Acquario d'acqua dolce

Quale acquario acquistare?

Per ottenere risultati soddisfacenti è fondamentale porsi delle domande. Innanzitutto se saremo disposti a sacrificare del tempo per la sua manutenzione: anche con tutte le automazioni disponibili, il nostro impegno non dovrà mai mancare. Inizialmente i cambi d’acqua saranno frequenti e non mancheranno incrostazioni su vetri e suppellettili, da eliminare prontamente.

Prendiamo poi in considerazione le dimensioni della vasca e la sua collocazione nella nostra casa. Ricordiamoci che le dimensioni sono importanti: più acqua contiene e più sarà semplice mantenere l’equilibrio. Per la salute dei pesci è poi indispensabile collocare il tutto in una zona molto tranquilla, luminosa ma senza luce diretta (per evitare l’eccessiva proliferazione delle alghe).

acquario acqua dolce

Lascure Delights Tetra Starter Line Tank LED Lt. 54 Acquari in Vetro, Multicolore, Unica

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,63€
(Risparmi 11,37€)


Accessori per l'acquario

ponte per acquario L’acquario d’acqua dolce è il più semplice in assoluto, ma per ottenere buoni risultati è bene accessoriarlo adeguatamente.

Praticamente indispensabile è il filtro: si occuperà di intrappolare il materiale in sospensione, grazie alla parte meccanica (una spugna sintetica). Altrettanto importante è la parte biologica (costituita da cilindri di ceramica o elementi porosi in plastica): i batteri che vi si instaurano hanno il compito di degradare i rifiuti organici evitando i pericolosi picchi di nitriti.

Non indispensabile, ma utile, è un aeratore: nei primi tempi aiuterà gli animali a superare gli stress ambientativi. Non dimentichiamo poi del riscaldatore: non averlo limiterà molto le nostra scelte.

Valutiamo anche l’illuminazione, magari scegliendo di abbinarvi un comodo timer di accensione-spegnimento.


  • Un acquario tropicale Un acquario di acqua dolce è una vasca che ospita pesci e piante provenienti da habitat di acqua dolce e cioè da fiumi, da laghi o da paludi esistenti in vari luoghi del mondo. In funzione dei pesci c...
  • Bellissimo acquario con pesci La passione per l'universo sottomarino accomuna migliaia di persone in tutto il mondo. Queste persone sono quelle che praticano la cosiddetta "acquariofilia", ovvero l'allestimento in ambiente domesti...

Nobleza - Nano Acquario in Vetro per Pesci Acqua Tropicali con Illuminazione a LED e Filtro Inclusa. 7 Litri, Color Bianco.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,99€
(Risparmi 26€)


Substrato e inserimento dell’acqua

Substrato acquario Dopo aver acquistato tutto il materiale, seguendo anche i consigli di un rivenditore specializzato, possiamo passare alle prime fasi dell’allestimento.

Per scegliere adeguatamente il substrato è importante sapere quali pesci andremo ad inserire: alcuni prediligono della sabbia, altri un ghiaietto fine. In ogni caso bisogna comprare materiali specifici e sterilizzati. Una volta arrivati a casa occupiamoci di lavare il prodotto: mettiamolo in un secchio e sciacquiamo con acqua tiepida fino a quando questa non risulterà perfettamente limpida. È il momento di porla nell’acquario: spargiamola con delicatezza, uniformemente. Lo strato deve avere uno spessore compreso tra i 5 e i 7 cm. Arriva poi il momento di inserire l’acqua: passiamo all’accensione del riscaldamento e all’avvio del filtro.


Scelta e inserimento delle piante

piante acquario Molti vi proporranno di accessoriare l’acquario con piante finte: è un grave errore! Gli elementi vegetali sono indispensabili per la creazione di un insieme armonioso dal punto di vista estetico per raggiungere un equilibrio biologico, supportando adeguatamente il lavoro del filtro. È preferibile aspettare qualche giorno dall’avvio prima di agire. Accertiamoci della giusta temperatura dell’acqua e togliamo il vasetto in plastica. Controlliamo che non vi siano lumachine; passiamo poi ad inserire con forza il pane di terra nel substrato, ruotando con decisione; copriamo poi il colletto con il substrato e compattiamo bene controllando la stabilità. Infine distribuiamo nell’acqua pochissimo concime specifico: sarà di aiuto nello stimolare la crescita vegetativa, ma anche per la maturazione del filtro.


Acquario d'acqua dolce: Inserimento dei pesci

pesci acquario È il momento più atteso, ma bisogna agire con prudenza per non andare incontro a delusioni. Per garantirne la salute bisogna attendere la completa maturazione del filtro. Di solito sono sufficienti due-tre settimane, ma resta indispensabile sincerarsi della situazione facendo uno o più test con le apposite strisce. Controlliamo che i nitriti siano assenti e i nitrati nei livelli di guardia. Potremo quindi procedere con l’acquisto degli animali, partendo da quelli di dimensioni inferiori: inseriamoli gradatamente, mescolando lentamente l’acqua dell’acquario con quella del sacchetto. Gli shock termici sono pericolosissimi! Aspettiamo poi una decina di giorni prima di aggiungere pesci di maggiori dimensioni, sempre accertandoci di non esagerare nel numero, tenendo presente il volume della vasca.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO