Temperatura Acquario

Perché è importante la temperatura in un acquario?

Quando si allestisce un acquario, è essenziale tenere a mente quali sono le necessità che i vari pesci da noi acquistati e l’ambiente che andiamo a riprodurre presentano.

Le necessità dei vari tipi diversi possono essere sostanzialmente anche molto diverse ed è chiaro, quindi, che grandi differenze vi saranno a seconda che si andrà ad allestire un acquario d’acqua dolce o d’acqua salata o, ancora, un acquario tropicale.

La temperatura è uno di quei fattori che devono essere, in un acquario, costantemente tenuti sotto controllo, sia per evitare danneggiamenti, anche gravi, all’ambiente naturale che abbiamo riprodotto, sia per evitare che un errore di tal genere possa portare danni anche alla salute dei nostri pesci.

Una scorretta temperatura, infatti, può risultare molto pericolosa e contrastare con il normale ciclo biologico dei nostri pesci, rovinando le abitudini alimentare,di deambulazione e, soprattutto, di riproduzione.

In particolare, infatti, i pesci, soprattutto quelli d’acqua salata, tendono a riprodursi soltanto a temperature molto elevate.

Infine, è opportuno ricordare che una temperatura troppo diversa, rispetto a quella richiesta può portare addirittura alla morte dei nostri pesci.

La temperatura del nostro acquario, così, deve risultare costante nel tempo e bisogna evitare assolutamente sbalzi eccessivi della stessa.

Temperatura Acquario

Anself Riscaldatore sommergibile asta riscaldante per vetro per acquario temperatura regolazione 50w/300w

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,69€


Temperatura in acquario d’acqua dolce

Temperatura AcquarioI pesci d’acqua dolce riescono molto più facilmente ad adattarsi a temperature ed ambienti differenti, rispetto ai loro simili d’acqua salata.

Le temperature di acque dolci, come, ad esempio, quelle presenti in laghi e fiumi, sono solitamente più basse di quella marine e, per tale motivo, solitamente non è richiesto l’acquisto di appositi strumenti per innalzare la temperatura del nostro acquario.

Le temperature da raggiungere oscillano, infatti, solitamente, attorno ai 18 -23 ° C, risultando, così, essere temperature, per così dire, “naturali”.

È necessario, comunque, tenere sempre sotto controllo la temperatura anche negli acquari d’acqua dolce, attraverso l’utilizzo di appositi termometri, che possono essere facilmente inseriti sia all’interno che all’esterno della nostra struttura, e che non presentano un costo eccessivo.

È importante controllare la temperatura quotidianamente.

  • Bellissimo acquario con pesci La passione per l'universo sottomarino accomuna migliaia di persone in tutto il mondo. Queste persone sono quelle che praticano la cosiddetta "acquariofilia", ovvero l'allestimento in ambiente domesti...
  • La scelta di allestire un acquario in casa è dettata oltre che dalla voglia di conferire un nuovo aspetto agli interni del nostro appartamento anche dalla voglia di prendersi cura di creature piccole ...
  • La scelta dei giusti mangimi per pesci è molto difficile in quanto in commercio vi sono innumerevoli tipi ed ognuno di essi con caratteristiche ben diverse. Districarsi tra le varie confezioni ed etic...
  • Chi dice acquari indica un mondo variegato e complesso che ruota intorno a questa passione. Negli ultimi anni la moda di possedere un acquario è sempre più diffusa. Le ragioni di ciò sono sicuramente ...

Colemeter BZ47 Regolatore Temperatura Acqua Acquario Termostato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
(Risparmi 12€)


Temperatura in acquario d’acqua salata e tropicale

Le cose stanno in modo completamente diverso quando decidiamo di allestire un acquario d’acqua salata o, ancora, un acquario tropicale, sia d’acqua salata che dolce.

Questi acquari, infatti, necessitano di acque molto più calde, che riproducono l’ambiente naturale in cui questi pesci sono abituati a vivere.

Come già ricordato, infatti, i pesci d’acqua salata e quelli tropicali si adattano molto più difficilmente a cambiamenti ambientali e climatici.

Le temperature di questi particolari e meravigliosi acquari possono arrivare anche a 28-30° C,temperature necessarie soprattutto in specifiche fasi della vita di questi pesci, come il periodi di riproduzione.

Ovviamente, è quasi impossibile arrivare a queste temperature, senza l’ausilio di apposite apparecchiature: per questo motivo, è molto consigliato l’acquisto di un apposito riscaldatore.

Ricordiamo, comunque, che l’uso di qualsiasi strumento atto ad aumentare la temperatura dell’acqua del nostro acquario, che sia esso un riscaldatore o una semplice pompa dell’acqua, deve essere graduale e temporaneo. Questi strumenti, infatti, non possono e non devono essere collegati per tutto l’arco della giornata, per evitare il problema opposto, ossia per evitare di avere temperature eccessivamente elevate che possono,in ogni caso, essere eccessivamente dannose.


Temperatura Acquario: Il riscaldatore

Come già sottolineato, quando si desidera allestire un acquario di acqua salata o un acquario tropicale, nella maggior parte dei casi, è necessario acquistare un apposito strumento, denominato riscaldatore, per poter far sì che siano raggiunte le temperature richieste da questi specifici ambienti.

Questo strumento è sostanzialmente formato da un piccolo tubo molto resistente collegato ad un cavo elettrico, ovviamente esterno che permette di riscaldare la temperatura dell’acqua del nostro acquario. È chiaro, ovviamente, che l’uso di questo strumento deve essere accompagnato da una grande cautela, in quanto un utilizzo troppo prolungato o troppo intenso può provocare gravi danni ai nostri pesci, soprattutto per la possibilità di piccole scosse elettriche. Si consiglia di controllare, per questo motivo, quotidianamente il buon funzionamento di questo strumento e, ovviamente, di acquistare un riscaldatore di buona qualità, senza lasciarsi tentare da offerte economicamente molto vantaggiose, ma che potrebbero, facilmente, nascondere una qualità molto scarsa. Ricordiamo che in commercio esistono diversi tipi di riscaldatori, che si differenziano in base alla grandezza degli stessi o alla loro potenza.

Si consiglia, comunque, di acquistare sempre, insieme al riscaldatore, un buon termometro, per tenere comunque sempre sotto controllo la temperatura del nostro acquario e per evitare pericoli dovuti ad una scorretta lettura della temperatura da parte del riscaldatore, dovuta ad un suo eventuale danneggiamento.



COMMENTI SULL' ARTICOLO