Pesce combattente in acquario

Pesce combattente: quale scegliere?

Spesso le scaglie del pesce combattente sono di colore vivo e acceso, ma esistono anche specie con toni più pallidi e opachi. I più comuni sono comunque quelli con tonalità scure, spesso rosse o blu. Non esiste però un colore migliore dell’altro, in questo caso la scelta è in base al gusto personale. Quello che è invece importante osservare è la vivacità dell’esemplare che volete acquistare: comincia a nuotare velocemente quando vi vede oppure rimane sempre immobile sul fondo dell’acquario? Fate attenzione a non battere il dito contro il vetro, lo rendereste solo nervoso, meglio invece agitare il dito da destra a sinistra di fronte al pesce e osservare se è reattivo. Tuttavia non abbiate paura di comprare un pesce relativamente docile, poiché potrebbe rimanere piuttosto calmo solo perché è abituato a vedere diverse persone nel negozio.
pesce combattente

Sera Bettagran - Mangime completo in granuli, indicato per betta (10 gr)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Come preparare l’acquario per il pesce combattente

pesci combattentiL’acquario ideale per un pesce combattente deve avere una capienza minima di 15 litri ed è inoltre fondamentale che abbia un impianto di riscaldamento dotato di termostato: infatti il combattente non può vivere ad una temperatura inferiore ai 24° (la temperatura ideale è fra i 24° e i 27°). L’acquario deve avere anche un filtro, ma fate attenzione che la corrente non sia troppo forte e tenete presente che le varietà a pinne lunghe, per star bene hanno bisogno di meno corrente possibile. Alcuni esperti, per proteggere le pinne, raccomandano i filtri spugna. Evitate pietre aguzze e decorazioni, perché potrebbero danneggiare la pinna natatoria del vostro pesce combattente. Per lo stesso motivo evitate anche le piante in plastica; piuttosto acquistate piante in seta, anche se l’ideale sarebbe fornire l’acquario di piante vive, esteticamente più belle e soprattutto utili perché forniscono al combattente un buon rifugio in cui ripararsi per riposare. Inoltre le piante vere contribuiscono a mantenere l’acqua ossigenata e pulita più a lungo.

  • La scelta di allestire un acquario in casa è dettata oltre che dalla voglia di conferire un nuovo aspetto agli interni del nostro appartamento anche dalla voglia di prendersi cura di creature piccole ...
  • La scelta dei giusti mangimi per pesci è molto difficile in quanto in commercio vi sono innumerevoli tipi ed ognuno di essi con caratteristiche ben diverse. Districarsi tra le varie confezioni ed etic...
  • Chi dice acquari indica un mondo variegato e complesso che ruota intorno a questa passione. Negli ultimi anni la moda di possedere un acquario è sempre più diffusa. Le ragioni di ciò sono sicuramente ...
  • Le piante da porre nell’acquario sono di innumerevoli tipi. Ovviamente la scelta deve ricadere su piante acquatiche, ma queste non sono tutte uguali, in quanto si differenziano a seconda del tipo di a...

XRL- matita immersioni esca Strada ultra-far gettare disco esca 10g / 16g Bionic esca tracina , 7pcs

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28€


Pesce combattente: da solo o in compagnia?

Acquario per pesce combattente I pesci sono animali che per sopravvivere in cattività necessitano di un ambiente che sia il più simile possibile al loro habitat naturale e il pesce combattente non fa eccezione. Questa specie in natura vive nelle risaie thailandesi, ciò significa che sono abituati ad un ambiente non particolarmente profondo, ma piuttosto vasto. Occorrerà quindi scegliere un acquario con una capienza minima di 15-20 litri: forse può sembrarvi troppo per un solo esemplare, ma gli esperti concordano sul fatto che il pesce combattente ne ha bisogno per vivere bene. In linea generale preferisce la solitudine. Alcuni acquariofili sostengono però che i pesci neon, le lumachine, i gamberetti fantasmi e i gamberetti red cherry, possono convivere con un pesce combattente senza venire attaccati: l’essenziale è che non condivida l’acquario con esemplari più colorati o più grandi di lui. Tenete però presente che alcuni esemplari particolarmente aggressivi, uccideranno anche una sola piccola lumachina; inoltre ricordate di non mettere mai due maschi nello stesso acquario, perché si attaccheranno: d’altra parte se si chiamano "combattenti", un motivo c’è.


Pesce combattente in acquario: Pesce combattente: consigli utili

varietà di pesce combattenteSe l’acquario non ha un coperchio, riempitelo solo fino all’80% perché il vostro pesce combattente non possa saltare fuori. Appoggiate lentamente e con attenzione il contenitore con il combattente appena acquistato e versatelo insieme all’acqua: mescolare l’acqua del contenitore a quella dell’acquario renderà più facile l’adattamento. Siate sempre delicati ed evitate di catturare il combattente con un retino: le pinne sono molto fragili. Se dovete spostarlo, meglio utilizzare una scodella. La sua dieta deve essere costituita principalmente di cibo secco speciale per combattenti. Ogni tanto potete nutrirlo anche con qualche larva di zanzara o gamberetti surgelati. Una volta ogni due mesi mettete il vostro pesce combattente in un contenitore pieno d’acqua dell’acquario, svuotate la rimanente e lavate bene l’acquario con dell’acqua bollente (evitate saponi e detersivi che possono essere nocivi). Riempite nuovamente l’acquario fino a metà con dell’acqua di rubinetto e versate delicatamente il combattente insieme con l’acqua del contenitore. Non dimenticate di aggiungere del condizionatore che potete trovare nei negozi specializzati in acquariologia.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO