Acquario per tartarughe d'acqua

Acquario per tartarughe d’acqua: informazioni base

Prima di procedere con l’esplicazione di quelle che sono le fasi di realizzazione di un acquario per tartarughe d’acqua, è bene sapere che le tartarughe non amano i posti piccoli e preferibilmente devono essere riportate in cattività. In secondo luogo è preferibile realizzare l’acquario all’esterno dell’abitazione, magari in un giardino che possiede le giuste condizioni atmosferiche per permettere agli animali di non ammalarsi ed essere sempre in salute. Il laghetto artificiale posizionato all’esterno è un’ottima soluzione per le tartarughe d’acqua. La vasca deve essere sistemata in un luogo in cui l’animale può godere di zone soleggiate e zone all’ombra. I raggi solari permettono di mantenere la temperatura dell’acqua adatta alle testuggini e parallelamente, evitano che il guscio diventi troppo molle; le zone d’ombra sono invece indispensabili per dare sollievo durante le calde ore delle giornate estive. Oltre alla vasca, nell’acquario occorre avere un termoriscaldatore da attivare durante le fredde stagioni, dei led ed eventualmente un filtro per la purificazione dell’acqua.
Esempio di acquario per tartarughe

Pompa filtro interna Blu Bios Mikro Fil 220lt/h 4w - Sistema a immersione per il filtraggio dell'acqua in acquario o tartarughiera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,33€


Acquario per tartarughe d’acqua: acquaterrario

Acquario per tartarughe d’acqua L’acquario per tartarughe d’acqua è un’ottima soluzione per coloro che non dispongono di un giardino e quindi impossibilitati a realizzare un laghetto artificiale esterno all’abitazione. Le dimensioni dell’acquario variano secondo le dimensioni dell’animale e deve essere sostituito man mano che le dimensioni della tartaruga aumentano. L’acquario in plexiglass è un’ottima scelta in quanto più facile da lavare e disinfettare. Il fondo della struttura può essere vuoto o decorato con sassolini di una certa dimensione; bisogna evitare la sabbia o la ghiaia troppo piccola perché potrebbe essere ingerita dalla testuggine e avere problemi intestinali. Anche le piante acquatiche finte sono un pericolo perché potrebbero ferire l’animale; a esse si preferiscono piante acquatiche vive e possibilmente commestibili (Salvinia natans o Lemna minor) le quali portano ossigeno all’acqua e conferiscono a tutta la struttura un aspetto più naturale. L’acquario deve essere fornito di un’isola asciutta sulla quale la tartaruga si riposerà e asciugherà, un termoriscaldatore, delle luci led e un filtro interno.

  • tartaruga d acqua Quando si decide di allevare una tartaruga d’acqua in casa bisogna come prima cosa procurarsi un acquario capace di ospitare adeguatamente l’animale. L’acquisto di un acquario per tartarughe d’acqua d...
  • tartaruga d'acqua Spesso quando si acquista una tartaruga d’acqua ci viene venduta in vaschette troppo piccole per le loro esigenze e che poi debbono essere necessariamente cambiate quando gli animali crescono.Se si ...
  • tartaruga orecchie rosse La tartaruga dalle orecchie rosse, nome comune della Trachemys Scripta Elegans, è una tartaruga d’acqua dolce dell’ordine delle testuggini e deve il suo nome alla presenza di una macchia rossa dietro ...
  • tartarughe d'acqua dolce Le tartarughe d’acqua dolce sono delle tartarughe semi-acquatiche il cui habitat naturale è costituito principalmente da laghi, stagni e fiumi tranquilli caratterizzati da acque non troppo profonde e ...

Tetra AquaSafe 500ml Condizionatore d'acqua

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,45€


Acquario per tartarughe d’acqua: temperatura e illuminazione

Lampada per illuminazione artificiale acquario Per l’allestimento di un acquario per tartarughe d’acqua occorre seguire qualche semplice regola e acquistare i giusti materiali. Due punti fondamentali verso i quali focalizzare la realizzazione di una struttura per le tartarughe è la temperatura e l’illuminazione. La temperatura dell’acqua viene controllata e regolata da un termoregolatore sistemato all’interno dell’acquario. Essa deve essere compresa tra i 24 e i 26 °C durante le ore diurne e non inferiore ai 19 o 21 °C nelle ore notturne. L’esposizione alla luce solare è indispensabile per la sopravvivenza della testuggine perché, poca luce porta a un ammorbidimento del guscio con conseguente morte dell’animale. Durante il giorno occorre disporre l’acquario alla luce solare diretta, tenendo sempre bene a mente che i raggi ultravioletti non riescono a filtrare all’interno della struttura per la presenza di una schermatura del vetro o del plexiglass. Oltre a questo è bene lasciare delle zone d’ombra per evitare che la tartaruga muoia di caldo. Se non si è in grado di fornire la giusta quantità di luce basta usare delle lampade o dei led per circa 12/14 ore ogni giorno.


Acquario per tartarughe d'acqua: Acquario per tartarughe d’acqua: pulizia

Meticolosa pulizia acquario La pulizia dell’acquario per tartarughe d’acqua è indispensabile per avere una struttura più che naturale da garantire la salute dell’animale. Per quanto riguarda i laghetti artificiali o le piccole piscine, se private di un filtro per la pulizia dell’acqua, è necessario eliminare quella sporca con un secchio e prima di mettere quella pulita è necessario farla arrivare alla giusta temperatura (dopo circa dodici ore). Nell’acquario la pulizia avviene in maniera più semplice giacché si trova un filtro posto esternamente in modo da risparmiare spazio interno. Questo filtro oltre a purificare l’acqua elimina gli odori sgradevoli. Nonostante l’installazione di questo strumento, ogni quindici giorni circa occorre sostituire l’acqua, soprattutto durante la stagione primaverile ed estiva. È bene ricordare di fare attenzione durante la pulizia dell’acquario e il cambio dell’acqua perché si potrebbe arrecare uno shock termico alla testuggine con conseguente polmonite e morte.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO