechinese Il pechinese nano è una razza canina dalle origini davvero molto antiche ed appartenente, secondo la classificazione praticata dall'ENCI, alla categoria numero nove, ovvero quella dei cani da compagni...

Trudi 51123 Pechinese Trudino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,7€
(Risparmi 5,29€)


Alimentazione del Pechinese

pechinese cane L’alimentazione deve essere adeguata alla vita sedentaria del Pechinese e due pasti sono più che sufficienti per mantenere il Pechinese in forma.Una alimentazione equilibrata e completa concorre sensibilmente a migliorare la bellezza del pelo, ma non risolverà da sola eventuali carenze dovute alla genetica. Sia le crocchette che i cibi fatti in casa vanno bene, ma nel caso di cibi domestici si consiglia un pasto composto da più del 50% di carboidrati e per il restante da proteine e verdure.


Malattie del Pechinese

Si consiglia, come in tutti i cuccioli, una visita dal veterinario con il quale si deciderà sulle vaccinazioni da fare (solitamente sono: cimurro, parvovirosi, leptospirosi, parainfluenza e rabbia).

Tra le malattie gravi che possono venire al Pechinese, ricordiamo l’ernia al disco, che può portare ad una totale immobilizzazione della parte posteriore. Una toeletatura eseguita correttamente e quando necessario, eviterà diversi fastidi al Pechinese. Gli occhi infatti si possono irritare facilmente con il pelo lungo ed è quindi importante pulirli spesso con una soluzione apposita. Anche le rughe della faccia sono spesso sede di infezioni ed è importante pulirle ed asciugarle. Il Pechinese va lavato ogni due mesi con shampoo neutro,(non più spesso) e le unghie vanno tagliate perché essendo un cane poco attivo non ha occasione di consumarle.


Pechinese a pelo corto

Apriamo ora una piccola parentesi all'interno di questo articolo di approfondimento sul Pechinese per parlare del pechinese a pelo corto. Il pechinese a pelo corto non esiste e se chiedete un parere alla maggior parte degli allevatori e degli esperti di questa razza avrete modo anche voi di sapere che esiste una sola varietà, un solo standard di pechinese.

Il pechinese ha il pelo lungo e liscio, leggermente crespo ma liscio e non ci sono dei pechinese che naturalmente hanno il pelo corto. Se vi trovate di fronte ad un pechinese a pelo corto le ipotesi sono due, o vi stanno cercando di propinare un cane diverso dal pechinese per un pechinese di razza oppure il proprietario del pechinese in questione è molto attento alla toelettatura ed al taglio del pelo del suo cane.

In qualsiasi esposizione e nei concorsi relativi a questa razza potrete vedere gli esemplari di pechinese, tutti caratterizzati da un mantello lungo e folto, tipico di questa razza, e non dei pechinesi a pelo corto come qualcuno cerca di dire.



  • pechinese Il cane pechinese ha origini antiche: lo troviamo rappresentato su dei bronzi che risalgono a duemila anni prima di Cris
    visita : pechinese
  • cuccioli pechinese Il Pechinese è una razza canina di origine antichissima: si fanno addirittura risalire i primi esemplari a oltre 4000 an
    visita : cuccioli pechinese
  • pechinese bianco Il pechinese è il cane più antico esistente sulla terra, grazie al fatto che anticamente poteva venire cresciuto solo da
    visita : pechinese bianco

COMMENTI SULL' ARTICOLO