Acquari acqua salata

Realizzare un acquario di acqua salata

Realizzare un acquario di acqua salata è sempre stata ritenuta una impresa difficile, tuttavia oggi si trovano in commercio attrezzature tecniche che consentono anche ai meno esperti dei risultati ottimali. La cosa più importante da tenere presente è la necessità di ricreare un ambiente il più simile possibile all'originale: condizioni chimiche, temperature, alimentazione e luminosità. Nel caso di acquari marini gli organismi vengono prelevati direttamente nel loro habitat originale, quindi è necessario non fargli subire traumi rilevanti dovuti appunto a condizioni cui non sono abituati. Le vasche degli acquari di acqua salata dovrebbero essere piuttosto ampie, perché questo consente reazioni chimiche più stabili e perché all'interno dovranno essere posizionate molte attrezzature, dalle lampade UV ai filtri e agli schiumato.
Acquario marino tropicale

Pompa XiLONG XL-780 - Sistema a immersione per il riciclo dell'acqua

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,98€


Le attrezzature necessarie

Coloratissimi pesci di acqua salata Oltre alla vasca delle giuste dimensioni, un acquario di acqua salata necessita di differenti attrezzature. Un buon filtro biologico, delle rocce vive ed uno schiumatoio, ed una pompa, considerando che la vasca dovrebbe già essere dotata dell'illuminazione necessaria. Nel filtro biologico si devono inserire differenti materiali: delle spugne, un substrato poroso e del carbone attivo. Questi hanno lo scopo di mantenere un giusto ph dell'acqua ed eliminare sostanze inquinanti ed acidi formati naturalmente dai pesci e che tendono ad accumularsi nellacqua se non vengono filtrate. Lo schiumatoio è un apparecchio che elimina l'ammoniaca dall'acqua, e può essere posizionato internamente alla vasca oppure all'esterno. L'utilizzo delle pompe consente di ricreare la corrente marina e vanno posizonate in base alle rocce e al tipo pesci presenti nell'acquario.

  • La scelta di allestire un acquario in casa è dettata oltre che dalla voglia di conferire un nuovo aspetto agli interni del nostro appartamento anche dalla voglia di prendersi cura di creature piccole ...
  • La scelta dei giusti mangimi per pesci è molto difficile in quanto in commercio vi sono innumerevoli tipi ed ognuno di essi con caratteristiche ben diverse. Districarsi tra le varie confezioni ed etic...
  • Chi dice acquari indica un mondo variegato e complesso che ruota intorno a questa passione. Negli ultimi anni la moda di possedere un acquario è sempre più diffusa. Le ragioni di ciò sono sicuramente ...
  • Le piante da porre nell’acquario sono di innumerevoli tipi. Ovviamente la scelta deve ricadere su piante acquatiche, ma queste non sono tutte uguali, in quanto si differenziano a seconda del tipo di a...

Tetra Test KH 723 559 (carbonato), prova di acqua per acqua dolce e salata acquari, in modo affidabile e preciso misura la alcalinità

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,69€


Le rocce vive per l'acquario di acqua salata

Rocce vive in acquario marino La presenza delle rocce vive è molto importante per l'acquario di acqua salata, perché creano la flora batterica necessaria alla sopravvivenza dei pesci oltre che essere esteticamente molto belle. Si tratta di frammenti calcarei prelevati per questo scopo direttamente nelle barriere coralline. Ricche di batteri essenziali, sono il filtro naturale della vasca. Una buona roccia viva deve presentare la superficie incrostata di microrganismi e alghe, deve essere porosa e leggera. Le dimensioni e le forme devono essere valutate in base all'effetto che si vuole ottenere nell'acquario, così come la quantità. In poco tempo si vedranno comparire le prime alghe, che verranno poi sostituite, dopo alcune settimane, da altre più grandi ed in alcuni mesi l'ambiente sarà assestato e permetterà l'inserimento dei pesci.


Acquari acqua salata: I pesci

Femmina di Chrysiptera cyanea dal tipico colore azzurro I pesci adatta agli acquari di acqua salata sono caratterizzati colori molto vivaci e forme particolari, risultando estremamente belli da vedere. Ad esempio l'Amphiprion ocellaris è un pesce caratterizzato da un acceso colore arancio con delle strisce verticali bianche, conosciuto anche come pesce pagliaccio, diffuso nell'oceano Indiano e uno tra i più comuni pesci per acquari marini. Dai colori particolari e vivaci è anche l'Amphiprion ocellaris, chiamato anche pesce angelo bicolore per il corpo blu scuro con testa e pinna caudale gialle, è diffuso nell'oceano Pacifico. Di uno splendido azzurro intenso è invece il Chrysiptera cyanea, tipico dell'oceano Indiano, anche lui molto presente negli acquari. I maschi di questa specie presentano la coda arancione mentre le femmine sono tutte azzurre.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO