Pesce Spada

Il pesce spada: caratteristiche generali

Il pesce spada (il cui nome scientifico è Xiphias gladius) è un pesce di grosse dimensioni: può arrivare a circa 5 metri di lunghezza, e a pesare 400 kg. Presenta un corpo molto agile e muscoloso, fusiforme, ed è noto soprattutto per il suo caratteristico prolungamento mascellare a forma di spada, a cui deve anche la sua denominazione. La spada può raggiungere dimensioni pari ad un terzo del corpo dell’animale, è composta da materiale osseo ed è molto tagliente: è l’arma d’attacco più offensiva del pesce spada, che infatti è privo di denti. Viene utilizzata dai pesci spada anche per difendersi dal loro unico predatore naturale (escluso l’uomo), lo squalo mako.

Il corpo è scuro nella zona del dorso, presenta dei riflessi argentati e violacei sui fianchi, ed è invece bianco sul ventre; le carni invece sono bianco-rosate, e vengono considerate un alimento piuttosto pregiato, dal gusto molto caratteristico.

L’esemplare adulto ha pinne falciformi che gli consentono di nuotare molto rapidamente, e una coda forcuta e sottile, a forma di mezzaluna.

Il pesce spada vive in tutti gli Oceani, e anche nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero, nel Mare del Nord nel Mare di Marmara e nel Mar d'Azov.

Da avanzi di pasti trovati durante alcune ricerche, sembra che la pesca del pesce spada sia un’attività diffusa nello Stretto di Messina fin dal XVII-XV secolo a.C.; oggi il pesce spada è oggetto di pesca sportiva, ma è anche una preda molto ambita da pescatori professionisti, che ne rivendono le pregiate carni.

Una triste curiosità riguardante la pesca del pesce spada: i pesci spada sono animali piuttosto fedeli, e una volta che il maschio ha trovato la compagna, i due nuotano in coppia (il maschio generalmente precede la femmina, di dimensioni più piccole). Se la femmina viene catturata da un pescatore, il compagno cerca strenuamente di difenderla, provando a rompere le reti con la spada, e spesso finisce col morire per lo sforzo compiuto. Spesso questo induce i fiocinatori più esperti a colpire prima la femmina, in modo da ottenere facilmente un ‘bottino doppio’, senza grande sforzo.

Pesce Spada

Playmobil 9068 - Pesce Spada con Cucciolo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Consigli per acquistare il pesce spada

Pesce Spada A causa delle grandi dimensioni, il pesce spada non viene venduto intero ma a pezzi, che assumono nomi diversi a seconda del taglio: per ‘trancio’ si intende un grosso pezzo intero, la ‘fetta’ è una sezione tagliata verticalmente, spessa dai 2 ai 4 centimetri, la ‘lombata’ invece è una sezione ricavata dal pesce tagliato in senso longitudinale; in ultimo vi è il ‘filetto’, costituito dalla parte laterale del pesce.

Essendo venduto appunto in pezzi e non intero, per controllare la freschezza del pesce spada non è possibile ricorrere ai parametri utilizzati per pesci più piccoli (come ad esempio controllare la lucentezza degli occhi): dovremo invece accertarci che la carne si presenti ben elastica e soda, poiché in caso contrario il prodotto non è fresco ma scongelato, che abbia un buon odore (se riconosciamo un odore simile all’ammoniaca, sicuramente non si tratta di pesce appena pescato) e un colore vivace e brillante, e che sia ben aderente alla cartilagine e alla pelle: quest’ultima deve avere un aspetto fresco, e deve essere umida e lucida.

Controlliamo inoltre che il pescivendolo esponga il pesce spada con la testa: a volte, infatti, vengono commercializzati come pesci spada altri pesci di analoghe dimensioni (lo squalo, ad esempio). Se è esposto senza testa, possiamo comunque controllare la carne ai lati della vertebra, che nel pesce spada presenta le caratteristiche righe di colore scuro a forma di x.

Il pesce spada, come il pesce in genere, e in particolare quello venduto a tranci, è un alimento molto delicato, quindi va consumato il prima possibile, preferibilmente il giorno stesso dell’acquisto. Può comunque essere conservato in frigorifero, ben coperto dalla pellicola per alimenti o chiuso in un sacchetto, per uno o due giorni al massimo.

Se è particolarmente fresco, può essere anche congelato, a -18°, e in appositi sacchetti da cui avremo eliminato quanta più aria possibile: una volta congelato, va consumato entro tre mesi.

Oltre al prodotto fresco, è possibile acquistare anche il pesce spada anche già surgelato, o affumicato.

  • Pesci per acquari L’acquario non deve essere inteso come un semplice ornamento per la nostra casa,ma si deve partire, nel momento in cui si decide di procedere all’acquisto di questo oggetto, dalla consapevolezza che, ...
  • Pesce pagliaccio Il pesce pagliaccio è un pesce facente parte della famiglia degli Amphiprion. Questi pesci sono molto diffusi nei paesi bagnati dall’Oceano Pacifico e dal Mar Cinese, sebbene siano oggi diffusi in q...
  • Pesce Gatto Uno dei pesci più noti al mondo è il pesce gatto, il cui nome scientifico è Ameiurus melas. Questo pesce può essere facilmente inserito in un adeguato acquario di acqua dolce, essendo esso un abitante...
  • Pesce rosso Il pesce rosso è uno dei pesci più conosciuti e comuni al mondo, in quanto, nonostante questo animale non sia assolutamente usato per scopi di alimentazione, viene spesso acquistato come animale domes...

Le Marinerie Filetti di Pesce Spada - 200 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,89€


Proprietà nutrizionali del pesce spada

Pesce SpadaDal punto di vista nutrizionale, il pesce spada si rivela un ottimo alimento: le sue carni sono infatti ricche di proteine e povere di grassi (tra l’altro, per lo più polinsaturi), ed è un’ottima fonte di vitamina B12, B6, niacina, fosforo e selenio.

All’incirca, i valori nutrizionali per 100 grammi di pesce spada sono i seguenti: 120 kcal, 0 gr di carboidrati, 4 gr di grassi, 20 gr di proteine, 40 mg di colesterolo, 90 mg di sodio.

Come altri pesci (ad esempio il tonno), il pesce spada contiene piccole quantità di mercurio nelle carni, che lo rendono tossico se consumato in dosi eccessive: è comunque possibile mangiarlo con una certa tranquillità, fatta eccezione per le donne incinte e per persone con particolari problemi di salute.

In commercio è possibile trovare anche la carne di esemplari giovani, più piccoli di quelli adulti, le cui carni contengono meno mercurio e risultano anche più tenere.


Pesce Spada: Il pesce spada in cucina

Pesce Spada Innumerevoli sono gli utilizzi del pesce spada in cucina: può essere utilizzato per preparare degli ottimi primi, abbinandolo ad altri alimenti come le melanzane o la menta, ma anche e soprattutto come secondo, cotto alla brace, in padella, brasato, infarinato e fritto, o alla piastra. Viene anche consumato crudo, in alcune preparazioni della cucina orientale come il sushi e il sashimi, o anche nella cucina nostrana.

Una ricetta ottima e veloce per mangiarlo crudo, ad esempio, è il carpaccio di pesce spada. Si taglia il pesce spada a fettine sottilissime, che vanno poi sciacquate e tamponate per rimuovere l’acqua in eccesso; dopodiché, si adagiano le fettine in una ciotola, in cui vanno aggiunti succo di limone, un pizzico di sale, olio e pepe bianco. Il tutto va lasciato marinare per 5 minuti: poi le fettine vanno girate dall’altro lato, e lasciate marinare per altri 5 minuti. A questo punto il carpaccio è pronto: è sufficiente disporre le fette su un vassoio, ed eventualmente condirle con un po’ di cipolla e qualche grano di pepe rosa.

In molte ricette il pesce spada viene anche accostato a sapori particolari, come ad esempio gli agrumi, dando vita ad originali pietanze a base di pesce spada ed arancio, o pesce spada e pompelmo.

Dal pesce spada si ottiene anche un prodotto particolare, tipico della Sicilia, ma diffuso anche in Liguria e in Sardegna: il “Mosciame”. Si tratta di filetti di pesce ripuliti e lavati, che vengono salati e fatti essiccare all’aria: una volta secchi, vengono tagliati a tocchetti o a fettine, e consumati ad esempio nelle insalate, o su crostini e tartine. Tradizionalmente, pare che questo prodotto nasca sui motovelieri: a bordo di questi ultimi vi era l’usanza di far seccare tranci di pesce dopo averli immersi nell’acqua di mare.

Infine, un paio di consigli pratici per la preparazione del pesce spada: si tratta di un alimento che può risultare un po’ pesante, e per renderlo più digeribile è possibile bollirlo in acqua per una decina di minuti, prima di cucinarlo; inoltre è utile ricordare di non lasciarlo cuocere troppo a lungo, o la carne diventa asciutta e stopposa.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO