Pesci del Mar Mediterraneo

Il Dentice

Il Mar Mediterraneo è un mare intercontinentale che bagna molte zone dell’Europa, dell’Africa e dell’Asia.

Proprio per la sua vastità e per le differenti condizioni climatiche che caratterizzano le varie zone bagnate da questo mare, possiamo dire che il Mar Mediterraneo è uno dei mari più ricchi di specie acquatiche differenti. Possiamo ricordare,ora, le più importanti.

Il Dentice, il cui nome scientifico è Dentex Dentex, è un pesce molto diffuso in tutto il Mar Mediterraneo. Esso è,ovviamente, un pesce d’acqua salata che appartiene alla famosa famiglia denominata degli Sparidae.

Il Dentice, dal punto di vista fisico, si presenta come un pesce abbastanza grosso, in quanto gli esemplari maschi adulti dello stesso possono arrivare a pesare quasi una ventina di chili. La sua colorazione cambia a seconda dell’età: i giovani dentici, infatti, presentano una colorazione bruna con pinne nere e striature azzurre, mentre gli adulti hanno una colorazione tendente più al grigio e al blu con alcune striature nere.

Una particolarità di questo pesce è costituita dalla sua bocca: essa è molto grande, quasi sproporzionata rispetto al resto della faccia, e presenta una forma molto particolare che da al Dentice una fisionomia “accigliata”.

Il Dentice è un pesce molto solitario, soprattutto in età adulta: tende a riunirsi, infatti, soltanto nei periodi di riproduzione o in particolari sedute di caccia. Questo pesce è, inoltre, estremamente diffidente nei confronti dell’uomo.

Pesci del Mar Mediterraneo

Squali del Mar Mediterraneo. Ediz. illustrata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26€


La cernia bruna

Pesci del Mar MediterraneoLa Cernia bruna, il cui nome scientifico è Epinephelus mariganatus, appartiene alla famiglia dei pesci denominata dei Serranidae; questa famiglia contiene varie tipologie di Cernia, differenziate, in particolare, in base alla loro taglia. La Cernia bruna, molto diffusa nel Mediterraneo, è un pesce di dimensioni considerevoli, in quanto può superare, in età adulta, facilmente il metro e mezzo di lunghezza e può arrivare a pesare anche più di cinquanta chilogrammi.

La Cernia presenta una colorazione scura, sul bruno, sebbene siano frequenti macchie di colore chiaro che iniziano a manifestarsi soprattutto dopo il raggiungimento della maturità sessuale.

Anche la Cernia predilige la vita solitaria; essa è molto attaccata alla zona in cui vive, che tende a non abbandonare mai. Nonostante la sua preferenza per la solitudine, non è sicuramente uno dei pesci più difficili da avvicinare.

  • La scelta di allestire un acquario in casa è dettata oltre che dalla voglia di conferire un nuovo aspetto agli interni del nostro appartamento anche dalla voglia di prendersi cura di creature piccole ...
  • La scelta dei giusti mangimi per pesci è molto difficile in quanto in commercio vi sono innumerevoli tipi ed ognuno di essi con caratteristiche ben diverse. Districarsi tra le varie confezioni ed etic...
  • Chi dice acquari indica un mondo variegato e complesso che ruota intorno a questa passione. Negli ultimi anni la moda di possedere un acquario è sempre più diffusa. Le ragioni di ciò sono sicuramente ...
  • Le piante da porre nell’acquario sono di innumerevoli tipi. Ovviamente la scelta deve ricadere su piante acquatiche, ma queste non sono tutte uguali, in quanto si differenziano a seconda del tipo di a...

La cocina del mar Mediterráneo : identificación y recetas de la fauna comestible

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26€


L’orata

L’ Orata, in cui nome scientifico è Sparus Aurata, è un pesce d’acqua salata molto diffuso nelle acque del Mediterraneo, appartenente alla famiglia denominata degli Sparidi. L’ Orata si caratterizza per la sua particolare struttura ossea.

Dal punto di vista fisico, l’ Orata si caratterizza per un corpo dalla forma ovale molto piatto; essa presenta,inoltre, lungo la pinna dorsale circa undici raggi spinosi.

Una particolarità di questo pesce sono sicuramente i suoi denti, molto forti e appuntiti.

L’orata presenta una colorazione grigia con dei riflessi che variano dall’azzurro all’argento, sebbene siano presenti anche striature nere ben definite.

Questo pesce può raggiungere dimensioni massime di circa settanta centimetri di lunghezza e di circa dieci chilogrammi di peso.


Il pesce spada

Questo particolarissimo pesce d’acqua salata appartiene alla famiglia di pesci denominata degli Xiphiidae, di cui è però l’unico esemplare.

Il pesce spada si caratterizza per le sue grosse dimensioni (esso può raggiungere infatti i cinque metri di lunghezza e i quattrocento chilogrammi di peso) e per la sua spada, ossia un particolare prolungamento della mascella. Il pesce spada è caratterizzato da una colorazione abbastanza scura, con riflessi violetti lungo i suoi fianchi.

Il pesce spada è un pesce solitario ed un ottimo predatore: la sua alimentazione si basa sostanzialmente sul consumo di piccoli pesci,tra cui tonni,sgombri e barracuda, e di piccoli molluschi. La riproduzione del pesce spada, inoltre,avviene in periodi molto caldi dell’anno. Il pesce spada è, infine, un pesce molto amato,dal punto di vista culinario, soprattutto nelle regioni del Sud Italia,dove è considerato un piatto molto pregiato.


Pesci del Mar Mediterraneo: Il Cefalo

Il Cefalo dorato, il cui nome scientifico è Liza Aurata, è un pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia denominata dei Mugilidae, famiglia contenente un gran numero di specie diverse di Cefali.

Il Cefalo dorato presenta un corpo abbastanza piccolo con una testa molto piccola e appiattita. La particolarità più marcata del Cefalo dorato è sicuramente la presenza di una macchia di colore dorato, sempre presente in qualsiasi fase della sua vita, ben visibile sull’opercolo. A differenza delle altre specie di Cefalo, però, il Cefalo dorato non presenta la tipica macchia nera presente, nei suoi simili, sulle pinne pettorali.

Il Cefalo non è un pesce particolarmente solitario: è facile, infatti, trovare piccoli gruppi di cefali riunitisi per motivi di caccia.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO