Acquario pesci rossi

La boccia di vetro non è un buon acquario

Per prima cosa va detto che non bisogna mai, assolutamente mai, mettere dei pesci rossi dentro una boccia di vetro come quelle che si vedono nei Luna Park. La boccia di vetro è un tipo di contenitore che non ha una superficie sufficiente per conservare in salute il pesce rosso: lì dentro sarà infatti sottoposto a stress permanente e a conseguenti malattie; cambi d’acqua troppo frequenti, inquinamento dell’acqua, temperatura non adatta, questi sono solo alcuni dei problemi legati ad una boccia di vetro. Senza contare che non è adatta per sistemare le piante e tutto il necessario per l’allestimento di un buon acquario e quindi bisogna proprio bandirne l’utilizzazione. Infatti, solo un acquario della giusta dimensione permette ai pesci rossi, di vivere bene e a lungo.
la boccia non è un buon acquario

Umbra - Vaschetta per pesci "Hotel marino", colore: Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,62€
(Risparmi 3,88€)


Qual è il buon acquario per pesci rossi?

kit acquario pesci rossi Per scegliere il vostro acquario per pesci rossi potete procedere in due modi: determinare la dimensione dell’acquario secondo il numero dei pesci che desiderate mettervi oppure determinare il numero dei pesci rossi a seconda della dimensione dell’acquario. La regola di base comunque è: 30 litri, minimo, per pesce rosso giovane e 50 litri, minimo, per pesce rosso adulto. Ricordate inoltre che i pesci poi crescono e quindi occorre cercare di adattare la dimensione dell’acquario anche tenendo conto di questo fattore. Una volta decisa la dimensione che deve avere il vostro acquario, sul mercato troverete diverse soluzioni di acquisto: un acquario totalmente equipaggiato (con luce al neon, filtro, riscaldamento, accessori, eccetera), un acquario solo con luce al neon a cui poi dovrete aggiungere voi gli altri accessori o ancora una semplice vasca di vetro totalmente da allestire. Se siete dei principianti la soluzione migliore è quella di acquistare un acquario già munito di tutto l’occorrente.

  • pesce rosso Tutti si affannano ad alimentare questi piccoli amici d'acqua con quantità eccessive di mangime. Si tratta di una cattiva abitudine che spesso gli umani mettono in atto, inconsapevolmente, poichè dosi...
  • Merluzzo Esistono svariate specie che rientrano nella famiglia del merluzzo, nonostante la specie più famosa sia sicuramente quella del merluzzo bianco, il cui nome scientifico è Gadus Morhua. Il merluzzo è un...
  • Salmone Con la parola ‘salmone’ si indicano diverse specie appartenenti alla famiglia dei Salmonidae. I salmoni vivono sia in mare che in fiumi e laghi: alcune specie sono marine, ma si riproducono nei fiumi,...
  • Spigola La spigola è un pesce molto comune che presenta varie denominazione. Il suo nome scientifico è, infatti, Dicentrarchus labrax, mentre esso è comunemente chiamato Spigola,Branzino,Ragno o Pesce Lupo, a...

Acquario completo H-250 - Mini acquarietto con tutto il necessario per un perfetto funzionamento (Verde)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,98€


L'acquario per principianti o per piccoli budget

acquario per pesci rossi Se siete al vostro primo acquario o se avete un piccolo budget a disposizione, il consiglio è di iniziare così: un pesce rosso, un acquario di 54 litri equipaggiato di luce e filtro, una confezione di prodotti che testano i valori dell’acqua, una confezione di batteri per il filtro, un sacco di circa 7 kg di sassolini di quarzo a grana media, un sifone manuale, una scatola di mangime per pesci rossi, una piantina di anubias barteri, una felce di Giava e due piccole mangrovie. Questi tipi di piante sono ideali poiché non necessitano di alcun concime supplementare da mettere sul fondo dell’acquario. Ricordate di non mettere mai l’acquario davanti ad una finestra orientata a Sud: i raggi diretti del sole sono nocivi perché favoriscono lo sviluppo di alghe e provocano un dannoso riscaldamento dell’acqua. Evitate anche di piazzare l’acquario vicino a termosifoni o altre fonti di calore. Controllate che ci sia una presa elettrica a meno di un metro dall’acquario (la presa dovrà essere munita della terra). Infine scegliete un posto che sia ben areato.


Acquario pesci rossi: Pesci rossi: curiosità

pesci rossi comuni Le differenti varietà di pesci rossi, conosciute anche con il nome di carpe koi, cominciarono a comparire in Cina verso il 1162 d.C. In quell’epoca, tra la borghesia si diffuse la moda di tenere una vasca con dentro dei pesci rossi; fu però solo durante la dinastia Ming che in tutte le case cinesi prese piede l’usanza di mettere un pesce rosso in un contenitore in ceramica e a poco a poco i pesci rossi diventarono l’hobby nazionale cinese, cosa che favorì lo sviluppo di diverse specie. Il primo paese straniero ad importare questi pesci fu il Giappone, intorno al 1502, mentre nel 1611 i pesci rossi fecero per la prima volta il loro ingresso in Europa, precisamente in Portogallo. La prima riproduzione europea in cattività avvenne invece ad Amsterdam nel 1728. Fang Tang, un negoziante cinese che aprì un negozio di tè, sete e porcellane cinesi a San Francisco nel 1852, fu il primo a far conoscere i pesci rossi agli americani.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO